San Sosti, a Mario Oliverio il premio Ascia votiva 2017

0
0
0
s2smodern
Seguici
powered by social2s
San Sosti, a Mario Oliverio il premio Ascia votiva 2017

SAN SOSTI - È stato consegnato, nei giorni scorsi, al Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio il prestigioso premio "Ascia votiva 2017". Il premio, che è un simbolo per la cittadina del Pettoruto, è stato assegnato negli anni scorsi a personaggi dello sport, della musica e della politica quali, ad esempio, Gianni Rivera, Mino Reitano, Pierangelo Bertoli, Pino Gentile, ecc. È un premio “unico” nel suo genere perché rappresenta, in maniera stilizzata, quella che è la ricchezza archeologica del territorio sansostese. L'epigrafe incisa su di essa rappresenta il più antico documento scritto in dialetto dorico acheo.

L’ascia risale al VI sec. a. C. e si crede sia stata offerta alla dea Hera come ex voto da un pugile (Kiniskyos), vincitore di un'Olimpiade. L’originale si trova da tempo presso il British Museum di Londra ed il reperto è stato, nel recente passato, richiesto dagli amministratori che si sono susseguiti perfino alla Regina Elisabetta affinché lo facesse rientrare, pur per breve tempo, in Italia. Era il 1857 quando l’ascia, custodita ancora a San Sosti, cadde nelle mani di un orafo romano, Alessandro Castellani e, in seguito, fu acquistata da sir Charles Thomas Newton allora curatore della sezione antichità del British Museum. Prima di ricevere il premio, il presidente Oliverio – giunto a San Sosti insieme al consigliere regionale Franco Sergio – ha inaugurato, alla presenza di numerose autorità civili, politiche e religiose, sindaci e amministratori locali, uno splendido complesso sportivo, comprendente anche un attrezzato parco giochi per bambini. L’impianto è un vero e proprio fiore all'occhiello per l'intera comunità sansostese; in futuro sarà completato anche con piscina e campi da calcio per servire l'intero comprensorio della Valle dell'Esaro. È stato completamente riammodernato e ristrutturato grazie all'intervento determinante dell'imprenditore Massimiliano Baffa che da anni opera con una propria attività imprenditoriale in questo territorio e che ha ricevuto anche i ringraziamenti di Oliverio «per aver voluto investire nella valorizzazione del territorio in cui opera e che merita di crescere. Infrastrutture come queste – ha detto aggiunto Oliverio – sono fondamentali perché consentono ai nostri ragazzi di poter stare insieme e praticare le discipline sportive che amano anche in realtà lontane dai grandi centri».

© Riproduzione riservata
0
0
0
s2smodern
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners