Bomba d'acqua a Marina di Sibari. Papasso: "Tutto ha funzionato bene" In evidenza

Bomba d'acqua a Marina di Sibari. Papasso: "Tutto ha funzionato bene"

CASSANO IONIO – (Comunicato stampa) Si è tenuta nel salone di rappresentanza Gino Bloise la conferenza stampa del Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso sul tema: “Marina di Sibari: bomba d’acqua, emergenza, rinnovato impegno”. Presente oltre al primo cittadino, gli assessori Tricoci, Grosso e Iuele, la consigliera comunale Fasanella, il responsabile della protezione civile dottor Fiorillo, i responsabili delle associazioni di volontariato che hanno partecipato alle azioni di soccorso durante l’evento meteorologico di domenica 7 agosto.
“Quello che si è verificato domenica 7 agosto” ha dichiarato Giovanni Papasso, durante la sua relazione dettagliata e circostanziata “è stato un evento straordinario ed eccezionale. Non scendo certo in polemiche se rispondo affermando con sicurezza che  tutto ha funzionato alla perfezione visto che dopo poche ore dalla fine della pioggia il livello dell’acqua è rientrato anche se in alcune parti del villaggio ancora c’erano situazioni di disagio”.

A Marina di Sibari sono stati effettuati lavori per un importo di 1.900.000 euro che hanno riguardato non solo il maquillage così come stabilito dai PISL ma usufruendo delle offerte migliorative richieste all’impresa esecutrice dei lavori si sono rifatti i sotto servizi, le nuove reti fognanti oltre che al parcheggio e alla pista ciclabile. E soprattutto, cosa non da poco tutti i lavori sono stati eseguiti e sono stati collaudati. Lo stato di disagio che ha vissuto il villaggio è stato verificato dalla portata eccezionale di acqua caduta dal cielo che ha mandato in tilt le pompe che sono alimentate ad energia elettrica ed è stato ordinato di fare gli allacci, quando io non ero sindaco, alla rete di illuminazione pubblica che essendo obsoleta è andata in tilt. Si punta il dito ma nessuno dice che i canali erano puliti e liberi e nessun argine di questi ha tracimato, ma la furia dell’acqua a dire di molti utenti “mai vista in vita propria” non ha permesso la corretta defluenza. Abbiamo tenuto conto delle allerte meteo diramate dalla protezione civile ma quando si verifica una bomba d’acqua, a differenza di un temporale, la portata d’acqua oltre ad essere notevole è concentrata violentemente su una zona e, nel nostro caso, non ha permesso di essere smaltita e assorbita. La piazzetta ha risposto bene all’emergenza visto che dopo un’ora che era finita la pioggia tutto era rientrato così come a Viale Jonio, Via Erodoto e al parcheggio, che sono altre zone che sono state interessate dai lavori”. “Se poi” ha denunciato il Sindaco Papasso “i mettiamo anche il fatto che ci sono stati dei sabotaggi ai lavori fatti come il taglio dei fili delle pompe o la manomissione dei cavi allora la polemica che si è innescata e le accuse infamanti contro la mia persona e il lavoro svolto dalla mia amministrazione assumono toni ancora più disgustosi. Sicuro è, certamente, che vigileremo e assicureremo coloro i quali hanno compito questi gesti alle forze dell’ordine e se sono persone che lavorano nel palazzo questi verranno licenziati immediatamente”. “Dagli errori si impara, anche da quelli che non ho commesso io poiché non ero Sindaco” ha detto ancora Papasso “e ieri la giunta ha deliberato con un atto di indirizzo nuovi lavori per allacci di energia elettrica così da permettere alle pompe di scarico di funzionare indipendente”. “Comprendo che bisogna fare opposizione, e farla a tutti i costi, e posso affermare che anche io lo sono stato ma quando ci sono state emergenze come l’allagamento di Marina o di Lattughelle sono stato al fianco dell’allora amministrazione in carica, mettendo a disposizione la mia esperienza. Sicuramente il contributo di ognuno sarebbe stato ben accetto si fosse recato sul posto, lavorando al mio fianco e al fianco dell’Assessore alla Protezione Civile, Paola Grosso che nel giorno del suo compleanno ha lasciato tutto per adempiere il suo dovere. Chi oggi ci critica e ci punta il dito contro, invece, non solo non ha fatto questo ma è rimasto alla finestra a guardare sperando magari che la pioggia aumentasse. Ma non scenderò in polemica perché io voglio lavorare e farlo per l’interesse della comunità perché è la sola cosa che mi sta a cuore”. Il dottor Fiorillo in rappresentanza della Protezione Civile ha portato il saluto del Governatore della Regione Mario Oliverio e del Responsabile Regionale della Protezione Civile Carlo Tanzi ha raggiunto Marina di Sibari domenica stessa. Inoltre ha confermato il dire del Sindaco dicendo che non solo tutto ha funzionato alla perfezione ma i disagi sono attribuibili alla portata, eccezionale, dell’acqua caduta dal cielo che non si poteva prevedere nonostante gli allerta meteo diramati. “Non ci demoralizziamo” ha chiuso il Sindaco “le polemiche, le accuse, l’opposizione occulta, anonima ed infamante fa male, ma lavoreremo ed andremo avanti affinché eventi eccezionali come questi non creino problemi e danni a cose o persone visto che il nostro solo interesse è la tutela e salvaguardia del cittadino”.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners