L’Arbёreshità e Legge n. 104/92 sui disabili... e la chiamano politica

I polli di Renzo, di manzoniana memoria, mentre vanno verso sicura morte, trovano ancora il tempo di azzuffarsi e di beccarsi.
Come certi “personaggi e interpreti” della politica della Regione Calabria che, relativamente alle Minoranze linguistiche storiche, di cui alla Legge n. 482/99, non avendo meglio da fare, si inventano una nuova ‘verginità’.
Della serie: -I Greci di Calabria non sono quelli delle 5-6 Comunità note storicamente a tutti, ma assai di più…
Che succede? Semplice! I fondi europei, cosiddetti POR, che devono essere gestiti a livello regionale, sono maggiori in riferimento al numero delle Persone di Minoranza. E allora che cosa ha pensato di fare la Provincia di Reggio Calabria per la Minoranza grecanica, avallata dalla Regione Calabria? Una delibera, geniale (sic !). una delibera con la quale, miracolosamente, le Comunità di Minoranza grecanica diventano 15-16 più la città di Reggio Calabria. Facendo salire, tutti insieme, il numero ad alcune centinaia di migliaia. Perché? Perché così, ribadiamo, la fetta della torta può essere più consistente e ottenere più soldi! A danno/contro chi? Degli Arbёreshё e dei Grecanici, e delle altre nove Minoranze linguistiche storiche? Ma, no! A danno/contro la Cultura e la Civiltà, la ricerca storica e la ricerca scientifica. Non a caso si è parlato di comportamenti delinquenziali legati alla ‘truffa’ e al ‘latrocinio’…
E quanto stabilito dalla 482 e, poi, dal Regolamento (DPR n. 345/01) e, infine, dalla Legge della Regione Calabria (n. 15/03)? Tutto dimenticato! Ma, dimenticato o ignorato volutamente?
Questa è anche la Calabria. Piccina, meschina. Quella che non va… Che ci fa ottenere “primi posti”. In negativo. Che sporca l’immagine e la mette sotto i piedi…
All’incontro a Cosenza, nella sede della Provincia (9 gennaio 2.012), c’era tanta gente, proveniente da vicino e lontano, rappresentante le varie Istituzioni: sindaci; politici locali regionale nazionali; responsabili dei mass-media ‘freddi’ e ‘caldi’, sino a quelli delle tecnologie multimediali di ultima generazione; Persone della Scuola; Enti; …
Organizzato e voluto soprattutto da Mario Oliverio, presidente della Provincia di Cosenza, il convegno ha fatto il punto sulla spinosa questione riguardante le Minoranze Arbёreshe e Occitana (Guardia Piemontese).
Lo “stato dell’arte”, introdotto dall’assessora provinciale Maria F. Corigliano e descritto con competenza dal dirigente della Provincia Giovanni Soda, è davvero increscioso penoso pericoloso. Difatti, la condanna dell’operato ‘politico’ della Provincia di R. C. e del governo della Regione Calabria che lo ha avallato, è stato unanime. I toni sono stati perentori pesanti colpevolizzanti.
Tra i tantissimi interventi, infuocati e col dito puntato contro, senza se e senza ma, ne ricordiamo alcuni. Quelli di: Mario Brunetti (Console onorario dell’Albania in Italia) che ha parlato di “comportamenti delinquenziali” da parte della Provincia di R. C. e del governo della Regione, e della necessità-urgenza di “ritrovare la dignità” che si va perdendo; Mimmo Talarico (IDV, consigliere regionale) ha sostenuto con veemenza che si tratta di una ‘truffa’ vera e propria perpetrata nei confronti degli Arbёreshё e degli Occitani, e ha invitato tutti a fare una denuncia alla Procura (trovando subito molti aderenti all’idea); Franco Altimari (univ. della Calabria) che, ironizzando, ha affermato che il provvedimento di Reggio fa «resuscitare una minoranza fantasma. Magari ci fossero centosessantamila ellenofoni. Quel che sta accadendo è un attacco diretto proprio agli ultimi Greci di Calabria, che saranno i primi a essere penalizzati»; Cesare Marini, amareggiato e deluso, è andato in profondità e ha dichiarato: «L’irritazione degli Arbёreshё è più che legittima per l’evidente ricusazione del disposto di legge, anche perché non è eversivo chiedere il rispetto della legalità. Nessuna giustificazione può legittimare l’estensione dell’area minoritaria sol perché vi sono risorse finanziarie destinate alle minoranze linguistiche. L’inclusione di città e paesi tra le comunità di minoranza è un’offesa al buon senso e una evidente forzatura»; infine, Mario Oliverio, mostrando grande disappunto e lucida determinazione sul da farsi, ha detto: «Se le cose non cambiano, convocherò un’apposito Consiglio e dichiarerò la Provincia di Cosenza minoranza etnico-linguistica. Perché la linea di intervento 5.2.4.2 del POR FESR Calabria 2007/2013 è finalizzata a mettere in atto azioni per la tutela/valorizzazione delle minoranze linguistiche presenti sul territorio calabrese (…) da attuare nei contesti insediativi dove storicamente sono presenti le Comunità che nel corso del tempo hanno prodotto e sedimentato lingue, culture, pratiche sociali uniche nel panorama euromediterraneo».
Insomma. A chi scrive, riflettendo su questi fatti, è balzata alla mente nientepopodimenoche… la Legge n. 104/92 che riguarda, com’è noto, le Persone con disabilità. E di ciò ha anche parlato a Cosenza nell’occasione dei cosiddetti: Stati generali Comunità arbёreshe e occitana. Perché? Ma, perché recentemente in Calabria e, in particolare, nella Provincia di Cosenza la Procura della Repubblica, fatti i dovuti accertamenti, ha scoperto, relativamente al mondo della Scuola: “falsi invalidi”, docenti e personale Ata ‘falsi’ che hanno usufruito della 104 senza averne diritto ma ‘trafficando’ e ledendo, di conseguenza, i diritti sacrosanti di altri, titolari di diritti soggettivi pieni (nelle nomine in ruole e nelle supplenze, nei trasferimenti, nei …
Della serie, ecco il senso dell’associazione di idee: -A) ‘Traffichiamo’ con la norma che riguarda ciechi sordi idioti (OMS), per loschi, più o meno importanti, affari personali; -B) ‘Traffichiamo’ con la norma che riguarda le già morenti Minoranze…
Che dire? Crediamo che le scelte deleterie di Reggio e Regione Calabria parlino da sole. Ogni commento è inutile. Solo la Giustizia ci può salvare. Se Dio vuole…
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners