Studi e ricerche di Luigi Troccoli

 

Nel 2.014, uno a gennaio e l’altro a febbraio, sono usciti due volumi, assai interessanti (e diremo il perché!), di Luigi TROCCOLI da Castrovillari (Cosenza).
Il primo: “L’internato in oggetto” - Tre anni di concentramento in un Comune del Sud - Ebrei a Castrovillari (1940-43), pp. 317; e il secondo: Cronache dalla Tribuna / Castrovillari 1973 - 2009 (pp. 143), fanno il punto su questioni diverse, ma ciò che li accomuna è la passione ‘antica’ dell’autore di moltiplicar Cultura, nel Territorio in Calabria in Italia…, attraverso gli ‘strumenti’: forse ‘tradizionali’ epperò certamente efficaci e funzionali alla conoscenza e alla formazione delle Persone: il giornale, il libro.


L’Editrice Prometeo di Castrovillari bene ha fatto, dunque, a pubblicarli, perché, a nostro sommesso parere, ancora col ‘vecchio’ Marx, questi una delle sue Tesi l’ha dedicata proprio al fare agire operare: Tesi su Feuerbach: la conoscenza come prassi. XI tesi: I filosofi hanno [finora] solo interpretato diversamente il mondo; ma si tratta di trasformarlo.
La Filosofia della prassi: così lo chiamerà, in seguito, il Marxismo, Antonio GRAMSCI…

***

Dunque, “L’internato in oggetto” - Tre anni… Questa importante fatica, fedelmente, percorre, fotogramma dopo fotogramma, un breve lasso di tempo, che dà il significato e il senso della guerra, del dolore, della morte. E non siamo a Dachau! …
Basti qui, in sintesi, l’Indice proposto dalla ricerca di Troccoli, per avere la dimensione dei contenuti del libro. L’autore interviene, qui e là, con pudicizia, con partecipata amarezza, con la distanza dai fatti accaduti di chi ha l’obbligo della testimonianza delle fonti storiche e della documentazione esistente ufficialmente riconosciuta. Le pagine scorrono inesorabili tra le gioie e i dolori degli internati adulti e bambini, tra le ‘diverse’ relazioni umane e i processi…
Ecco, dunque, l’Indice: La storia… le storie; Elenco degli internati a Castrovillari; Corrispondenza tra il Comune e le Autorità politiche; Lettere dei bambini internati a Castrovillari; I processi presso la Pretura di Spezzano Albanese; I processi presso il Tribunale di Castrovillari; Elenco degli ebrei internati in provincia di Cosenza; Le spese di gestione del Campo di Ferramonti.

***

Dunque: Cronache dalla Tribuna…
37 anni di Tribuna Sud puntuale, mese dopo mese. Un mensile preciso attento rigoroso; pungente e ironico all’occorrenza. Mai asservito. Sostanzialmente libero…
37 anni di Tribuna Sud descrivono delineano disegnano la mappa socio-culturale del Territorio: delle speranze e delle delusioni; della fiducia nelle Istituzioni e dello smacco di una ‘politica’, locale e oltre, sovente piccina arruffona attenta al particulare; della prospettiva; …
In una pagina indirizzata ai Lettori, Troccoli ritiene che i suoi ‘pezzi’ più significativi e validi delineino il rapporto del giornale con la città: con i suoi uomini, le sue speranze, le sue delusioni, i suoi eccessi, le sue virtù.
In verità, c’è molto di più. Perché il mensile ospitava ‘pezzi’ anche del più ampio Territorio e tra questi, a mo’ d’esempio, c’erano pure quelli che inviavamo dalla nostra Spezzano Albanese.
La diffusione di Tribuna Sud era ‘mondiale’. Nel senso che c’erano tanti abbonati sparsi nel mondo che, per sapere conoscere capire quel che succedeva a Castrovillari, ne facevano richiesta. Giusta e umanamente comprensibile, perché le radici e l’appartenenza sono identità. E cioè esistenza lavoro speranza. E cioè Senso e Vita. In qualsivoglia remoto luogo della Terra la Persona viva.
1973. Una palestra di idee -scrive Luigi Troccoli nel anno I, n° 1- Nasce un nuovo giornale. La testata, TRIBUNA SUD, vuole indicare l’assunzione di un impegno preciso nei confronti dei lettori… Tribuna-Sud vuole essere un giornale APERTO A TUTTI…
E così è stato! Le testimonianze sono attendibili robuste valide: ampie estese diffuse. Un giornale che è stato, insieme, diritto e dovere di cronaca, che ha attraversato, anche quale micro-storia nella/della macro-Storia, i terribili anni Settanta del Terrorismo e dintorni, e poi i travagliati anni Ottanta e Novanta di ri-nascita e di ri-caduta socio-culturale (e, cioè, politica, economica, istituzionale, …), di un secolo, lo scorso, definito giustamente da Eric J. Hobsbawm Secolo breve (suo saggio del 1994), tra Guerre mondiali; crack finanziari; forme controverse di realizzazione della Democrazia nella Politica: 1989, caduta del Muro di Berlino; 1991, abbattimento delle due Torri del World Trade Center di Manhattan, Stati Uniti; ……
In un Pianeta sempre più piccolo: villaggio globale delle voci, dei suoni, delle immagini, …, in cui, per dirla tutta e in modo asciutto e conciso, l’art. 21 della Costituzione e gli articoli delle altre Carte internazionali sulla LIBERTÀ (tutte le Libertà possibili e immaginabili, dentro ovviamente i Valori riconosciuti e condivisi universalmente) devono sempre più radicarsi nelle coscienze e diventare una prassi quotidiana di Vita.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners