Lettera aperta al Direttore generale Diego BOUCHÈ

francesco fuscaCaro Diego,
poche battute di gratitudine, grande, per sottolineare  -e fermare nel Tempo-  i punti salienti del Seminario di Spezzano Albanese (Cosenza), del 20 maggio 2.015.
    La Tua presenza  -nel Paese più bello del mondo (“Napoli è una Città!”- mi hai detto, impettito; ma, io non facevo paragoni, perché mi riferivo precisamente ai Luoghi dell’Anima delle nostre Vite di Uomini buttati qui e ora …)-  ha ri-chiamato davvero tanta Gente: alcune centinaia di Persone (di cui alcune diecine di Dirigenti scolastici, arrivati anche da lontano…), che l’ampia Sala comunale non è riuscita, ahimé!, a contenere.


    Le relazioni di Loredana GIANNICÒLA, di Giuseppe MIRARCHI, di Luciano GRECO e di chi ha il piacere di scriverTi hanno fatto il punto, in una difficile ‘grandiosa’ sintesi, sulle tematiche/problematiche delle Culture della Disabilità, della Dispersione scolastica e della Valutazione in Italia, oggi.
    La ‘conduzione’ briosa dei lavori da parte di Patrizia PUGLIESE; i ‘saluti’ calorosamente significativi del Primo Cittadino della bella nobile gloriosa Comunità albanofona Ferdinando NOCÌTI; della Dirigente scolastica Rosina COSTABILE; e del Presidente dell’Associazione MeEduSA Emanuele ARMENTANO, sono state le tessere che hanno fatto della serata un mosaico perfetto. Ovviamente, a mio parere …
    La FINALITÀ DEL SEMINARIO era ‘smuovere’ criticamente Idee valide e ‘moltiplicare’ Cultura scolastica  diffusamente condivisibile; era, soprattutto, dare ‘serenità’ e ‘direzione’ professionale ai tanti Docenti e alle tantissime Docenti, e ai Dirigenti e alle Dirigenti, in questo nostro Tempo particolarmente,  convulsamente, tormentato di ‘cambiamenti’ socio-politici, ebbene a me pare  di poter dire che le Tue parole conclusive: sommesse - profonde - di Senso, abbiano colpito                  -appieno!-  l’obiettivo che ci eravamo pre-fissati.
    Punteggiata dall’impegno sociale delle musiche e dei canti di Donato MINGRONE e di Roberto CANNIZZARO; circondata dai fiori profumati e colorati, e dai sorrisi compiaciuti delle Persone presenti; accompagnata dalla tenerezza della Bambola arbёreshe: ‘simbolo’ e ‘segno’ di antiche Civiltà, la serata del Seminario di studi e di ricerche  -quasi ‘incantevole’, ma sicuramente piacevole e foriera di formazione culturale per tutti-  è risultata, forse involontariamente, ‘magica’, perché dalla parte del Cuore e della Mente. Impegnati, insieme, armoniosamente …
    Grazie!, dunque, caro Diego.
Con il primo augurio di “buona salute” per Te, il secondo è rivolto ai Politici romani di Governo, che intuiscano come la Tua presenza e la Tua azione in Calabria sia di fondamentale importanza. Culturale e Politica. E soprattutto Umana (nel Senso di Humanitas e di Paideia).
Le ‘mafie’, com’è noto, si combattono e si debellano con la Cultura che, intenzionalmente, solo la Scuola veicola …
    Con l’affetto e la stima che sai dai tempi del lavoro, insieme, al nostro Ministero (soprattutto dal 2.002 al 2.005), in nome e per conto dello Stato italiano

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners