fbpx

Fagnano, Vento Nuovo chiede chiarimenti sul sequestro del depuratore

Fagnano, Vento Nuovo chiede chiarimenti sul sequestro del depuratore
FAGNANO CASTELLO Il sequestro del depuratore di località Rondinelle, nel Comune di Fagnano Castello, messo in atto dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato, sembra essere oggetto di dissapori all’interno della comunità. A renderlo noto è il consigliere comunale del gruppo “Vento Nuovo”, Lucio Gabrielli, il quale ieri ha inviato una missiva al sindaco Giulio Tarsitano (che aveva già detto di aver rispettato gli impegni in merito ai lavori) per presentare “il particolare clima creatosi in seguito al suddetto sequestro del depuratore e alle denunce conseguenti”.
Così, recependo la volontà dei cittadini, “preoccupati del disservizio e del danno ambientale”, di voler comprendere “in modo chiaro la gravità dell’accaduto”, Gabrielli chiede al sindaco «di tralasciare inutili e settarie dichiarazioni senza controparte e/o possibilità di replica che, di certo, non aiuterebbero la risoluzione del problema e la partecipazione dei cittadini; di perseguire il solo interesse dei cittadini e, quindi, di placare gli animi, che sembrano già sobbollire da più parti, da campagna elettorale; di ridare dignità all’istituzione preposta alla discussione e all’eventuale risoluzione delle problematiche cittadine, ovvero il Consiglio Comunale; e di convocare d’urgenza un Consiglio Comunale esclusivo sul tema in questione dove, alla presenza di tutti i consiglieri, l’Amministrazione possa illustrare serenamente ai cittadini e ai loro rappresentanti di opposizione la vicenda e come intende risolverla».   
 
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners