fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Fagnano, Vento Nuovo chiede chiarimenti sul sequestro del depuratore

Fagnano, Vento Nuovo chiede chiarimenti sul sequestro del depuratore
FAGNANO CASTELLO Il sequestro del depuratore di località Rondinelle, nel Comune di Fagnano Castello, messo in atto dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato, sembra essere oggetto di dissapori all’interno della comunità. A renderlo noto è il consigliere comunale del gruppo “Vento Nuovo”, Lucio Gabrielli, il quale ieri ha inviato una missiva al sindaco Giulio Tarsitano (che aveva già detto di aver rispettato gli impegni in merito ai lavori) per presentare “il particolare clima creatosi in seguito al suddetto sequestro del depuratore e alle denunce conseguenti”.
Così, recependo la volontà dei cittadini, “preoccupati del disservizio e del danno ambientale”, di voler comprendere “in modo chiaro la gravità dell’accaduto”, Gabrielli chiede al sindaco «di tralasciare inutili e settarie dichiarazioni senza controparte e/o possibilità di replica che, di certo, non aiuterebbero la risoluzione del problema e la partecipazione dei cittadini; di perseguire il solo interesse dei cittadini e, quindi, di placare gli animi, che sembrano già sobbollire da più parti, da campagna elettorale; di ridare dignità all’istituzione preposta alla discussione e all’eventuale risoluzione delle problematiche cittadine, ovvero il Consiglio Comunale; e di convocare d’urgenza un Consiglio Comunale esclusivo sul tema in questione dove, alla presenza di tutti i consiglieri, l’Amministrazione possa illustrare serenamente ai cittadini e ai loro rappresentanti di opposizione la vicenda e come intende risolverla».   
 
© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Emanuele Armentano

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.