fbpx

Forte vento nella Valle dell'Esaro, diversi danni alle strutture In evidenza

Forte vento nella Valle dell'Esaro, diversi danni alle strutture

ESARO - Un fortissimo vento ha spirato nella notte tra lunedì e martedì nella Valle dell’Esaro. I danni peggiori si sono registrati a Malvito dove, in località Vaditari, il tetto di una casa è stato completamente scoperchiato compreso quello del porticato adiacente l’abitazione. Un sopralluogo è stato effettuato, a tale proposito, da parte dei vigili urbani e di altro personale comunale soprattutto per rendersi conto dell’entità del danno.

Immediati i lavori di ripristino della copertura specie perché il vento ha dato qualche ora di tregua, anche se le previsioni non promettono nulla di buono per le prossime ore. Sempre nel territorio malvitano, si hanno notizie di alcuni capannoni utilizzati per le coltivazioni agricole in serre completamente divelti dall’impetuosità del vento. Semidistrutta, sempre dalle folate di vento, anche la porta degli spogliatoi del campo sportivo di località Ravata. Disagi pure alla circolazione veicolare su strade comunali e interpoderali ma anche su alcune provinciali come la SP 263 dove erano presenti diversi arbusti e rami che hanno reso difficile il transito. Un albero, praticamente al confine tra la località Scivolenta di Sant’Agata d’Esaro e Fasolicchio di Malvito, è stato completamente sradicato finendo sulla sede stradale ed ostruendo per qualche ora la regolare viabilità. Rami ed arbusti sono praticamente volati via nel corso della notte creando disagi, pur in modo più lieve, al traffico veicolare delle provinciali in direzione San Sosti e Santa Caterina Albanese. Sulle provinciali interessate dal maltempo si è comunque messa in moto fin da subito la macchina dei sopralluoghi da parte della Provincia, ente proprietario delle rotabili, al fine di constatare gli eventuali danni e le possibili emergenze in prossimità delle sedi stradali. Con il passare delle ore la situazione è andata man mano migliorando e le previsioni con il calare del vento dicono che arriverà la pioggia, anche in forma temporalesca, tra domani e venerdì. Niente di preoccupante, al momento, perché le zone interessate sono abbastanza monitorate.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners