fbpx

Consiglio comunale a Terranova pronto ad acquisire una proprietà, interviene l'avvocato Faillace

Consiglio comunale a Terranova pronto ad acquisire una proprietà, interviene l'avvocato Faillace

TERRANOVA DA SIBARI – (Comunicato stampa dell'avvocato Livio Faillace) In riferimento al Consiglio comunale del Comune di Terranova da Sibari che si dovrebbe tenere domani in data 14.01.2016 e che vedrebbe tra i punti all'ordine del giorno l'acquisizione coatta al patrimonio comunale della piena proprietà del manufatto asseritamente abusivo del cittadino sig. Antonio Martorano, il sottoscritto smentisce categoricamente che il T.A.R. di Catanzaro si sia pronunciato nel merito e abbia emanato la sentenza finale del relativo processo (causa RGN 1465/15), men che meno ha statuito il carattere abusivo del predetto manufatto.

Il T.A.R. nella seduta del 10.12.2015 si è solo pronunciato sulle esigenze di natura cautelare emanando appunto un'ordinanza e non la sentenza finale. Il processo fino ad ora ha solo accertato che tre delle quattro ordinanze di demolizione, emanate trent'anni fa circa dall'Ufficio Tecnico, in realtà, non erano state nemmeno notificate e che tecnicamente erano delle Ordinanze di ripristino e non di demolizione. Oltre alle chiacchiere da bar già proferite dal Sindaco sull'argomento, sarebbe grave, oltre che illegittimo, se una maggioranza, scambiando fischi per fiaschi, votasse con delibera l'acquisizione coatta al patrimonio comunale di Terranova di un immobile nella convinzione errata che esista una sentenza mai emanata e quindi nemmeno letta o acquisita agli atti. La presente verrà comunicata a breve ai Carabinieri di Terranova e alla Procura della Repubblica di Castrovillari per l'accertamento di eventuali reati di omissione e abuso di atti d'ufficio che potrebbero venire perpetrati domani 14.01.2016 in Consiglio Comunale dal Sindaco e dai suoi consiglieri di maggioranza, salve e impregiudicate eventuali azioni risarcitorie.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners