fbpx

Abusi edilizi, il sindaco Lirangi difende la comunità di Terranova In evidenza

Luigi Lirangi Luigi Lirangi

TERRANOVA DA SIBARI – (Comunicato stampa del sindaco Luigi Lirangi) Apprendo con grande rammarico che il Sig. Martorano Antonio per tramite del suo legale Livio Faillace sostiene in un comunicato stampa che il provvedimento emanato dal TAR di Catanzaro nella seduta del 10.12.2015 non legittimerebbe la P.A. a procedere in un iter amministrativo già avviato. Ricordo sommessamente che i provvedimenti cautelari rigettati non producono effetti impeditivi e che pertanto la P.A. può proseguire nelle sue finalità sulla base di riferimenti normativi certi (Testo Unico per l’Edilizia DPR 380/01 e sue successive modifiche ed integrazioni).

Il legale, che preferisce pubblicizzare e riportare in modo errato le determinazioni già valutate preliminarmente da un organo giudiziario anche in materia di notifiche, dimentica che è buona regola affrontare le questioni presso gli organi di giustizia preposti in luogo di una credibilità mediatica “ASTRATTA”.
Risibili le argomentazioni afferenti le chiacchiere da bar imputate al primo cittadino nonché la terminologia utilizzata, probabilmente al pari di un argomento giudiziario: “fischi per fiaschi”. Le espressioni sono prive di commento ma altresì lesive della dignità di una comunità e del suo primo cittadino e tale fatto non può essere tollerato o passare inosservato. Ma vi è di più, l’egregio legale, che riconosco nella fotogenica immagine presente sul comunicato, dovrebbe sapere che l’immobile del Sig. Martorano è abusivo e che tale status è stato acclarato dalla Giustizia penale con sentenza passata in giudicato. La Sentenza testualmente ordina oltre al pagamento delle sanzioni derivanti dalla condanna anche la demolizione dell’opera abusiva. Mi dispiace contraddire il legale ma trattandosi di una costruzione abusiva e pericolosa per la collettività, la P.A. non può esimersi di applicare la normativa di riferimento. Ad onor del vero da tempo si sarebbero dovuti adottare provvedimenti in tal senso anche per evitare danni ai cittadini; adesso non si può più aspettare considerate anche le condizioni atmosferiche note, che alternano intense piogge a fortissime raffiche di vento. Quale primo cittadino della nostra comunità, non posso tollerare il protrarsi di abusi pregiudizievoli in danno dei Terranovesi. Alla luce di tutte le attuali emergenze, informo che chiederò immediatamente un incontro al Procuratore della Repubblica di Castrovillari dr. E. Facciolla al quale farò presente la gravità delle manifestazioni di pensiero e le modalità con cui le stesse sono state poste in essere e prospetterò un intervento immediato ed urgente in applicazione della citata sentenza penale, per porre fine a questa incresciosa vicenda. Seguire le regole non può legittimare chicchessia a minacciare ed invocare tutele inesistenti ingenerando tensioni e paure in chi si avvicenda incontaminato a fare il bene di una piccola comunità.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners