Morto l'informatore farmaceutico contagiato dal coronavirus In evidenza

  • Era originario di Tarsia. Cordoglio dal sindaco Ameruso
Morto l'informatore farmaceutico contagiato dal coronavirus

TARSIA - E' morto nel reparto di rianimazione dell'Annunziata di Rende il paziente risultato positivo al covid-19 qualche giorno fa. Si tratta dell'informatore scientifico di Rende e originario di Tarsia che era stato ricoverato in gravi condizioni a seguito del contagio da coronavirus. A nulla sono servite le terapie che tutti i medici hanno messo in atto per cercare di salvare l'uomo, le cui condizioni, lo ricordiamo, sono state stabili per diversi giorni. Molte sono state le complicazioni che si sono registrate durante la notte tanto da far precipitare le condizioni dell'uomo.

Secondo il primario della Rianimazione, Pino Pasqua, il coronavirus è stata la causa che ha determinato quanto accaduto. Il paziente aveva 65 anni. Anche la moglie era risultata positiva, la figlia della coppia è in isolamento controllato. Dal suo profilo Facebook, il sindaco di Tarsia, Roberto Ameruso, ha fatto sapere: "Ci ha lasciato una persona perbene, cordiale, innamorata del suo paese, un amico di tutti. Una perdita che addolora tutta la nostra comunità. Siamo vicini alla famiglia cui vanno le nostre più sentite condoglianze". A Tarsia, lo ricordiamo, non ci sono ad ora casi positivi al tampone.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners