Due giovani spezzanesi salvati dal Soccorso Alpino sul Pollino

POLLINO – È finita senza conseguenze l'avventura di due giovani spezzanesi che, nella notte scorsa, sono rimasti sul Pollino e stamani bloccati a piano Gaudolino in pieno Parco Nazionale. Secondo quanto si apprende dalla pagina social del Soccorso Alpino della Calabria, diretto da Luca Franzese, i due, 25 e 30 anni, avevano trascorso la notte in un rifugio, noto come Capanna Gaudolino, da cui stamani sono ripartiti per una escursione. Le condizioni climatiche, però, durante la notte sono peggiorate e l'abbondante nevicata ha fatto desistere i due dal proseguire. Così, sulla rotta del ritorno verso Colle Impiso uno dei due ha avuto un infortunio che non gli ha permesso di proseguire la camminata.

Orticoltura del Pollino compatibile con la conservazione del patrimonio naturale

POLLINO – (Comunicato stampa di Luigi Gallo dell'Arsac Castrovillari) Nel Parco Nazionale del Pollino, nel territorio dei comuni di Mormanno, Laino Castello e Laino Borgo in Provincia di Cosenza, negli ultimi anni, grazie all’attività del Centro di Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n. 2 dell’ARSAC di Castrovillari, si è sviluppata un’orticoltura tipica e a basso impatto ambientale. Le colture più diffuse sono: Fagiolo borlotto ceroso nano e rampicante; Fagiolo bianco ceroso rampicante; Zucchino; Pomodoro, Fagiolo poverello bianco. L’orticoltura è perfettamente inserita in un’area ricca di peculiarità naturalistiche, architettoniche, paesaggistiche e archeologiche, come: il Fiume Lao famoso per il RAFTING, il Centro Antico di Laino Castello, la Grotta del Romito dell’Era del Paleolitico, i Centri urbani di Mormanno e Laino Borgo, i punti di accesso dei Sentieri per i percorsi Naturalistici del Parco.

Operazione dei Carabinieri: 9 denunce per reati vari e un arresto per furto di energia elettrica

CASTROVILLARI - Al termine di un servizio coordinato di controllo del territorio della Compagnia Carabinieri di Castrovillari, guidata dal Capitano Antonio Leotta, i militari del Norm e delle Stazioni dipendenti hanno denunciato in stato di libertà le seguenti persone:
- Z.L. del 92, A.M. del 56, M.M. del 40, per furto aggravato (artt. 624-625 C.P.), poiché, a seguito di controlli specifici presso i relativi domicili ed attività commerciali, veniva appurato come fossero abusivamente allacciati, tramite manomissioni varie, alla corrente pubblica. I Militari erano coadiuvati da personale ENEL.

Il Parco del Pollino approva il bilancio di previsione

ROTONDA  - (Comunicato stampa) Il neo Consiglio direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, insediatosi da qualche settimana e riunitosi per la seconda volta giovedì scorso, ha approvato il Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2016, bilancio che ha già ottenuto il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti — pure presenti alla seduta — e che ora deve ottenere il parere della Comunità del Parco per essere trasmesso al Ministero dell’Economia e, quindi, passare al vaglio del Ministero dell’Ambiente.

Sono arrivati i cani anti lupo nel Parco del Pollino

POLLINO - (Comunicato stampa) Dieci cuccioli di mastino-abruzzese, selezionati come cani da guardiania "anti-lupo", sono arrivati nel Parco Nazionale del Pollino per contribuire, nell’ambito del progetto “Convivere con il lupo, conoscere per preservare”, alla conservazione del Lupo attraverso la riduzione del conflitto uomo-lupo. Il progetto in questione, finanziato dal ministero dell’Ambiente dal 2013, è condotto dal Pollino insieme con altri cinque parchi nazionali dell’Appennino meridionale e prevede anche la realizzazione di un allevamento della razza mastino-abruzzese nel territorio del Parco calabro-lucano.

Il Pollino sulla trasmissione i Rai 3 "Geo&Geo"

POLLINO – (Comunicato stampa) Il Parco Nazionale del Pollino, mercoledì 27 gennaio, a Geo&Geo, la trasmissione di RAI 3 in onda alle ore 15.50. Ospite di Sveva Sagramola e Emanuele Biggi, il Presidente del Parco calabro-lucano, Domenico Pappaterra che illustrerà le principali attività dell’Ente gestore riguardo la conservazione della biodiversità, con particolare riferimento ai boschi vetusti, alla candidatura a Patrimonio naturale dell’Unesco della faggeta di “Cozzo Ferriero” e agli alberi monumentali del Pollino.

Nasce il gruppo dei sindaci del Pollino

CASTROVILLARI - Si è riunito, e di fatto formato, il gruppo dei sindaci del centrosinistra del territorio dell'area del Pollino, per focalizzare quelle che sono le problematiche del Territorio del Pollino, tra circostanze ed emergenze che interessano le popolazioni del comprensorio tutto, sino all’alto Esaro e all’Alto Jonio.

Centrale del Mercure, il no di Placido

LAINO BORGO - La questione del Mercure continua a tenere banco nelle sale dei ministeri e del Parlamento. Nei giorni scorsi, infatti, è stata presentata una interrogazione dal parlamentare dei Sel Antonio Placido, indirizzata al ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, al ministro dello Sviluppo Economico, al ministro della Salute.

Workshop del progetto Paesaggio e comunità locali: il valore della biodiversità

POLLINO - (Comunicato stampa) Il progetto "Paesaggio e comuità locali: il valore della biodiversità" si inserisce nelle attività di conoscenza, valutazione, sensibilizzazione e comunicazione dei valori del paesaggio, avviati dal Parco Nazionale del Pollino in attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio. Paesaggio inteso come fattore di mediazione tra cultura e natura espressione dell’identità di una comunità. Come evoluzione da “Bene Paesaggistico” a “Paesaggio Territorio”, indagato e rappresentato sia attraverso la lettura degli elementi geografici e naturali; sia attraverso il racconto delle esperienze percettive di chi lo vive, abita ed attraversa.
A)    LA LETTURA dei caratteri paesaggistici

Progetto per la tutela del patrimonio del Parco del Pollino

POLLINO - Il Parco del Pollino è stato oggetto di un importante studio promosso dal Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente, dell’Università degli Studi di Pavia, finalizzato alla conservazione della flora del Parco. Il progetto, nato dalla convenzione che il Parco ha stipulato con l’ateneo lombardo, ha lo scopo di conservare le specie alpine minacciate dai cambiamenti climatici.
Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners