"Uniti per Altomonte" fa il punto politico sulla città In evidenza

"Uniti per Altomonte" fa il punto politico sulla città

ALTOMONTE – (Comunicato stampa) Il Gruppo consiliare di opposizione “Uniti per Altomonte”, guidato dal capogruppo Francesco Provenzale (ex assessore), e formato anche da Franco Iannuzzi (candidato a Sindaco, non eletto), Antonio D’Ingianna (ex Presidente del Consiglio) e Gianpietro Coppola (ex Sindaco) nella ricorrenza delle festività natalizie ha voluto fare il punto sulla situazione politica di Altomonte, concentrandosi in particolare sulla tematica dei tanti lavori pubblici attualmente in svolgimento o in completamento nel noto centro turistico della Valle dell’Esaro.

Il risultato è stato un documento che mette in evidenza alcune realtà di fatto e delle verità che l’attuale Amministrazione comunale – guidata dal Sindaco Lateano – tende a nascondere o travisare, per cancellare gli ampi meriti acquisiti dall’ex Sindaco Gianpietro Coppola e dalla sua compagine amministrativa nel settore della programmazione dello sviluppo del territorio, tramite la progettazione di importanti infrastrutture e del successivo reperimento dei necessari fondi pubblici per realizzarle.
Stanchi di sentir dire all’attuale Sindaco Lateano che lo stesso avrebbe trasformato il paese in un grande cantiere esclusivamente con il suo lavoro, dati alla mano ed opera per opera i consiglieri del gruppo Uniti per Altomonte – senza voler disconoscere il lavoro degli attuali Amministratori ma senza consentire che si mortifichi o dimentichi  il grande lavoro fatto dal 2009 al 2014 e che ancora oggi continua a portare frutti positivi alla comunità altomontese – hanno evidenziato origini ed andamento degli 11 finanziamenti che hanno permesso l’apertura di altrettanti cantieri nel paese, dalla fine del 2013 ad oggi, e la cui somma totale ammonta ad oltre 7.000.000 di Euro. E hanno paragonato questi risultati con quanto fatto finora dall’Amministrazione Lateano.
Il documento, pubblicato sotto forma di manifesto, è stato molto apprezzato dai cittadini altomontesi, e certo farà da sprone anche all’attuale compagine amministrativa che, in questo primo periodo di attività, non può vantare risultati altrettanto lusinghieri.

AUGURIAMO BUON NATALE A TUTTI GLI ALTOMONTESI con le opere che abbiamo lasciato in completamento o finanziate.
Nel Maggio 2014 abbiamo lasciato in svolgimento o appaltate, oppure già finanziate molte opere pubbliche, che servivano a migliorare i servizi e fronteggiare la grave crisi attuale. I lavori a cui ci riferiamo sono: 1-Efficientamento energia Municipio e luci artistiche (concluso) € 1.350.000; 2-Costruzione del Palazzetto dello Sport al Casello (concluso) € 510.000; 3-Lavori al Museo Civico e Museo dell’Alimentazione (conclusi) € 380.000; 4-Costruzione del Centro e Museo dell’Artigianato (in svolgimento) € 880.000; 5-Messa in sicurezza della Scuola media (1° e 2° intervento, in svolgimento) € 230.000; 6-Ampliamento Cimitero comunale (in svolgimento) € 350.000; 7-Restauro della Torre Normanna (in svolgimento) € 950.000; 8-Pisl Turismo – Parcheggio Via A. Moro e bici elettriche (completato) € 550.000; 9-Pisl Centri Storici – Completamento parcheggio sotto il Castello (spostato per realizzare un nuovo parcheggio nell’orto del Convento Domenicano – in svolgimento) € 900.000; 10-Riqualificazione Lago Farneto (1° e 2° intervento- in svolgimento) € 860.000; 11- Restauro Campanile S. Maria Consolazione per terremoto 2012 (da completare) € 70.000. Lavori pensati, progettati, fatti finanziare o avviati già da noi - tra il 2010 e il 2014 - per un totale di circa 7.000.000 Euro. Non sono molti i Comuni in Calabria che possono vantare questo risultato. Noi non vogliamo negare meriti a nessuno, ma nessuno certamente può negare il lavoro da noi fatto per Altomonte. La nuova Amministrazione finora ha ottenuto invece questi fondi: 1- Restauro Torre Fischietto al Farneto - € 35.000; 2- Fondi Regione per asfaltare le strade - € 200.000 (non speso da agosto 2014 ad oggi); 3 - Efficientamento energetico scuole - € 230.000. Noi abbiamo ottenuto oltre 7.000.000 di euro in 60 mesi. Lateano ha ottenuto circa 500.000 euro in 19 mesi. Anche qui le carte e i decreti parlano chiaro, e non possono essere smentite. Agli amministratori attuali tocca fare molto, molto di più. Ai cittadini spetta invece il diritto di essere correttamente informati e quello, alla fine, di giudicare.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners