Pompieropoli riscuote consensi anche a Trebisacce

TREBISACCE - Si è rivelato un successo “Pompieropoli”, l’iniziativa promossa dall’Associazione del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco -sezione di Cosenza- e supportata dagli uomini del Distaccamento dei volontari di Trebisacce e dalle associazioni di volontariato presenti sul territorio. L’iniziativa è stata ospitata  in Piazza della Repubblica, gremita di gente curiosa di assistere alle performance dei pompieri.

Al via la III Edizione del Premio Giornalistico "Il Pontile"

TREBISACCE – (Comunicato stampa) L’Associazione Il Pontile annuncia la III Edizione del Premio Giornalistico Il Pontile. La manifestazione, già da tre anni, persegue la finalità di indurre nel tessuto sociale locale una riflessione sui problemi del territorio calabrese e di creare un’occasione di confronto finalizzata alla ricerca di soluzioni che possano andare ad incidere concretamente su dinamiche ormai consolidate che inesorabilmente feriscono la realtà sociale che quotidianamente viene vissuta dai cittadini del Meridione.

Auto di un marocchino distrutta dalle fiamme a Trebisacce. Sospetta natura dolosa

TREBISACCE - Un incendio, sulle cui origini dolose si nutrono pochi dubbi, nella notte tra domenica e lunedì ha completamente distrutto una Nissan Primera Station Wagon parcheggiata nella parte bassa di Piazza Calvario, dinanzi la delegazione comunale ubicata nel centro storico cittadino. L’incendio che ha distrutto la Nissan, ha danneggiato, seppure lievemente, anche una Smart parcheggiata nei pressi dell’auto bruciata. La Nissan, un modello vecchio e datato, era di proprietà di un cittadino originario del Marocco che a Trebisacce vive, con la moglie e due figli, nel quartiere “Calvario”. L’uomo, che vive dignitosamente di commercio ambulante, si è visto distrutto dal fuoco non solo l’auto con la quale lavorava ma anche la mercanzia in essa contenuta.

Puledrina investita a Trebisacce da ignoto automobilista

TREBISACCE - Una puledrina, priva di microchip identificativo, vagava incontrollata sul vecchio tracciato della ex statale 106 ionica, oggi strada provinciale 253, in contrada Rovitti, zona agricola a nord dell’abitato di Trebisacce, quando è stata investita da un mezzo in transito che non le ha lasciato scampo. E’ accaduto nella notte tra venerdì e sabato scorso, presumibilmente intorno alle 3 e 30. Dalla verifica eseguita dai carabinieri della Stazione di Trebisacce, accanto alla carcassa della puledrina, abbandonata sul manto stradale, sono stati rinvenuti cocci di vetro ed altro che non lasciano dubbi sulla dinamica dell’incidente.

Nuove corse ferroviarie fra Sibari e Trebisacce. Il plauso di Bevacqua

TREBISACCE - “Esprimo viva soddisfazione per la decisione assunta dall’assessorato regionale ai Trasporti e formalmente comunicatami dall’assessore Musmannno, in relazione alla nuova doppia corsa ferroviaria giornaliera fra Sibari e Trebisacce”. Così il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, il quale, con convinzione ed in modo incondizionato, approva e sostiene quanto deliberato dall’assessore regionale ai trasporti, Musmanno, in merito al potenziamento del trasporto su rotaia che, nell’Alto Jonio cosentino, godrà di quattro nuove corse da Trebisacce a Sibari, con possibilità di raggiungere in orari accettabili e lavorativi, le sedi istituzionali provinciali e regionali.

Gli studenti dell'Alvaro di Trebisacce visitano Palazzo Campanella

TREBISACCE - L’esperienza didattica è tra quelle che formano gli studenti e li avvicinano alle istituzioni che, per i piu’, rimangono distanti se non addirittura sconosciute. L’esperienza didattico – formativa cui facciamo riferimento, fortemente sollecitata dalla dirigente scolastica, preside Laura Gioia,  è quella che di recente hanno avuto opportunità di fare gli studenti di terza media dell’Istituto Comprensivo “Corrado Alvaro” di Trebisacce che si sono recati a Reggio Calabria per visitare Palazzo Campanella, sede del consiglio regionale e provare “l’ebbrezza” di sedere tra i banchi del parlamentino della nostra Regione.

Festa del Biondo Tardivo a Trebisacce a suon di Balcan Jazz

TREBISACCE - Il legame tra Trebisacce e gli aranceti che producono il tipico ed esclusivo “Biondo tardivo”, patrimonio locale storico più affettivo che commerciale, è indissolubile al punto tale da fissare, ormai da quattro anni, un appuntamento, il 21 e 22 maggio, in suo onore. «Le arance più profumante e colorate della Sibaritide diventano connubio tra enogastronomia, arte e spettacolo», dando vita, come evidenzia il direttore artistico dell’evento, Mario Brigante, alla Festa del Biondo Tardivo. Due giorni all’insegna di mostre, di musica, di spettacolo, di incontri e di prelibatezze enogastronomiche locali, condite tutte da spremute e distribuzione di arance. Obiettivo della “Festa”, per come riferisce il sindaco Francesco Mundo, ha triplice valenza: favorire la commercializzazione, evitare la dispersione di una grande e prestigiosa tradizione agricola ed economica e infine far conoscere alla Calabria e all’Italia intera, la città di Trebisacce, i suoi sapori, i suoi colori e le sue bellezze storiche, architettoniche e naturali.

Elina Cherchesova per lo Jonio International Music Festival

TREBISACCE - Il quinto appuntamento con la musica classica nella sala concerti della Gustav Mahler, assume i sensi di un evento straordinario perché ad esibirsi, questa sera, venerdì 20 maggio, alla 20 e 30, sarà la pianista russa, maestro Elina Cherchesova, splendida interprete di musiche di Haydn e di Bach. Il maestro Elina Cherchesova approda in Italia dopo avere completato con il massimo dei voti e la lode, il suo percorso accademico presso l’Accademia Russa della Musica “Gnessin”. E’ in Russia che avvia la sua prestigiosa carriera concertistica come solista e camerista, dopo aver partecipato e vinto numerosi concorsi pianistici.

Protocollo d'Intesa fra Ipsia Aletti e Comune di Trebisacce

TREBISACCE - Un protocollo d’intesa stipulato tra l’IIS IPSIA “E. Aletti” e il Comune, ha l’obiettivo di attivare   i progetti “Aree a Rischio e a forte Processo Immigratorio”, annualità 2015/2016. Di fatto, il protocollo d’intesa mira a rafforzare i rapporti di collaborazione già in atto tra istituzioni scolastiche ed enti locali al fine di realizzare un processo di miglioramento della qualità del sistema formativo territoriale, oltre che costituire un proficuo strumento per formalizzare obiettivi, contenuti e modalità di collaborazione, pur nel rispetto degli specifici ambiti di competenza ed autonomia.

Un processo simulato nel Tribunale dei Minori a Trebisacce

TREBISACCE - Il Tribunale per i minorenni di Catanzaro ha ospitato, nei giorni scorsi, un processo simulato riguardante un episodio di cyber-bullismo. Protagonisti del processo ventisei studenti di terza media dell’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro” di Trebisacce e della sede associata di Albidona. L’iniziativa promossa tanto dal Tribunale dei Minori quanto dall’Ufficio scolastico regionale del Miur, è parte di un progetto al quale è stato dato il titolo “Un processo simulato per evitare un vero processo“. I giovanissimi studenti dell’Alvaro, guidati dalla professoressa Maria Teresa Falbo, entusiasti della iniziativa che costituisce una novità anche come offerta formativa oltre che da un punto di vista didattico, hanno interpretato i vari ruoli del processo con grande senso di responsabilità, vestendo i panni di avvocati, giudici, pubblico ministero, testimoni, parte offesa, carabiniere e tecnico della registrazione del processo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners