Convalidati gli arresti dei quattro fermati a Fagnano. Una era ricercata dal 2011

FAGNANO - (Comunicato stampa) Sono stati convalidati gli arresti delle quattro persone fermate nella serata del 7 aprile scorso dai Carabinieri della Stazione di Fagnano Castello, nel cosentino, per furto aggravato in abitazione.
I quattro, un uomo e tre donne, erano stati individuati da una pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio mentre, dopo aver circuito un’anziana donna con banali richieste e con la scusa di vendere dei grembiuli da cucina, stavano perpetrando un furto nella sua abitazione, appropriandosi di denaro e monili in oro per un valore complessivo di circa 1.000,00 euro, poi interamente recuperati dai Carabinieri e restituiti all’avente diritto.

Quattro persone in manette per aver derubato un'anziana in casa a Fagnano

FAGNANO – (Comunicato stampa) I Carabinieri della Stazione di Fagnano Castello hanno arrestato in flagranza di reato quattro cittadini stranieri ritenuti responsabili di furto aggravato in abitazione.
Si tratta di un uomo e tre donne senza fissa dimora, Pistrila Valentin di anni 45, Ionela Claudia di anni 41 anni, Stan Goga di anni 34, tutti di origini rumene e Bozic Dora, 56 anni di origini slovene, già noti alle forze dell’ordine in quanto responsabili di reati dello stesso genere commessi anche con generalità diverse rispetto a quelle fornite nell’occasione.

Rapina questa mattina all'ufficio postale

S. MARIA LE GROTTE – Malviventi in azione questa mattina a S. Maria Le Grotte. Due giovani, mascherati ed armati di una grossa mazza e coltello, hanno fatto irruzione all’ufficio postale della frazione del Comune di S. Martino di Finita. I malviventi, arrivati a bordo di un motorino, si sono introdotti all’interno della posta dove c’era un gruppo di persone. A colpi di mazza hanno sfondato la porta d’ingresso e minacciato l’impiegata che era allo sportello. Quindi, si sono impossessati solo del denaro custodito nel cassetto dello sportello e destinato al pagamento delle pensioni.

Arresto per rapina a Montalto Uffugo

MONTALTO UFFUGO – (Comunicato stampa) Ieri alle 14:30, presso un'abitazione, i militari della stazione di Montalto Uffugo arrestavano M. P. P., nato Barletta classe 1959, residente a Montalto Uffugo, pregiudicato, sorvegliato speciale sospeso, in atto agli arresti domiciliari, in ottemperanza a un ordine di esecuzione di pena, emesso il 01.04.2016 dalla Procura di Cosenza - ufficio esecuzioni penali, dovendo espiare un residuo di anni 2 e mesi 8 di reclusione per rapina in concorso in Montalto Uffugo del 09/02/14.

Arrestati a Saracena due giovani colpevoli di rapina

SARACENA - Nell’odierno pomeriggio, i militari della dipendente Stazione CC di Saracena e militari del Norm della Compagnia di Castrovillari, guidata dal Capitano Antonio Leotta, hanno ottemperato al provvedimento restrittivo emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Castrovillari, nei confronti di C. M., del 1991, pregiudicato di Saracena e L. G., del 1984 pregiudicato di Saracena.
I predetti sono stati riconosciuti colpevoli, a seguito di condanna definitiva, del reato in concorso di rapina aggravata, perpetrata a Saracena in data 09.10.2014.

Bruciato nella notte autocompattatore a San Lorenzo del Vallo

SAN LORENZO DEL VALLO – Nottata di fuoco nell'area municipale di San Lorenzo del Vallo. Intorno alle 21 di ieri sera, infatti, un autocompattatore parcheggiato nell'area di soste dietro al palazzo di città è andato distrutto dal fuoco. Fortunatamente i danni non si sono estesi alla struttura né ad altri mezzi parcheggiati nelle vicinanze. La natura dell'origine dell'incendio non è ancora del tutto definita ma molte sono le ipotesi che si tratti di dolo. Il mezzo, di proprietà del comune ma affidato da qualche tempo ad una ditta che ha avuto l'incarico di sostituire la precedente ditta nella raccolta dei rifiuti, era parcheggiato come ogni sera in attesa di essere riutilizzato. Ieri sera, però, qualcosa è andato storto e le fiamme in pochissimo tempo hanno distrutto tutto quanto. A dare l'allarme alla caserma dei Carabinieri di Spezzano Albanese, guidata dal maresciallo Sergio De Cristofaro, sono stati i vigili urbani del piccolo paesino.

Arrestato bulgaro a Schiavonea con ordine di carcerazione europeo

CORIGLIANO - Nell’ambito di mirati servizi disposti dalla Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro, volti al monitoraggio di cittadini comunitari ed extracomunitari dimoranti nell’ambito del comune di Corigliano Calabro, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile rintracciavano, nella frazione di Schiavonea, un 43enne bulgaro destinatario di Ordine di Carcerazione per il reato di furto aggravato commesso nel proprio paese di origine nell’anno 2013.

Furto notturno in località Casello delle Sponze a Fagnano, svaligiato un ristorante

FAGNANO CASTELLO - Furto notturno all’interno dell’area naturalistica del parco di Monte Caloria. Ignoti, infatti, hanno preso di mira un piccolo ristorante situato nei pressi del rifugio montano del cosiddetto “Casello delle Sponze”. Si presume che la sottrazione del materiale sia avvenuta nottetempo, anche se i carabinieri del locale Comando stazione, guidati dal maresciallo Luigi Ferri, ne hanno avuto contezza solo nella mattinata di ieri, giorno di Pasquetta, dopo essere stati avvisati telefonicamente. La struttura ricettiva è stata praticamente svaligiata: la cucina, le celle frigorifere, i tavoli e le sedie sono stati completamente razziati, mentre è rimasto al suo posto solo un bancone (tipo-bar) presumibilmente troppo ingombrante per il trasporto.

Arresti e denunce nel Pollino da parte dei Carabinieri

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) A conclusione di un servizio coordinato a largo raggio, tenutosi nella giornata del 24.03.2016, i militari della Compagnia Carabinieri di Castrovillari, guidata dal capitano Antonio Leotta, hanno ottenuto i seguenti risultati operativi:
-Arrestato, in flagranza di reato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio (art 73 L.309/90), M.K., albanese dell’87. Stupefacente, del tipo “eroina”, sequestrato. Malvivente sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria;

Un arresto per droga a Roggiano Gravina e una denuncia

SAN MARCO ARGENTANO - (comunicato stampa) Un arresto per droga ed una denuncia a piede libero per reati in materia ambientale, è questo il bilancio di una serie di controlli straordinari del territorio disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di San Marco Argentano, nel cosentino. In particolare, i militari della Stazione di Roggiano Gravina hanno arrestato in flagranza di reato un 40 enne incensurato del posto, I.B.G. le sue iniziali, trovato in possesso, a seguito di una perquisizione operata nel suo domicilio, di circa 15 grammi di sostanza stupefacente tipo “marijuana” unitamente a materiale idoneo per il confezionamento in dosi.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners