Castrovillari. Le Liste civiche chiedono provvedimenti per i canali e Unep

Castrovillari. Le Liste civiche chiedono provvedimenti per i canali e Unep
CASTROVILLARI - In occasione del prossimo consiglio comunale a Castrovillari, previsto per lunedì 30 novembre sull'assestamento di Bilancio, le liste civiche hanno presentato alcune interrogazioni, fra cui una inerente gli uffici Unep del Tribunale e l'altra sugli interventi e la manutenzione dei canali di scolo in vista dell'arrivo della stagione delle piogge.
In particolare i consiglieri comunali Sara Astorino, del gruppo Castrovillari Solidale, Giuseppe Santagada e Ferdinando Laghi, del gruppo Solidarietà e Partecipazione, Onofrio Massarotti e Maria Antonietta Guaragna, del gruppo Castrovillari Città Viva, preso atto che «dopo l'accorpamento dei tribunali di Rossano a quello di Castrovillari gli uffici Unep sono stati trasferiti nei locali del vecchio Palazzo di Giustizia sito in Piazza Schettini; che l'organico complessivo sarà di 38 dipendenti; che la nuova situazione logistica ha sollevato numerose lamentele tra gli addetti al servizio, a seguito delle quali il consigliere Sara Astorino in data 13.11.2015 si è recata presso il suddetto servizio e ha verificato che lo stato dei luoghi non è idoneo ad ospitare un numero di dipendenti così sostenuto», per ragioni che sono legate, fra le altre, a un servizio igienico per tutti i dipendenti, la mancanza di una uscita di sicurezza, finestroni che non possono essere aperti neanche per il ricambio d'aria, documenti del Tribunale ancora lì, carenza di pulizia, ecc. Tutto ciò, fanno notare ancora, «potrebbe essere strumentalizzato dagli avvocati dell’ex Foro di Rossano, che a tutt’oggi non hanno accettato i provvedimenti di riordino degli Uffici Giudiziari, con azioni di rimostranza tese a sottolineare le carenze logistiche e strutturali sopra denunciate». Per questo le liste civiche interrogano il sindaco Lo Polito per sapere le ragioni per cui si è «deciso di allocare alcuni uffici comunali nella stessa ala assegnata all’Unep» con tutte le conseguenze del caso e «se e come l’Ente intende attivarsi per rendere pienamente fruibili i locali assegnati, dotandoli dell’uscita di sicurezza nonché di provvedere a dotare l’ex aula nr. 1 di idonei sistemi di aerazione».
Circa l'imminente arrivo della stagione invernale, dopo l'acquazzone dello scorso luglio che ha causato gravi disagi e danni a cittadini e a molti operatori commerciali, con fenomeni di allagamento ed “esplosioni” di tombini e condutture idriche, considerato che “poco è stato fatto per evitare ulteriori eventi dannosi in caso di forti piogge, mentre sarebbe necessario un intervento preventivo per evitare danni alla città”, le liste civiche chiedono al sindaco quali interventi siano stati posti in essere per la pulizia delle griglie, caditoie, e canali di scolo, e come si intenda programmare gli interventi di manutenzione. Tutto ciò sarà oggetto di discussione nel prossimo consiglio comunale.
 
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners