fbpx
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 65

Ispezionati i locali per l'Agenzia delle Entrate di Castrovillari

Ispezionati i locali per l'Agenzia delle Entrate di Castrovillari
CASTROVILLARI - La direzione regionale dell'Agenzia dell'Entrate ha fatto sapere nei giorni scorsi che presto alcuni funzionari dello stesso istituto si recheranno a Castrovillari per ispezionare i locali offerti a canone agevolato dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Domenico Lo Polito. Com'è noto, infatti, il presidio territoriale dell'Agenzia dell'Entrate si trova a rischio dismissione o declassamento a sportello per il pubblico per tutta una serie di questioni legate ai tagli messi in atto nell'ultimo periodo.
La visita, atta a valutare l'idoneità dei locali, è prevista per il prossimo 10 dicembre, così come comunica l'addetta alla contrattualistica per il territorio calabrese, dottoressa Caiazza, direttamente al primo cittadino Lo Polito, all’Ordine degli avvocati nella persona di Gianni Grisolia (presidente di un'apposita commissione formata in seno al Consiglio dell'Ordine che si sta occupando del caso) ed al presidente dell’ordine dei commercialisti e revisori contabili, Mario Straticò.Nei giorni scorsi amministrazione comunale, avvocati e commercialisti si erano ritrovati per discutere del caso e trovare una soluzione che potesse soddisfare le esigenze della struttura. Lo stesso Grisolia in quella occasione aveva sottolineato la necessità di «dare corso alla trattativa con la struttura regionale della Agenzie delle Entrate immediatamente ed in modo concreto», evidenziando come l'amministrazione comunale dovesse urgentemente individuare l'edificio che intendeva destinare a tale scopo. E la soluzione non aveva tardato ad arrivare, tanto che l'offerta del comune era stata quella di mettere a disposizione dell'Agenzia dell'Entrate il secondo piano di Palazzo Gallo (in foto). E saranno proprio questi i locali oggetto del sopralluogo dei funzionari che a dicembre saranno a Castrovillari per stabilire se il trasferimento sarà o meno idoneo.
© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners