fbpx

La Minoranza di Castrovillari si interroga sul degrado dei luoghi sacri

La Minoranza di Castrovillari si interroga sul degrado dei luoghi sacri
CASTROVILLARI - Lo stato di "degrado e abbandono" del cimitero comunale sono oggetto di una interrogazione protocollata nei giorni scorsi dai consiglieri delle Liste Civiche del comune di Castrovillari e che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale del 30 novembre.
Il tutto nasce da una serie di situazioni che i consiglieri Giuseppe Santagada, Ferdinando Laghi, Onofrio Massarotti, Maria Antonietta Guaragna e Sara Astorino hanno raccolto in merito alla questione. A partire dalle lamentele dei cittadini che hanno evidenziato “l'abbandono e il degrado” nella commemorazione dei defunti. Nella premessa i firmatari del documento sottolineano come “alcune aree del cimitero siano infestate da erbacce e sterpaglie, e come accumuli di rifiuti creino disagi all’utenza e danneggino l’ambiente sotto il profilo igienico sanitario oltre ad essere lesivi del decoro e dell’immagine della Città, segno evidente -scrivono- di una totale mancanza di manutenzione ordinaria”. Inoltre, nello stesso documento le Civiche denunciano che nella parte di nuova costruzione “vi sono detriti e calcinacci abbandonati, verosimilmente dalle imprese che hanno svolto i lavori di costruzione delle edicole cimiteriali; rifiuti negli spazi adibiti ad aiuole che renderebbero inutilizzabili gli spazi; punti in cui sono stati appiccati incendi per smaltire residui della lavorazione; materiale ferroso, ormai arrugginito, a ridosso di cappelle cimiteriali oramai completate”. Ma non è tutto. Nell'analisi fatta dai consiglieri di minoranza, emergerebbe che “molti pali dell’illuminazione pubblica sono stati abbattuti e di fatto sono inutilizzati e costituiscono un pericolo per i cittadini che si recano a rendere omaggio ai propri defunti. E addirittura una cabina elettrica è totalmente distrutta”. A questo va aggiunto che “le fontane versano in uno stato di incuria (rubinetti rotti e spreco d’acqua)”, così come alcuni “resti di lapidi ridotte in frantumi sarebbero sparpagliati per il cimitero”. E se ciò non dovesse bastare, anche “il cancello da cui si accede alla parte di nuova costruzione del cimitero è sempre chiuso, tanto che per accedere a tale zona è necessario passare dall’accesso di pertinenza dell’area di più remota realizzazione e attraversare tortuosi passaggi, con evidenti difficoltà per gli utenti”. Alla luce di queste dettagliate premesse, quindi, i firmatari del documento interrogano il sindaco Domenico Lo Polito per conoscere: «Quali iniziative urgenti l’amministrazione intende porre in essere per far fronte al grave stato di abbandono e di degrado in cui versa il cimitero comunale» e come la stessa amministrazione «intende preservare i luoghi da successivi atti di inciviltà ed incuria».
© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners