Castrovillari, la scrittrice Giovanna Mulas ha aperto il Focus Sardegna

Castrovillari, la scrittrice Giovanna Mulas ha aperto il Focus Sardegna
CASTROVILLARI - (comunicato stampa) La scrittrice nuorese Giovanna Mulas, rappresentante della letteratura sarda contemporanea nominata per l'Italia all'Accademia dei Nobel per la Letteratura, pluripremiata, membro onorario della Giornalisti Specializzati Associati (GSA) di Milano, testimonial della Regione Sardegna, solo per citarne alcuni, ospite illustre della conferenza stampa di presentazione del “Focus Sardegna” inerente al 58mo Carnevale di Castrovillari.
Il fatto di essere pluripremiata l’ha spinta in un periodo della sua vita, che lei definisce “ un pozzo nero”, in cui aveva abbandonato i suoi figli , tutto ciò che la legava alla vita stessa,  anche la sua arte, e forse il fatto di essere al centro dell’attenzione,  l’ha spinta ad andare avanti. I premi sono importanti oppure no ? Lei li definisce una specie di porta aperta. Durante la sua performance,  “Mulas legge Mulas”, la scrittrice si è soffermata sull’ultimo suo romanzo “Memorie di Villa Pedrini”, Rupe Mutevole Edizioni, una storia nata sulla malattia di sua madre affetta da schizofrenia violenta da  quando lei era bambina , nel libro ha voluto in qualche modo riprendere  la malattia della mamma  soprattutto parlare di questo male,  il cadere nella malattia e non saperne uscire;  ho voluto, ha sottolineato la Mulas, riprodurre quello che è stato il nostro sentire di figli per un periodo molto lungo. Presenti alla conferenza stampa, curata e moderata dalla prof.ssa Filomena Bloise, presidente dell’Accademia Pollineana nonché coordinatrice della Consulta Scientifica della Pro Loco di Castrovillari che da diversi anni si occupa della parte culturale del Carnevale di Castrovillari, l’Antropologo prof. Leonardo Alario, il Pres. della Pro Loco del Pollino di Castrovillari, prof. Eugenio Iannelli, il Direttore artistico dott. Gerardo Bonifati, ed il Pedagogista e scrittore dott. Giovanni Mulè, in rappresentanza della Fondazione “Roberto Farina OnLus”. A portare i saluti dell’amministrazione comunale, il vice sindaco nonché assessore alla cultura, la pro.ssa Angela Lo Passo: “ la poesia ci permette di avere un linguaggio comune, di avere la possibilità di filtrare e mediare  qualunque cosa che possa arrivare al pubblico con l’emozione. E credo, ha concluso la Lo Passo che questo Carnevale, sarà legato alle emozioni.” Emozioni che per il momento, sono arrivate al pubblico presente, grazie agli interventi musicali di Sasà Calabrese, affermato musicista castrovillarese, che ha cantato alcune canzoni di Andrea Parodi, voce dei Tazenda e di  De Andrè. La finalità dell’evento, hanno sottolineato il presidente ed il direttore artistico della Pro loco, rispettivamente Iannelli e Bonifati,  non è stato solo  quella di anticipare gli orientamenti ed i contenuti del Focus Sardegna e di incontrare dal vivo una rappresentante della letteratura sarda contemporanea, bensì anche quella di testimoniare, attraverso i valori della poesia, la necessità e la bellezza dell’unione tra i Popoli e l’importanza dell’ integrazione e del confronto socio-culturale propedeutici ad un mondo di vera Pace, Solidarietà, Conoscenza ed apprezzamento della variegata realtà umana in cui ogni singolo uomo si può riconoscere
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners