fbpx

Il Meetup 5 Stelle di Castrovillari appoggia la protesta

L'opsedale di Castrovillari L'opsedale di Castrovillari
CASTROVILLARI  - Anche il Meetup “Castrovillari a 5 stelle” aderisce alla protesta messa in campo dalla Commissione Speciale sulla Sanità a Castrovillari che, lo ricordiamo, si è insediata ufficialmente lo scorso 17 dicembre.
A confermare la piena condivisione all'iniziativa intrapresa dal consiglio comunale, sottolineando la propria intenzione a partecipare attivamente a tutte le azioni concrete sulla Sanità del Pollino, è l'esponente del gruppo Angela Confessore. Gli obiettivi, lo ricordiamo, sono quelli di ottenere, già nei primi giorni di gennaio, le interlocuzioni con il Commissario straordinario dell’ASP di Cosenza e con il Commissario alla Sanità in Calabria, atte a chiarire modi e tempi di attuazione del decreto commissariale. Il locale Meetup ha inoltre sottolineato la necessità di “rivendicare con forza l'attuazione dei livelli assistenziali territoriali, così come previsto dalla programmazione regionale, affinché si realizzi un perfetto incontro tra bisogno sanitario espresso ed offerta sanitaria”. «Preoccuparsi ed occuparsi solo delle criticità ospedaliere -dicono-, dimenticandosi del territorio, significherebbe abbandonare a se stessi ed alla buona sorte la gran parte della popolazione di riferimento di questa area geografica con elevato indice di vecchiaia». La richiesta, quindi, è quella che «si attivino tutti i servizi che sono previsti per una struttura "spoke", con un adeguato numero di operatori e personale, nonché l'attivazione dei posti letto previsti per decreto». A ciò si unisce la richiesta di “rendere efficienti e operativi gli ex ospedali periferici del Pollino, al fine di garantire un'adeguata assistenza e limitare agli acuti i ricoveri in ospedale”. Per tutto ciò il Meetup sosterrà tutte le azioni di protesta necessarie, appoggiando i lavori della Commissione Sanità, che «non deve diventare un privilegio per pochi ma un diritto anche per chi non ha avuto la fortuna di abitare in grandi aree urbane».
© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners