fbpx

La pista pedo-ciclabile unisce Castrovillari a Morano

Da sx: Domenico Lo Polito e Nicolò De Bartolo Da sx: Domenico Lo Polito e Nicolò De Bartolo
CASTROVILLARI - Morano e Castrovillari unite dalla pista pedo-ciclabile. Domenica scorsa è stata inaugurata l’opera alla presenza dei sindaci dei comuni di Castrovillari e di Morano, rispettivamente Domenico Lo Polito e Nicolò De Bartolo, accompagnati da delegazioni di entrambe le amministrazioni comunali.
La pista rientra nel progetto “Attraversando Natura - Castrovillari e le terre del Parco” che collega, sul vecchio tracciato ferroviario dell’ex Ferrovia Calabro Lucana, il capoluogo del Pollino al borgo di Morano, in un percorso suggestivo che si snoda tra la vegetazione offrendo scorci meravigliosi sul massiccio del Pollino e sulla vallata sottostante. Un percorso ricco di storia, su cui è stato ricalcato il progetto, la strada ferrata della FCL per prima permise, infatti, i collegamenti e gli scambi tra i paesi della Calabria e del Pollino. E proprio lo spirito della condivisione e dello scambio di esperienze ha ispirato il progetto. Il taglio del nastro è avvenuto al “ ponte del Crocefisso” al confine tra le due municipalità. Tanti i cittadini e gli sportivi di entrambi i comuni che hanno preso parte alla cerimonia di apertura del percorso, alla quale era presente, fra gli altri, l’Assessore alle infrastrutture, della regione Calabria, Roberto Musmanno. «Questa è una interessante occasione -ha dichiarato soddisfatto Lo Polito- per comprendere meglio cosa possono suscitare momenti del genere, che qui hanno un valore specifico come il progetto di cui la pista pedo ciclabile è parte-. L’opera rientra nell’ambito dei PISL - programmazione europea 2007-2013, e rappresenta un elemento fondamentale per continuare ad imprimere, con interventi adeguati, quella caratterizzazione dell’area che solo una condivisione attenta può arricchire ulteriormente. Azione che dovrà essere supportata da un’efficace azione da portare avanti in maniera sinergica, in quella logica di partecipazione e coinvolgimento delle istituzioni che comprende tutti gli attori politici, sociali ed economici del territorio, e da cui oggi non si può prescindere se si vuole stimolare una crescita vera, di quelle capacità e vocazioni diffusamente presenti e che lo stesso esistente indica e richiama». La pista rappresenta, inoltre uno degli elementi fondamentali delle azioni dirette ad «un’unità sostanziale della Zona del Pollino e nell’ambito di quel progetto di filo rosso -ricorda il sindaco di Castrovillari-, portato avanti dall’Amministrazione comunale da me guidata, assieme alle altre istituzioni dell’Area, al fine d’integrare, mettere in sinergia e in relazione e dunque ad accrescere l’esistente».
© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners