fbpx

Il Sindaco di Castrovillari rassicura sugli interventi alla discarica

Il Sindaco di Castrovillari rassicura sugli interventi alla discarica
CASTROVILLARI - «Non stiamo agendo in difformità rispetto a quanto previsto dalla regione». È questo il concetto che più volte il sindaco di Castrovillari Domenico Lo Polito ha ribadito ieri pomeriggio durante la conferenza stampa convocata per «chiarire una volta per tutte quelli che sono gli interventi sulla discarica di Campolescia»
. All'incontro erano presenti oltre al primo cittadino il presidente del Consiglio Vico, l'Assessore Pace, la consigliera Silella e Franco Bianchimani responsabile unico del procedimento per la messa in sicurezza della discarica di Campolescia. Questa, lo ricordiamo, era stata al centro di una manifestazione popolare, aspramente criticata da Lo Polito, che nei giorni scorsi si era tenuta a Castrovillari. Il presidente dell'associazione cittadina “Solidarietà e Partecipazione”, Ferdinando Laghi, aveva segnalato “difformità” sugli interventi a Campolescia, formulando “accuse” piuttosto forti nei confronti dell'operato del governo Lo Polito. Al centro della querelle il sito in disuso da anni. Ciò che spiega il primo cittadino è che «la pericolosità della discarica non deriva dal fatto che si stanno facendo opere o dal fatto che si sta colmando la discarica. Campolescia -aggiunge- rientra tra i siti pericolosi e inquinanti, circa una decina in tutta la regione, nei confronti dei quali l'Unione europea ha da tempo avviato procedura di infrazione. Sito che già la Provincia, durante il governo Oliverio, aveva attenzionato e per la quale aveva emesso un provvedimento per la messa in sicurezza, facente capo a finanziamenti europei». Bianchimani spiega come gli argini siano stati danneggiati da un incendio doloso del 2008, evento che ha minato la tenuta del sito stesso. Dopo la denuncia delle presunte irregolarità l'Arpacal, dopo aver effettuato sopralluoghi, ha concesso l'AIA, relativa al progetto di “Messa a norma, adeguamento e aumento della capacità di abbanco della discarica di c.da Dolcetti-Campolescia”. Nel documento si legge che «allo stato attuale i lavori effettuati sono in linea rispetto a quanto autorizzato. Anche gli argini, oggi in rilievo rispetto al piano campagna e secondo le segnalazioni difformi dalle prescrizioni regionali, saranno rimossi a chiusura discarica». Laghi dal canto suo, in qualità di portavoce del comitato contro la discarica di Campolescia, ribadisce che «le spallette artificialmente create come innalzamento dei margini dovranno essere demolite. Rimane la somma di 1milione e 400mila euro che sarà a carico dei cittadini con tasse rifiuti. Dagli studi fotografici e planimetrici -conclude- lo spazio di abbanco ulteriore non c'è». Circa il conferimento da parte di altri comuni, Lo Polito lascia intendere che sulla questione ci sono ancora aspetti da chiarire, ma che certamente vista la possibilità di poter conferire 20 tonnellate al giorno, Castrovillari ne produce circa 18, potrebbe essere vantaggioso utilizzare il sito per tutto il circondario.  
© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners