fbpx

Ex lsu/lpu del comune di Castrovillari attendono rinnovo del contratto, intervento di Confial In evidenza

Ex lsu/lpu del comune di Castrovillari attendono rinnovo del contratto, intervento di Confial

CASTROVILLARI – Gli ex lsu/lpu del comune di Castrovillari, contrattualizzati il 15 dicembre 2015, dopo i ritardi registratisi nelle procedure e l'ok giunto dalla Commissione per la stabilità finanziaria degli Enti Locali che, proprio a dicembre, aveva espresso parere favorevole, tornano ad essere sotto l'occhio del ciclone. Infatti, essendo il comune di Castrovillari in una fase di pre dissesto, è necessario che la Commissione per la stabilità degli Enti Locali dia nuovamente l'assenso per la proroga del contratto fino a dicembre 2016. Sulla questione torna nuovamente il coordinatore nazionale della Confial, Benedetto Di Iacovo, che della vicenda si è occupato sin dalle prime battute.

In particolare, Di Iacovo, dopo il decreto Giubileo che ha previsto la copertura di 50milioni di euro per i 5mila lavoratori calabresi, evidenzia come anche la Regione Calabria abbia inserito nella legge di stabilità “solo 38milioni di euro”. «Questo, nella normalità -spiega-, consentiva, a chi era in regola, di procedere alla proroga dei contratti. Quindi chi scadeva nel 2015 con apposita delibera poteva prorogare al 31 dicembre 2016. Il comune di Castrovillari, essendo in pre-dissesto, per poter procedere alla contrattualizzazione dei lavoratori -sottolinea-, deve chiedere l'autorizzazione nuovamente alla Commissione». A Roma il coordinatore Confial Di Iacovo e il dirigente della Commissione, Bonanno, ne hanno discusso, ma già il 30 dicembre scorso Di Iacovo con i lavoratori è rimasto in Municipio affinché tutti i procedimenti fossero messi in atto ed evitare così quanto accaduto nel 2015. La delibera di proroga per i contratti in scadenza nel 2015 è stata fatta ed è stata anche richiesta di autorizzazione alla Commissione e ogni lavoratore ha dichiarato che il proprio contratto veniva prorogato al 2016, con una clausola sospensiva che dice: “ove la Commissione non dovesse approvare il contratto esso è nullo”. Attualmente, però, si pone un dubbio ossia quello che secondo la legge per la stabilizzazione bisogna fare 24 o 36 mesi continuativi per la stabilizzazione. Il comune di Castrovillari, dopo i ritardi registrati nelle procedure, ha ottenuto la contrattualizzazione solo dal 15 dicembre scorso e per soli 15 giorni. Oggi la Commissione dovrebbe analizzare e approvare la richiesta di proroga ma non potrà farlo prima di aver esaminato il piano di riparto inviato dalla Regione Calabria. La novità importante è che se la cosa venisse approvata il 26 febbraio il contratto partirebbe da questo giorno, però “ai sensi giuridici, per effetto della clausola sospensiva inserita nei contratti”, non si perderebbero giorni di continuità e l'effetto del contratto sarebbe al 1 gennaio 2015. Per tali risultati ovviamente Di Iacovo si è detto molto soddisfatto, soprattutto per “i chiarimenti sugli effetti giuridici”. «Mi auguro -ha detto- che i lavoratori possano concludere questa odissea». Intanto, è stato chiesto un incontro al sindaco Domencio Lo Polito per tutti i chiarimenti del caso mentre lo stato di agitazione viene tenuto fino alla conclusione delle trattative.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners