fbpx
Logo
Stampa questa pagina

A Luzzi si accende il dibattito polito post amministrative

Francesco Montalto Francesco Montalto

LUZZI - Si accende anche in provincia e nei centri dove non si è votato il dibattito politico dopo la tornata elettorale per le amministrative di domenica scorsa. Sul dato elettorale ottenuto dal Pd si sofferma il consigliere comunale luzzese Francesco Montalto per il quale il risultato delle amministrative di Cosenza rispecchia un malessere interno al partito a livello provinciale. “Il Pd - afferma Montalto - è passato dal 22% delle europee al 7% di oggi. Nonostante un governo regionale amico ed oltre all'impegno chiaro di esponenti di governo come la Bruno Bossio e come Adamo ed il premier regionale Oliverio”. Per il consigliere di maggioranza del municipio luzzese evidentemente la grande confusione iniziale con il ritiro di Presta e poi l'alleanza con Verdini sono sintomo di mancata assoluta organizzazione di cui i vertici di partito dovranno rispondere.

“Un partito anomalo - sottolinea - più che un malessere. Anomalo ed in controtendenza rispetto ai dettami nazionali che mirano ad un profondo rinnovamento mentre nella nostra provincia assistiamo ad un rafforzamento di vecchi nomi e di posizioni consolidate che di certo devono attirare, alla luce degli ultimi risultati, i vertici nazionali del partito”. Montalto prosegue non senza guardare, però, alla realtà locale dove nella primavera dell’anno prossimo si tornerà alle urne per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale: “Il Pd oggi dovrebbe rappresentare il punto di riferimento politico di coloro i quali si rivedono negli ideali del cattolicesimo democratico e della social democrazia e non la casa di pochi e sempre gli stessi. Necessita, a mio avviso, una revisione del partito, azzerando se necessario le cariche e ripartendo dalla base con persone nuove e giovani "di pensiero" che tengano al Bene Comune e non al bene proprio partendo da Luzzi dove vi è una assenza assoluta del partito fino ai vertici regionali. Un partito non più vecchio e statico - conclude Francesco Montalto - ma giovane e dinamico che sappia avvicinare i giovani e le donne”.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Roberto Galasso

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.