fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Coronavirus, Corbelli soddisfatto per la chiusura delle scuole In evidenza

Coronavirus, Corbelli soddisfatto per la chiusura delle scuole

COSENZA – Primo giorno di chiusura, ieri, anche per le scuole e le università della regione.  Le disposizioni emanate dal Governo sono state accolte con soddisfazione da Franco Corbelli. “La chiusura delle scuole in tutta Italia sino a metà marzo, disposta dal Governo, - afferma il leader del Movimento Diritti Civili -  è un provvedimento giusto, responsabile, inevitabile e doveroso, mi auguro non tardivo,

che da due settimane Diritti Civili, quasi in solitudine, ha continuato a chiedere, per prevenire i rischi di contagio da coronavirus nelle aule con conseguenze devastanti e irrimediabili”. Per Corbelli si tratta di una importante battaglia per tutta la comunità nazionale che è stata vinta. “Un risultato - prosegue -  che dà un po’ di tranquillità agli studenti, a tutto il personale del mondo della scuola e alle loro famiglie, scongiurando, mi auguro, situazioni ancora più critiche e drammatiche, essendo le scuole luoghi di grande assembramento e, dove per questo, nel caso di presenza del virus, è molto più facile contagiarsi”. Corbelli aveva rivolto un primo accorato appello per la chiusura delle scuole in Calabria e nel resto del Paese, già domenica 23 febbraio. Appello riproposto poi dopo il caso positivo registrato anche in Calabria, sette giorni dopo, domenica 1 marzo.  Dopo il primo intervento e appello di Diritti Civili, la Presidente della Regione, Jole Santelli, lunedì 24 febbraio, aveva, con apposita ordinanza, disposto la chiusura per una settimana di tutte le scuole calabresi, ma il Premier Conte e il Governo si erano opposti sospendendo la stessa ordinanza. Corbelli aveva personalmente, nei giorni scorsi, affrontato il problema con la Governatrice, che aveva invitato “a reiterare l’ordinanza alla luce del caso positivo del pensionato di Cetraro e, soprattutto, dei tantissimi, incontrollati, rientri nella nostra regione, dal Nord, molti anche dai comuni della cosiddetta zona rossa, diversi direttamente dal comune di Codogno, uno dei focolai di questa epidemia. Il leader di Diritti Civili evidenzia, dunque, che “la chiusura delle scuole è un’opera di precauzione e prevenzione, per cercare di contenere la diffusione di questo virus, per scongiurare soprattutto possibili casi di contagio nelle scuole nel caso si dovesse registrare e scoprire qualche caso positivo di coronavirus tra gli studenti o operatori del mondo della scuola, prosegue Corbelli. Una grave situazione da scongiurare assolutamente, intervenendo appunto in tempo con la chiusura temporanea che eviterà anche, in questi giorni, l’affollamento ravvicinato degli stessi studenti (e altri passeggeri) nei mezzi di trasporto regionali. Tra due settimane la situazione dovrebbe essere più chiara e, ci auguriamo, non più così critica e a forte rischio, come in questo momento”.

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Roberto Galasso

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.