fbpx

A breve le dimissioni di 6 pazienti Covid-19 a Cetraro

COSENZA - nota stampa - La battaglia contro il Corona Virus (Covid-19) segna una prima vittoria all’interno dell’ASP di Cosenza e precisamente nel PO di Cetraro, dov’è stata attivata in tempi record il reparto di “Pneumologia Covid dedicato” con 6 posti letto diretta dal dr. Giovanni Malomo. 

«Normativa non chiara per i buoni-spesa»

SAN MARCO ARGENTANO - «La normativa non è chiara e stabilire dei criteri certi è difficile». L’affermazione arriva da Francesco Pignataro, responsabile del patronato Epas - Fna per la zona dell’Esaro, che dallo Scalo di San Marco Argentano arriva fino ad Altomonte.

Roggiano, Filippo Di Scianni è tornato a casa

ROGGIANO GRAVINA - «Volevo comunicarvi che dopo ventitré giorni di ricovero sono ritornato finalmente a casa. Ho sconfitto il Covid-19». Sono queste le prime parole di Filippo Di Scianni, pubblicate sulla sua pagina Facebook non appena rientrato a casa

Esaro, dalla Cina mille mascherine per Arco

ROGGIANO GRAVINA - Le tanto sospirate mascherine di cui si ha fortemente bisogno sono arrivate finanche dalla Cina. Sono mille e le ha ricevute l’Arco, l’Associazione guidata da Francesco Provenzano. È stata la signora Mengjie Hu, moglie d’un imprenditore, che le ha donate inviandole via aerea dall’estremo Oriente, apprezzando con questo il “nobile impegno” della Onlus sul territorio e non solo.

Sette in totale i positivi al Covid-19 del comprensorio

 

VALLE DELL'ESARO - Con la 29enne di Altomonte, risultata “positiva” dopo il tampone di lunedì, salgono a tre gli infettati da Covid-19 nella cittadina e di conseguenza a sette in tutto l’Esaro. Una sorta di “triangolo” territoriale quello tra Roggiano Gravina, dove sono scoppiati i primi due casi, Altomonte, dove oltre all’ultimo ci sono stati quelli intermedi, e Terranova da Sibari, dove i positivi sono emersi alcuni giorni or sono.

Fagnano, il sindaco-vigile Tarsitano in strada per controllo

FAGNANO CASTELLO - Il primo cittadino Giulio Tarsitano passa dalla scrivania alla strada. La sua non è una “provocazione” ma un aiuto concreto ai suoi pochi addetti alla vigilanza. Così, indossata la pettorina, ma soprattutto mascherina e guanti e con tanto di paletta in mano, ha fatto capolino nella centralissima Piazza Splendore per controllare chi andava in giro e soprattutto se aveva con sé o meno la prescritta autocertificazione.

La corona del Rosario quale antidoto al Coronavirus

SAN MARCO ARGENTANO - «La corona del Rosario quale antidoto al Coronavirus. Lo afferma – in una nota il Vescovo di San Marco – Scalea, monsignor Leonardo Bonanno. «In questa particolare Quaresima rimaniamo uniti nella preghiera – prosegue – specie nelle opere della penitenza e della carità, spiritualmente vicini alla sofferenza di tanti nostri fratelli con le iniziative messe in campo da sacerdoti, religiose e religiosi coadiuvati dai diaconi, seminaristi (che hanno dovuto interrompere il loro iter formativo nei seminari) e dai fedeli laici impegnati nelle comunità ecclesiali della diocesi. 

Sant’Agata, consegnate dall'Arco mascherine anti-contagio

S. AGATA D’ESARO - Dopo San Marco Argentano e Villa San Giovanni (Reggio Calabria), l’Arco, Associazione ri-uniti Calabria oncologia, sodalizio presieduto da Francesco Provenzano, ha consegnato ieri mattina ben centotrenta mascherine al Comune di Sant’Agata di Esaro alla presenza del Commissario prefettizio, dottoressa Antonella Vecchio e del gruppo di volontari che gestisce l’emergenza Coronavirus assistendo i bisogni di anziani e persone in difficoltà. Sempre nella cittadina dell’Esaro, si registra l’iniziativa di “Sade Future Lab”, un nuovo gruppo di lavoro che vuole agire ed impegnarsi a favore della popolazione. In questo momento di criticità ed emergenza sanitaria, consci del rischio che corre la popolazione, i promotori hanno deciso «di creare un fondo da destinare all’emergenza Covid-19”». I fondi, già versati con generosità, saranno utilizzati per il supporto a persone e/o enti che ne avranno bisogno, ad esempio per farmaci o per carburante dell’ambulanza. I fautori dell’iniziativa stanno dando un esempio concreto di solidarietà che indica alla comunità una via di speranza e di futuro. E da chi è stata avviata l’idea arriva il commento: «Siamo tutti emozionati da questi gesti d’umanità».

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners