fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Ecco a voi la 3a edizione del Carnevale dell’Esaro

  • Quattro giorni tra San Sosti, Roggiano e San Marco
La conferenza stampa di presentazione La conferenza stampa di presentazione

ROGGIANO GRAVINA - Nella splendida location di “Palazzo Salerno”, nel cuore del centro storico roggianese, è stata presentata nei giorni scorsi la 3. edizione del Carnevale della Valle dell’Esaro. Presenti i sindaci Ignazio Iacone (Roggiano Gravina), Virginia Mariotti (San Marco Argentano) e Vincenzo De Marco (San Sosti), la conferenza ha visto anche gli interventi ed i saluti degli assessori o consiglieri delegati, il vicesindaco roggianese Giuseppe Marsico, l’assessore sammarchese Angela Petrasso e la consigliera sansostese Maria Tricanico, oltre che gli esponenti delle Pro Loco, tra cui Maria Barillà presidente della “Artemisia” di San Sosti”.

Una “bella sinergia territoriale” partita da quasi quattro anni che punta a diventare un “evento storicizzato” per ottenere dei finanziamenti e puntare così a crescere anche con più comuni e soprattutto con l’entusiasmo dei ragazzi per “regalare un bel sorriso tramite questa osmosi culturale”. Ben diciotto i carri iscritti insieme a cinque gruppi mascherati, per un montepremi che supera i 2mila euro. Il percorso itinerante è già partito oggi pomeriggio 2 marzo dallo Scalo di San Marco per proseguire in serata a San Sosti per la “bicchierata 2019”. Un evento quest’ultimo che si perpetua per il decimo anno grazie all’idea di Luigi Sirimarco nel riempire - allora - ben 2009 bicchieri di vino da offrire ai visitatori, quest’anno accompagnati dalla “polpetta”, regina della serata grazie agli allievi dell’Istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera di San Marco.  Domani, 3 marzo, ancora a San Sosti, raduno in via Piano della Fiera. Lunedì 4 marzo la carovana si sposterà nell’abitato di Roggiano Gravina con raduno in Via Vittorio Emanuele e quindi martedì 5 si concluderà a San Marco Argentano con la sfilata finale e le premiazioni.  

© Riproduzione riservata



Abbonati a dirittodicronaca.it

Caro lettore, cara lettrice,
ci rivolgiamo a te sottovoce, per sottolineare il senso di gratitudine che, con il tuo continuo interesse, hai dimostrato durante questi anni di attività ininterrotta di informazione che DIRITTO DI CRONACA ha gratuitamente garantito sul Territorio dal 2009. A giugno 2020, nel pieno della pandemia, abbiamo chiesto un sostegno economico libero per far fronte a nuovi oneri economici e poter garantire il servizio di informazione. I risultati, purtroppo, non sono bastati a coprire tutte le spese. A quei pochi sostenitori, però, va il nostro profondo senso di gratitudine e di riconoscenza.
Quanto fatto potrà avere un seguito solo se ogni utente lo vorrà davvero, dimostrandolo fattivamente, anche se in maniera puramente simbolica: sostenendoci con l'irrisorio contributo di un solo caffè al mese. Questo darà la possibilità di accedere a tutti i contenuti della nostra piattaforma di informazione, che sarà resa più fruibile e più "smart" e arricchita di nuovi approfondimenti e nuove rubriche che abbiamo in cantiere da tempo ma che non abbiamo potuto realizzare per carenza di fondi.
Ti ringraziamo di vero cuore sin d'ora per quello che farai per sostenere Diritto Di Cronaca.

NON STACCARCI LA SPINA... AIUTACI A MANTENERTI SEMPRE INFORMATO!
Emanuele Armentano


abbonati per 6 mesi

abbonati per 12 mesi


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Alessandro Amodio

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.