fbpx
Logo
Stampa questa pagina

San Marco, oltre 9 milioni di euro stanziati e mai spesi per l'ex Ospedale In evidenza

L'ex Ospedale non riconvertito in Casa della Salute L'ex Ospedale non riconvertito in Casa della Salute

SAN MARCO ARGENTANO - “Oltre nove milioni di euro stanziati per riconvertire l’ex presidio ospedaliero “L.Pasteur” di San Marco Argentano in Casa della Salute. Ma i lavori per il ripristino della struttura e per effettuare i dovuti adeguamenti funzionali non sono mai partiti. Così come non sono state acquistate le strumentazioni tecnologiche necessarie. Quei soldi, oggi diventati fondi Pac 2007-2017, sono ancora fermi.

Purtroppo, bisognava intervenire dieci anni fa, quando si decise di chiudere l’ospedale per riconvertirlo in Casa della Salute. Ad oggi non è stato fatto nulla, si è lasciato nel più completo deserto sanitario tutta la valle dell’Esaro”. È quanto denuncia il consigliere regionale del Pd Carlo Guccione che, nei giorni scorsi, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al presidente della Giunta regionale, Jole Santelli, per sapere “attraverso un chiaro e reale cronoprogramma e individuando un responsabile che abbia il compito di vigilare sulla realizzazione della struttura, in modo da evitare il solito scarico di responsabilità, quali iniziative urgenti saranno adottare affinché, finalmente, partano i lavori di realizzazione della Casa della Salute di San Marco Argentano, considerando che entro il 2011, in base al Decreto n.18 del 22 ottobre 2010, sarebbe dovuto avvenire il processo di riconversione dell’ospedale Pasteur. “La storia della riconversione dell’ex presidio ospedaliero “L. Pasteur” a Casa della Salute di San Marco Argentano dura ormai da oltre dieci anni. La Regione Calabria, in base all’articolo 6 comma 1 del DL 35/2019 convertito in Legge n. 60/2019, ha stipulato – spiega il consigliere Guccione - una convenzione quadro con Invitalia Spa quale centrale di committenza per la progettazione e realizzazione dei lavori. L’Asp di Cosenza ha aderito alla suddetta convenzione non solo per la fase di gestione delle procedure di gara, ma anche per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione della Casa della salute di San Marco Argentano. Ad oggi nulla è stato fatto in merito alla realizzazione degli interventi sulla Casa della Salute nonostante, in questi anni, siano stati azzerati tutti i servizi ospedalieri e sanitari a danno del diritto alla salute dei cittadini di San Marco e della Valle dell’Esaro. Si passi concretamente alla realizzazione di questa importante struttura che, una volta entrata in funzione, sarà in grado di erogare servizi e cure sanitarie e sociosanitarie più capillari ed efficienti per tutta la Valle dell’Esaro”.

 

 

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Redazione

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.