fbpx
Logo
Stampa questa pagina

Notaristefano ribatte a Forza Italia sulle dimissioni di Papasso

Lino Notaristefano Lino Notaristefano

CASSANO – (Comunicato stampa del capogruppo del Partito Socialista, Lino Notaristefano) Non varrebbe veramente la pena sprecare il tempo a rispondere  alle infantili ed insensate dichiarazioni di “Noi con Salvini” e di Forza Italia che, nel trattare del “caso Garofalo”, arrivano a chiedere le dimissioni del Sindaco e della maggioranza consiliare  per ritornare alle urne.
Se intervengo è solo per rispetto dei cittadini, che leggono la stampa ed hanno il diritto di conoscere la verità.

Perché un Sindaco che è stato eletto con voto plebiscitario dovrebbe dimettersi?
Per far contento il Candidato a Sindaco Leghista di Cassano, che è stato quello meno votato d’Italia e che aspira a tornare alle urne con la speranza di riuscire a raccattare qualche decina di voti in più?
Il ritorno anticipato alle urne serve forse al partito di Forza Italia, che nelle ultime consultazioni elettorali non è riuscito a raggiungere neanche  il quorum necessario per eleggere un consigliere comunale?
Affezionatevi alla politica seria, se volete crescere e conquistare consenso. E smettetela di giocare con il destino della gente di Cassano che è stanca e disgustata, oppressa da problematiche serie e vitali e si aspetta dalla politica azioni ed iniziative finalizzate esclusivamente al raggiungimento del benessere collettivo e di una migliore qualità della vita per tutti.
Ci dispiace che Noi con Salvini e Forza Italia non riescano ad accettare il fatto che la gente di Cassano abbia assegnato  enorme fiducia al Sindaco Gianni Papasso,  che si è sempre contraddistinto per l’attaccamento alla sua città; che ha lavorato in maniera seria, concreta e, soprattutto, trasparente per risollevare le sorti di una Comunità lasciata, per troppi anni, nell’abbandono più totale ed utilizzata esclusivamente per costruire successi politici e progressi personali.
Il Comune è fermo, dicono loro! Dimenticano che il Sindaco Papasso e l’attuale maggioranza si sono insediati alle porte dell’estate, dopo otto mesi di commissariamento dell’Ente, in una situazione di grave emergenza dalla quale solo ora siamo riusciti ad emergere, con grandi sforzi e lavorando senza sosta.
Se i rappresentati della Lega Nord e di Forza Italia di Cassano avessero partecipato alla bellissima iniziative del 26 Settembre, presso il Museo Archeologico di Sibari, avrebbero potuto avere la consapevolezza di come sta lavorando bene la nostra amministrazione e verso quali ampi orizzonti sta lanciando la Città! Questo, forse! Perché loro sono “contro” a prescindere!
A costoro chiediamo di lasciarci lavorare in pace ed in tranquillità, con la passione ed il senso del dovere che ci contraddistingue, per il bene collettivo.
La smettano di denigrare, pur di avere visibilità, il Sindaco e la maggioranza, eletti democraticamente e liberamente dagli elettori, oltraggiando l’immagine e la dignità dell’intera Città di Cassano All’Ionio.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Redazione

Template Design © Expressiva Comunicazioni. All rights reserved.