fbpx

Per le amministrativa di Luzzi scende in campo l'ex preside Garofalo

LUZZI - Le amministrative, a Luzzi, sono ormai prossime. E l’ex preside Vincenzo Garofalo è pronto a scendere in campo. A pochi mesi dalla competizione elettorale, infatti, nella cittadina luzzese comincia a muovere i primi passi un movimento dell’area civica - moderata con l’intento di realizzare un nuovo progetto per gestire il territorio. “Un programma semplice ed efficace per vincere la disaffezione dei cittadini alla vita politica della propria comunità”. Ad affermarlo è proprio l’ex dirigente scolastico che sta valutando le condizioni per proporre un “progetto politico alternativo con una lista civica che possa mettere insieme tante professionalità e tanti giovani che hanno come solo e unico obiettivo quello di lavorare con senso di responsabilità per dare delle risposte concrete ai cittadini”.

Barone (Idm) chiede le elezioni per la Provincia di Cosenza

TARSIA – (Comunicato stampa) «Alla luce degli esiti del referendum, svanita l’ipotesi della cancellazione delle province dalla Costituzione, non si può più prendere tempo: bisogna indire al più presto le elezioni provinciali di Cosenza perché tra “tira e molla”, ricorsi e controricorsi si è già perso tanto, troppo, tempo». A dichiararlo in una nota è Cristian Barone, dirigente dell’Italia del Meridione e assessore del comune di Tarsia.

L'analisi di Forza Italia Torano sul voto di Cosenza: "Occhiuto esempio per tutti"

TORANO - Il risultato delle recenti amministrative e la riconferma di Mario Occhiuto alla guida di Palazzo dei Bruzi, al primo turno, con percentuali di consenso indiscutibili, si devono analizzare anche in ottica prettamente provinciale. A sostenerlo è Saverio De Bartolo, membro del coordinamento provinciale di Forza Italia. “La riconferma al primo turno del sindaco Occhiuto, non mi sorprende. Il sentimento da tempo dominante in città era questo e le elezioni hanno finito solo per cristallizzarlo. I meriti del sindaco e della sua squadra di governo, - prosegue il dirigente politico toranese - erano del resto tali e tanti, soprattutto rispetto al passato, da non poter non indurre, anche i più scettici e perfino molti elettori orientati tradizionalmente a sinistra, a riconoscergli ancora una volta la propria fiducia ed il proprio mandato”.

A Luzzi si accende il dibattito polito post amministrative

LUZZI - Si accende anche in provincia e nei centri dove non si è votato il dibattito politico dopo la tornata elettorale per le amministrative di domenica scorsa. Sul dato elettorale ottenuto dal Pd si sofferma il consigliere comunale luzzese Francesco Montalto per il quale il risultato delle amministrative di Cosenza rispecchia un malessere interno al partito a livello provinciale. “Il Pd - afferma Montalto - è passato dal 22% delle europee al 7% di oggi. Nonostante un governo regionale amico ed oltre all'impegno chiaro di esponenti di governo come la Bruno Bossio e come Adamo ed il premier regionale Oliverio”. Per il consigliere di maggioranza del municipio luzzese evidentemente la grande confusione iniziale con il ritiro di Presta e poi l'alleanza con Verdini sono sintomo di mancata assoluta organizzazione di cui i vertici di partito dovranno rispondere.

Dopo il voto il segretario dei comunisti di Luzzi annuncia le dimissioni

LUZZI - La débâcle del Partito Comunista alle amministrative di domenica scorsa scuote i dirigenti e militanti luzzesi. Il segretario Francesco Montalto ha subito annunciato le dimissioni, denunciando uno “stato d’inagibilità” ed invitando il segretario nazionale Marco Rizzo a mettersi da parte. "Il flop elettorale del Partito Comunista, in Italia come in Calabria, non è un segnale che può essere sottovalutato, a partire dai risultati della stessa Torino dove si è raggiunto solo lo 0,8%, sebbene fosse candidato il segretario nazionale Marco Rizzo, per non parlare del meridione, con lo 0,3% a Napoli. I sondaggi vedevano il partito persino al 5%, ma dalle urne esce sconfitto e bacchettato dall'elettorato. Tutto questo non è un caso -sottolinea il giovane segretario luzzese, Francesco Montalto- e Marco Rizzo dovrebbe fare un bagno d'umiltà, mettendosi da parte".

Fdi contro l'esecutivo Tedesco per l'espianto degli ulivi

LUZZI - FdI chiede spiegazioni all’esecutivo di “Palazzo Vivacqua” sull’espianto degli alberi di ulivo nell’area dove si realizzerà l’ampliamento del cimitero. “Come per Gesù di Nazareth anche per l'amministrazione Tedesco “l'orto degli ulivi” rappresenta un luogo molto nefasto. Si rileva, però, - afferma il portavoce del locale circolo di FdI, Alessandro Cilento - l'unica ma fondamentale differenza inerente al fatto che Gesù fu vittima di tradimento mentre, nell'attuale caso, è l'amministrazione Tedesco a essere artefice di tradimento nei confronti dei cittadini luzzesi”.

Fdi contesta le modalità di scelta degli scrutatori

LUZZI - “Il modus operandi della commissione elettorale comunale risulta essere privo di requisiti d’imparzialità e neutralità”. La denuncia è del portavoce locale di FdI, Alessandro Cilento, a seguito delle recenti attività di nomina degli scrutatori per il referendum del 17 aprile. “Nomine - sostiene Cilento - che risultano essere figlie di logiche clientelari le quali poco hanno a che fare con una gestione trasparente e imparziale della cosa pubblica. Trattasi, in verità, di prassi consolidata che, a nostro avviso, - prosegue il dirigente di FdI - andrebbe abolita in quanto costituisce essenzialmente una pratica diretta ad alimentare un sistema clientelare.

Sfiducia ad Occhiuto, il punto di vista di Verta

COSENZA - «Quando ci sono delle fratture in un partito, ci sono sempre delle corresponsabilità. La colpa non è mai solo di una persona». Il coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani, Williams Verta, molto legato all'ex presidente del consiglio comunale di Cosenza Luca Morrone, ha le idee chiare e, soprattutto, dopo il “crollo” dell'ex sindaco, non si nasconde. «Personalmente - ammette - non ho condiviso la scelta di sfiduciare Mario Occhiuto, però allo stesso tempo bisogna rimboccarsi le maniche e andare avanti. Non sono abituato a piangere sul latte versato». Poi, sull'operato dello stesso Occhiuto osserva: «In quasi cinque anni di lavoro è stato positivo. Siamo riusciti ad ottenere un sacco di risultati.

Stefano Toscano è il coordinatore provinciale di Studenti per le libertà

COSENZA - (Comunicato stampa) Studenti per le Libertà, movimento universitario di Forza Italia, ha trovato in Stefano Toscano, originario di Spezzano Albanese, la figura adatta per rilanciare il movimento all'interno della provincia di Cosenza e quindi all'interno dell'Università della Calabria. Il neo coordinatore provinciale, studente presso l'ateneo cosentino, si dice orgoglioso dell'incarico ricevuto, affermando: "Ringrazio il coordinatore regionale di SpL Vincenzo Primerano e il presidente nazionale Giuseppe Romeo per la fiducia riposta nei miei confronti, che cercherò di ripagare al meglio attraverso un impegno costante e produttivo.

A Luzzi si muovono i primi passi verso le prossime amministrative

LUZZI - Si iniziano a muovere i primi passi, a Luzzi, in vista delle amministrative dell’anno prossimo. A ripartire da dove era rimasto, nel 2012, ma con un progetto tutto suo, è Roberto Bevacqua. Il giovane professionista, infatti, era alla guida della lista civica “Luzzi Cambia”, sostenuta dal centrodestra, poi ricusata. “E’ un nuovo contenitore politico - spiega Bevacqua - ispirato e sostenuto dalla società civile di cui faranno parte le persone di buona volontà, preparate, oneste, non compromesse con esperienze passate e scevre da calcoli numerici e familistici”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners