Saracena, un flop l'incontro con i sindaci per il piano rifiuti

  • Gagliardi invita l’assessore rizzo a saracena
il Sindaco di Saracena Mario Albino Gagliardi il Sindaco di Saracena Mario Albino Gagliardi
Hostaria Antico Borgo

SARACENA - (comunicato stampa)  Nuovo piano regionale dei rifiuti. Si è rivelato un autentico flop l’incontro tenutosi ieri (lunedì 22), presso la Cittadella Regionale tra l’assessore all’ambiente regionale Antonella RIZZO ed i Sindaci: su 409 se ne sono presentanti circa 70. Saracena ha ribadito, nell’occasione, la richiesta: riconoscimento della propria gestione autonoma del ciclo dei rifiuti. È quanto dichiara il Sindaco Mario Albino Gagliardi che, prendendo parte all’incontro, ha invitato, tra l’altro, l’assessore Rizzo ed il dirigente generale del Dipartimento all’ambiente Domenico Pallaria nel Paese del Moscato Passito per constatare da vicino il funzionamento del ciclo integrato dei rifiuti. Entrambi dovrebbero fare tappa a Saracena il prossimo martedì 1° MARZO. Attivazione degli ATO (Ambiti Territoriali Ottimali) e degli ARO (Ambiti di Raccolta Ottimali). Abbiamo ribadito – sottolinea il Primo Cittadino – la necessità di riconoscere la gestione autonoma del settore rifiuti all’ente comunale che, come per il ciclo dell’acqua, non può essere assimilato agli altri enti locali. Il Comune – ha precisato - non può essere inserito in nessuna ARO, così come definito dalla Legge Regionale, che prevede l’affidamento al privato della gestione dei servizi; né può partecipare all’ATO di Cosenza perché sarebbe ingiusto partecipare ai costi di gestione amministrativa dello stesso Ambito, non ricevendo alcun servizio. Saracena – continua - è tra i comuni calabresi con la più alta percentuale di raccolta differenziata. Come per il servizio idrico, anche per il ciclo dei rifiuti la comunità del Paese del Moscato ha costruito negli anni un sistema di gestione che prescinde dal ricorso al privato nella gestione dell’intero settore. L’Amministrazione Comunale – si sottolinea - provvede direttamente non solo alla raccolta, ma anche alla valorizzazione ed al conferimento delle frazioni differenziate ai vari consorzi del CONAI. Inoltre provvede a trattenere già da diversi mesi anche la frazione organica che viene trattata in un apposito impianto realizzato con risorse del comune. L’intera frazione organica sarà trattenuta entro il prossimo trimestre. Quindi il Comune di Saracena interloquisce con il sistema Regione solo per la residua frazione del secco indifferenziato (sacco nero). Date queste premesse – conclude GAGLIARDI – non può non essere riconosciuta l’autonomia gestionale dell’Ente anche in questo settore strategico della vita amministrativa. La richiesta non è motivata da fattori strumentali o da intenti polemici, ma esclusivamente dal riconoscimento di un’esperienza virtuosa che va tutelata nell’interesse generale e riteniamo, anche, come motivo di orgoglio per lo stesso Governo regionale.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners