Saracena punta alla valorizzazione del patrimonio boschivo

Saracena punta alla valorizzazione del patrimonio boschivo

SARACENA – (Comunicato stampa) La valorizzazione del patrimonio boschivo, attraverso tutte le filiere, dal taglio del legno alla produzione di beni e servizi, resta una delle priorità dell’Amministrazione Comunale. L’obiettivo è quello di far diventare la montagna strumentale all’industria del legno, del pellet, delle biomasse e del mobile. Proteggendo il bosco (inclusa la prevenzione degli incendi), tutelando il paesaggio e condividendo con la comunità l’offerta di nuove occasioni di lavoro, soprattutto per le nuove generazioni.

È quanto dichiara il Sindaco Mario Albino GAGLIARDI informando che è stata costituita una equipe tecnica di esperti, 2 giovani professionisti cittadini affiancati da un esterno per progettare la partecipazione del Comune a tutte le misure del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Calabria.  
Mentre qualche candidato alle prossime amministrative – dichiara – continua a raccontare ciò che avrebbe intenzione di fare domani, per promuovere il ritorno alla terra dei giovani o, ancora, in tema di PSR del futuro, la nostra squadra amministrativa – scandisce GAGLIARDI – si occupa, disegna e produce oggi iniziative ed azioni concrete per offrire tangibili occasioni di crescita e di iniziativa imprenditoriale legate a tutte le declinazioni locali dello sviluppo sostenibile.
E sempre in questo quadro si inserisce l’approvazione del progetto preliminare per la realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale lungo il perimetro esterno del centro storico cittadino con recupero e ripristino della vecchia strada Cappuccini.
L’obiettivo – spiega il Sindaco – è quello di rendere fruibile il borgo antico per contrastarne lo spopolamento; favorire i turismi offrendo nuovi servizi e nuove occasioni di sviluppo; recuperare le infrastrutture esistenti creando nuove opere per i cittadini e, in definitiva, migliorare la qualità della vita.
GAGLIARDI precisa, infine, che la realizzazione dell’opera non comporta alcuna spesa per l’ente perché finanziata interamente con fondi PON e POR e che a breve verrà pubblicato il bando per l’aggiudicazione dei lavori.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners