fbpx

Ristorante Panoramik - Acri (CS)

Ad Acri c'è un locale storico che molti di voi lettori conosceranno già, parlo del ristorante Panoramik.
Il Panoramik è lì dal 1976 e della gestione dello stesso si occupa ormai da anni, con giustificato orgoglio, la nuova generazione della famiglia Ferraro.
All'arrivo di un assolato sabato di luglio ci accoglie il sorriso sereno di Salvatore, eccellente padrone di casa, che ci fa accomodare ad uno dei tavoli della luminosa, moderna e pulitissima sala dove abbiamo subito dimenticato il caldo esterno. L'ambiente fresco e rilassante e l'accoglienza consapevole del proprietario, con i modi di chi conosce bene il suo mestiere e sa come accogliere con spontaneità chi entra, ci hanno subito messo a nostro agio.

Gusto Toscano Ristorante - Cosenza

Quando torno in un locale dove sono stata bene, se è passato del tempo, lo faccio sempre con un po' di ansia e mille incertezze, ho una sorta di paura che il ricordo bello possa essere cancellato da una nuova esperienza non all'altezza. Sono tornata dopo tre anni al Gusto Toscano ed è successo il contrario: la bella esperienza di allora si è arricchita, con il pranzo di cui vado a parlarvi, di nuovi ottimi elementi che mi fanno ancora una volta dire che Gusto Toscano è davvero un gioiellino nel cuore di Cosenza.
Piatti di altissima qualità, realizzati con prodotti di eccellenza e moderne tecniche di cottura che il preparato personale di cucina padroneggia con garbo, una carta dei vini impeccabile e molto variegata col supporto di un sommelier di terzo livello, un'accoglienza in sala che non ha eguali.

Abbiamo affrontato questa esperienza navigando a vele spiegate tra la terra e il mare, portandoci a casa il ricordo di piacevoli contaminazioni tra Calabria, Toscana e terre più lontane.
Per avere un quadro completo ci siamo affidati ai menù degustazione che, se siete come me amanti del buon mangiare, vi consiglio vivamente per vivere appieno questa esperienza, noi abbiamo lasciato al sommelier anche il piacere di servirci il giusto accostamento con ogni piatto e davvero non ce ne siamo pentiti. Ci si lascia alle spalle il mondo esterno e si presta attenzione per un'oretta o due solo alle proprie papille gustative.

La prima entrée dello chef è un'ostrica con riduzione di lamponi e lime, una sensazione di puro e fresco piacere. La seconda entrée è invece scoppiettante: sotto uno strato di carpaccio insolito pop corn alla 'nduja.

Nel frattempo i pani serviti a tavola, grande varietà tutta autoprodotta, catturano la nostra attenzione e nell'attesa dell'antipasto li assaggiamo con l'olio toscano e lo strepitoso burro di Normandia aromatizzato al pistacchio, al tartufo e alla 'nduja. Passiamo poi agli antipasti: alici del Cantabrico  farcite con burrata e servite con maionese al lime. Gamberi in pastella e fiori di zucca croccantissimi con maionese al pomodoro e una deliziosa panzanella rivisitata con saporito prosciutto iberico, olive taggiasche e grana.

I primi piatti sono irresistibili, non saprei scegliere il migliore tra le semplici e deliziose orecchiette mantecate con scorfano e gli schiaffoni di grano duro al pomodoro con battuta di chianina e burrata. Un piatto fresco quest'ultimo, complesso e ben equilibrato in cui distinguiamo una piacevole nota di cumino che ci parla di viaggi in terre straniere.
I secondi non sono da meno: strepitoso e molto estivo il filetto di branzino all'amo  con pomodorini olive e zucchine, più classico ma altrettanto sublime il filetto di chianina con patate al timo.Non possiamo non fare onore ai dolci che sono delle vere e proprie opere d'arte serviti con distillati di eccelsa qualità: il classico e sempre gradito tiramisù è presentato in un guscio di croccante cioccolato. La sfera di cioccolato che si scioglie sotto il getto di altro cioccolato fuso rivelando il suo dolce e goloso ripieno ci lascia estasiati. Quasi un incantesimo al quale ci abbandoniamo con voluttà. Ci risveglia il caffè al quale accompagnano sempre una selezione di bon bon.

Come ebbi già a dire confermo che eleganza, garbo e cortesia si annunciano in questo locale fin dall'ingresso e accompagnano il cliente fino a che lascia, certamente soddisfatto, il suo tavolo. Per noi è stato così.

Gusto Toscano Ristorante

Via Isonzo 22/24
87100 Cosenza
Tel./Fax: 0984.1782270
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.gustotoscano.net/
https://www.facebook.com/GustoToscanobistrot


BOA SORTE - Sushi fusion a Cosenza

Si entra da via Isonzo ma in realtà non si tratta di una porta d'ingresso quanto piuttosto di un portale magico. Una volta varcata la soglia si lasciano tempo e spazio e ci si ritrova in una dimensione rilassata, al di fuori delle dimensioni note, pronti a farsi coccolare per la durata di un pasto.
Il Boa Sorte che, oltre a Cosenza, ha sede anche a Rende e Roma non è il solito modaiolo ristorante di Sushi. È piuttosto un'esperienza Fusion, un equilibrio perfetto tra cucina giapponese e stile e cultura hawaiian-brasiliana che si assapora dall'inizio alla fine: dal rito delle salviettine purificanti in pastiglie, che magicamente si gonfiano irrorate di acqua, fino al dolce.

Agriturismo Paglialonga a Bisignano (CS)

Vi sembrerà forse strano sentirmi dire che è difficile nelle nostre zone trovare un agriturismo ma se riflettete un attimo converrete con me.
Per Agriturismo intendo quel luogo in cui è possibile vedere come si coltivano i prodotti e si allevano gli animali, alla cui tavola si consuma prevalentemente ciò che si produce nell' azienda agricola e non si serve qualunque cosa durante tutto l'anno e si riescono fare banchetti per centinaia di persone a dispetto dei prodotti agricoli tipici e di qualità. L'Agriturismo Paglialonga è un vero agriturismo nato come derivazione e compendio  di una ricca e ben avviata azienda agricola in cui si allevano maiali, galline e soprattutto cavalli, in cui agli animali si da da mangiare il grano che si produce e gli avanzi di cucina, in cui l'orto si fa davvero in tutte le stagioni e i prodotti dell'orto si utilizzano nel ristorante e si conservano per lo stesso fine.

Ristorante di pesce I Marinai a Montalto Uffugo (CS)

Ristorante di pesce I Marinai a Montalto Uffugo (CS)
Da cosa nascono le cose migliori? Dalle grandi passioni. Giuseppe e Antonio di passione per la cucina ne hanno avuta tanta fin dai banchi dell'albeghiero. Questa grande passione, che con sacrificio ed impegno hanno coltivato per anni, li ha portati al loro fresco locale in cui servono dell'ottimo pesce di primissimi qualità a prezzi davvero competitivi. 
Entrando sembra di essere in una località balneare, bianco e blu a farla da padroni e sulle pareti tanti dipinti marini.
Accolti dal sorriso di Giuseppe, che non nasconde tuttavia le preoccupazioni che nel periodo covid sono state e sono comuni a tutti gli operatori del settore, ci accomodiamo in un luminoso angolo del locale e ci prepariamo ad assaggiare la cucina di Antonio che si dedica totalmente ai fornelli.L'antipasto misto di caldi, freddi e gratinati colpisce la nostra attenzione.

Ristorante Molo 87

C'è voglia di tornare alla vita regolare e anche andare a mangiare in un ristorante  può rappresentare un modo di star bene.
I locali più belli e sicuri in questo periodo sono i più piccoli e di qualità, pochi tavoli, tutta l'attenzione dei gestori e ottimi piatti per coccolare il nostro palato. 
Tutto ciò abbiamo pensato scegliendo uno dei tavoli di Molo87 un bellissimo, raccolto e suggestivo localino nel centro di Cosenza.
L'amore e la dedizione dello chef proprietario Giampiero Vennera e del suo inseparabile cugino (eccellente uomo di sala) si palesano fin dall'arrivo. Accoglienza disinvolta in un locale che ti toglie dal tempo e dallo spazio per farti ritrovare in un'atmosfera unica e davvero distensiva.

A Cantina Cosentina


Si riparte con i  nostri percorsi del gusto, un pranzo all'aperto quasi col sapore di un pic-nic  in un luogo insolito. Mangiamo alla Cantina Cosentina sotto gli alberi cittadini di via Plebiscito con lo scorrere del fiume sottostante a fare da colonna sonora. 
Oltre le rustiche salette, pulitissime e ben arredate, calde e accoglienti come si conviene al nome del locale, il dehors permette di gustare ed apprezzare questo locale anche in estate sia a pranzo che a cena con il complesso monumentale di San Domenico a fare da sfondo.
Un solo ingrediente non muta mai: la calda accoglienza che riservano agli ospiti il proprietario e le sue figlie. Quando ci si siede ad uno dei tavoli si viene da subito coccolati con  una ciotolina di deliziosa 'nduja e dell'ottimo pane di Cuti, il vino non può che scattare in automatico così come le coccole dell'antipasto composto come da tradizione di assaggi caldi e freddi, salumi, verdure, polpette, tortini e insalate che variano secondo la stagione e che restano immutati nella qualità. 
Il sig. Felice può narrare la storia e l'origine di qualunque cosa venga servita. Troviamo tutto davvero molto gustoso e poiché abbiamo deciso di accomodarci ad uno di questi tavoli non possiamo non assaggiare la golosa lagana e ceci di tradizione e i  paccheri della Cantina che con il fuoco della 'nduja, la freschezza dei pomodorini e il sapore di olive nere e ricotta sono un piatto tutto da assaporare.
Per il secondo ci lasciamo tentare dal tartufo nero del Pollino che accompagna un tortino di patate con cuore di caciocavallo su fonduta di Caciocavallo silano, ci viene presentato come eccezionale e noi nel gustarlo non possiamo che confermare. 
Ci sarebbero i dolci tradizionali come le varchiglie di cui ci parla il sig. Felice che si possono degustare in questo locale dove nulla viene lasciato al caso, ma noi oggi ci fermiamo al caffè.


A Cantina Cosentina
Corso Plebiscito 12
87100 Cosenza CS

Tel. 0984 21469

https://www.facebook.com/acantinacosentina/

 

Ristorante Mareluna 2.0

Che si parli del nostro territorio come set cinematografico è davvero raro, eppure per un paio di mesi Cosenza e Rende si sono viste piacevolmente invadere da una nutrita troupe di attori e maestranze impegnate nella realizzazione del film  “Ostaggi”di Eleonora Ivone.
Un cast d'eccezione tra cui spiccano i nomi di artisti del calibro di: Alessandro Haber, Gian Marco Tognazzi, Francesco Pannofino, Vanessa Incontrada, Jonis Bascir ed Eleonora Ivone stessa. 
Abbiamo scoperto che preferivano un localino di nostra conoscenza per le loro soste culinarie e siamo andati, meno di due settimane fa, a curiosare al Ristorante Mareluna 2.0 dove spesso a cena li si poteva incontrare (a pranzo erano quotidianamente alla sede di Rende del Mareluna, quella di via Pertini vicino al Metropolis). 
Non siamo ottimi segugi per quanto riguarda gli attori perché l'ultima sera (quando finalmente ci siamo  decisi ad andare) erano ahimè impegnati altrove nella festa finale.
Siccome però siamo straordinari segugi in fatto di cibo con l'occasione del cinema abbiamo scoperto un'ottima cucina di pesce. 
Una cucina semplice e allo stesso tempo accattivante con cui la chef Giulia Carmela Montalto ci ha conquistato e deliziato così come ha fatto con gli attori che ci hanno preceduti. 
Signori è nata una stella ed è lei la chef Giulia, una donna inarrestabile che tiene a bada non uno ma ben due locali.
Ci hanno accolto con antipasti a gogo, i crudi: dalle semplici alici marinate alle  ostriche e i cotti, tra cui spiccavano insalate di polpo, insalata di baccalà e sauté di cozze a formare una carrellata, completa di fritti, che da sola faceva cena.
Abbiamo proseguito la cena con un gustoso risotto ai frutti di mare e concluso con uno dei piatti forti del locale il baccalà che abbiamo scelto ovviamente fritto con le patate e che era così buono da non poterlo lasciare anche se eravamo pieni all'inverosimile. 
Una liquirizia della casa per concludere e la voglia di scoprire anche l'altro Mareluna di Rende (magari per un gustoso e leggero pranzetto di pesce).
Ristorante Mareluna 2.0  
Via Carlo Carrà, 5 
87036 Saporito CS
Telefono: 0984 465349
https://www.facebook.com/marelunaduepuntozero/
  Ristorante Pizzeria Mareluna a Rende  

 

Hami & Pimi Bistrot - Sapori del Pollino

Si respira una magica atmosfera tra i vicoli di Civita, a due passi dalla piazza, lì dove quando tutto tace si riesce a sentire il Raganello, le viuzze di sera si animano e risuonano di buona musica.
Abbiamo seguito la scia in una calda serata di fine estate e ci siamo ritrovati da Hami&Pimi per mangiare e bere come suggerisce il nome di questo piccolo e caratteristico locale ma anche per ascoltare ottima musica (nella fattispecie la trombettista Maria Pia Console) ed immergerci in un'atmosfera incantata.
Una serata da ricordare in cui abbiamo goduto appieno della convivialità. Hami & Pimi è aperto tutte le sere  (d'estate anche a pranzo) ma non lo riesco a classificare come un vero e proprio ristorante  e neppure come un semplice bistrot, è un club in cui appassionati di buon cibo e vino, oltre che di musica e cultura possono riconoscersi e vivere le loro passioni.

L'Oasi del Gabbiano a Saporito di Rende (CS)

Ai tempi del Covid si ricomincia ad uscire per locali, ma per molti resta il timore e allora è il caso di scegliere la stabilità, quei locali che anno dopo anno, lustro dopo lustro e magari decennio dopo decennio hanno dimostrato il loro valore sul campo continuando a servire il pubblico con serietà e competenza superando difficoltà e crisi, rinnovandosi e innovandosi senza dimenticare il punto di partenza e soprattutto nutrendosi della voglia di fare. 

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners