fbpx

Cordoglio

La Redazione di dirittodicronaca.it si stringe al dolore che ha colpito il collega Roberto GALASSO per la perdita della cara mamma. A lui e alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze.

Polizia e Finanza sequestrano beni per circa 22milioni di euro

COSENZA - La Polizia di Stato, unitamente ai militari della Guardia di Finanza di Cosenza, nell’ambito di una strategia avviata dalla Direzione Centrale Anticrimine, ha dato esecuzione al decreto con il quale il Tribunale di Catanzaro - Ufficio Misure di Prevenzione - ha disposto il sequestro, finalizzato all’applicazione della confisca prevista dal Codice Antimafia, proposta dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro Direzione Distrettuale Antimafia, congiuntamente al Questore della provincia di Cosenza, concernente beni, assetti societari e rapporti finanziari, per il valore di circa 22 milioni di euro, riconducibili ad un imprenditore calabrese operante nell’area dell’alto ionio cosentino, nel cassanese e nella sibaritide ma anche con interessi nella città di Roma e zone limitrofe.

Nasconde la droga nell'ombelico, arrestato dai Carabinieri

CASSANO ALL’IONIO -  I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio un 36enne di Mormanno, in trasferta a Cassano all’Ionio.
I fatti raccontano che nella giornata di ieri i militari della Tenenza di Cassano all’Ionio fermassero nella zona di Timpone Rosso un’Alfa Romeo 147 con a bordo l’uomo, il quale assumeva un atteggiamento fortemente agitato, soprattutto dopo che i Carabinieri lo rendevano partecipe che sarebbe stato sottoposto a perquisizione veicolare e personale.  Infatti una volta portato in caserma, l’insolita scoperta: nascosto nell’incavo ombelicale un involucro termo-sigillato, che al suo interno si appurava contenere 5 grammi di eroina pura, verosimilmente appena acquistata in zona.

Scoperto arsenale di armi e munizioni nascosto sottoterra e pronto all'uso

CASSANO ALL’IONIO – I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro unitamente a militari dello Squadrone Cacciatori Eliportato di Vibo Valentia hanno scoperto e sottoposto a sequestro penale un vero e proprio arsenale di armi e munizioni, tutte in ottimo stato di conservazione, pronte per essere utilizzate.
Nello specifico di prima mattina venivano individuati degli obiettivi siti in Contrada Corsi, al confine tra il comune di Cassano all’Ionio e l’area urbana di Corigliano Calabro, in aperta campagna e qui iniziava un vero e proprio rastrellamento con uomini della Tenenza di Cassano all’Ionio ed altre unità in forza alla Compagnia Carabinieri coriglianese, nonché con il prezioso aiuto delle unità cinofile per la ricerca di armi.

Arrestati a Cassano due soggetti per tentata estorsione aggravata

CASSANO ALLO IONIO - In data odierna a Cassano all’Ionio (CS), militari della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro hanno dato esecuzione a due misure applicative della custodia cautelare in carcere - emesse dal GIP del Tribunale di Castrovillari su richiesta della locale Procura della Repubblica coordinata dalla dott.ssa Simona MANERA – nei confronti di altrettanti indagati, ritenuti responsabili di concorso in tentata estorsione aggravata.

Operazione “Kossa”. 17 misure cautelari e sequestri nella Sibaritide

COSENZA - Nelle prime ore della mattinata odierna, 16 febbraio 2021, il Servizio Centrale Operativo e le Squadre Mobili di Cosenza e Catanzaro, supportati da pattuglie di diversi Reparti Prevenzione Crimine, nonché dalle Squadre Mobili delle Questure di Salerno e Forlì-Cesena, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, con il Procuratore della Repubblica dott. Nicola Gratteri, il Procuratore Aggiunto dott. Vincenzo Capomolla e il Sostituto Procuratore dott. Alessandro Riello,

Cassano pronta ad accogliere le sorelline del piccolo Cocò. E Corbelli annuncia un video messaggio per Papa Francesco

COSENZA - “La città di Cassano, superata la delicata fase Covid che sta affrontando, è pronta e felice di accogliere le sorelline di Cocò. Il sindaco, l’amico Gianni Papasso, che ringrazio, nei giorni scorsi, ha incontrato la mamma del bambino, Antonia Iannicelli. Il ritorno delle sorelline(da 5 anni e mezzo, in affidamento presso una famiglia nel Nord Italia), che mi auguro possa avvenire al più presto, segnerà il riscatto di una intera, nobile comunità, quella cassanese, rimasta profondamente ferita dall’orribile delitto di 7 anni fa, quando, il 19 gennaio 2014, vennero barbaramente uccisi e bruciati il piccolo Cocò, il nonno e una giovane donna marocchina”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners