fbpx

Luzzi. Nuova stretta per contrastare i contagi. Il sindaco invita alla responsabilità e al buon senso

LUZZI - Nuove e più stringenti misure anche a Luzzi per contrastare l’aumento dei contagi. Da ieri, e fino al 24 aprile prossimo, su disposizione del sindaco Umberto Federico è stata sospesa la didattica in presenza delle scuole di ogni ordine e grado. Tra gli altri provvedimenti adottati anche il divieto assoluto di stazionamento in spazi pubblici, piazze, strade, parchi giochi e aree verdi; la disciplina degli ingressi e dei comportamenti negli esercizi commerciali e in prossimità di negozi, banche ed uffici postali. 

La nuova protesta di Corbelli e l’appello a Mattarella: “Intervenga per non far riaprire le scuole e scongiurare così una catastrofe in Calabria”

CATANZARO - Un accorato appello e un’altra clamorosa protesta(dopo quelle, delle settimane scorse, davanti al Tar, alla Cittadella regionale e a Tarsia, in un luogo simbolo), in un nuovo video-denuncia, pubblicato sulla pagina Fb di Diritti Civili, del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli per “la chiusura delle scuole, per scongiurare una catastrofe in Calabria,

Chiusura scuole, nuova protesta di Corbelli: “Adesso basta! Il Tar si fermi! Per non fare danni! Prima che sia troppo tardi!”

CATANZARO - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha da pochi minuti pubblicato, sulla pagina Fb di Diritti Civili, un nuovo, breve video per protestare contro la “nuova, ingiustificata e pericolosa riapertura delle scuole a Catanzaro”, disposta dal Tar della Calabria, su ricorso di alcuni genitori, avverso l’ordinanza del sindaco Abramo. Corbelli, dopo la clamorosa protesta davanti alla sede del Tar, di giovedì 10 marzo, contesta civilmente di nuovo il Presidente del Tar “che, afferma, non ha alcuna competenza scientifica per stabilire la pericolosità o  meno delle scuole e riaprire le stesse scuole

Corbelli protesta davanti al TAR, a Catanzaro, contro la riapertura “ingiustificata e pericolosa” delle scuole

CATANZARO - Lo aveva annunciato, e così è stato. Ieri mattina, Franco Corbelli ha protestato davanti alla sede del TAR Calabria, a Catanzaro, contro la riapertura delle scuole.  Solo, per non creare assembramenti, e con due grandi cartelli, il leader del Movimento Diritti Civili, ha manifestato davanti ai taccuini dei giornalisti ed alle telecamere la sua contrarietà alla “ingiustificata e pericolosa riapertura delle scuole” che il Tribunale amministrativo regionale ha disposto, accogliendo il ricorso di alcuni genitori, avverso l’ordinanza del presidente f.f. della Regione, Nino Spirlì.

Corbelli: “L’Iss non può invitare a evitare contatti con non conviventi e rimanere chiusi in casa e lasciare poi aperte le scuole.Spirlì proroghi la Dad per marzo”

COSENZA - "L’Iss non può invitare a evitare contatti con non conviventi e rimanere chiusi in casa e lasciare poi aperte le scuole! La chiusura oggi, anche dopo questo nuovo, preoccupante allarme, è un atto doveroso e urgente! Il presidente Spirlì, in Calabria, proroghi subito la Dad per il mese di marzo”! E’ quanto afferma, in una nota, il leader di Diritti Civili, Franco Corbelli, da mesi impegnato, con battaglie e petizioni on line anche sulla pagina Fb del suo Movimento, per la chiusura delle scuole, almeno fino a Pasqua, sino al superamento di questa fase emergenziale.

Corbelli sostiene iniziativa Presidente Spirlì per chiusura scuole per la vaccinazione. “Provvedimento giusto, opportuno e doveroso”

COSENZA- Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, “apprezza e sostiene la decisione del presidente della Regione, Nino Spirlì, di chiudere le scuole per due-tre settimane per procedere alla vaccinazione del personale scolastico”, lo invita, in un nuovo video messaggio, che sarà pubblicato a breve sulla popolare pagina Fb di Diritti Civili, “ad andare avanti” e si augura che “anche tutti gli altri Governatori facciano la stessa cosa”. “Bene Spirlì. Bravo. Vada avanti in questo modo, con responsabilità e alto senso istituzionale.

Scuole in Provincia, Iacucci invita i sindaci alla chiusura per quindici giorni

COSENZA – È partita dal direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp, dottor Mario Marino, una proposta sospensione dell’attività didattica in presenza delle scuole dell’infanzia, primaria e prime classi della scuola secondaria di 1° grado. La missiva è stata indirizzata al Direttore del Dipartimento Tutela della salute Regione Calabria; al Delegato Soggetto attuatore Covid-19 della Regione Calabria, al Sindaco di Cosenza, al Presidente della Provincia e per conoscenza al Prefetto di Cosenza ed al Commissario Straordinario dell’ASP cosentina. La comunicazione del dottor Marino è stata ripresa dal Presidente della Provincia, Franco Iacucci che ha scritto ai primi cittadini della nostra provincia.

Domani scuole chiuse a Firmo per i lavori della Sorical

FIRMO – Giovedì 18 ottobre le scuole di Firmo resteranno chiuse. A disporlo è lo stesso sindaco Gennarino Russo il quale, considerati i disagi derivabili dai lavori di riparazione da effettuare sulla condotta idrica da parte di Sorical, ha stabilito, attraverso apposita ordinanza, di chiudere temporaneamente gli istituti della Scuola dell'Infanzia, della Scuola Primaria e di quelli della Secondaria di Primo grado ubicati nel territorio cittadino. Nel documento il primo cittadino spiega che a causa dei lavori si procederà ad attuare una interruzione dell'erogazione dell'acqua, dalla mattina e fino al completamento dei lavori, che interesserà non solo il territorio comunale ma una grossa zona.

Allarme processionaria alla scuola dell'Infanzia di San Lorenzo

SAN LORENZO DEL VALLO – Scatta l'allarme processionaria nella scuola dell'Infanzia di San Lorenzo del Vallo. È di ieri mattina, infatti, l'avvistamento del bruco nel giardino della scuola e nei pressi dell'ingresso della struttura. Il pericolo per questo parassita, lo ricordiamo, è decisamente alto sia per le persone che per gli animali. Infatti, il contatto con la peluria di questo apparentemente innocuo insetto, che ama particolarmente vivere in presenza di pini, provoca seri danni con reazioni allergiche non indifferenti. Le sue dimensioni sono di 2/3 centimetri ed è facilmente riconoscibile dal particolare comportamento che adottano durante gli spostamenti, ossia si accodano l'un l'altro fino a formare una lunga processione.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners