fbpx

Otto arresti fra Firmo, Lungro e Spezzano Albanese

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Dalle prime luci dell’alba, nei Comuni di Firmo, Lungro, Spezzano Albanese, Cetraro, i Carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza - Compagnia di Castrovillari, stanno dando esecuzione a Nr. 8 Ordinanze di custodia cautelare, di cui Nr. 2 in carcere e Nr. 6 agli arresti domiciliari, emesse dal Tribunale di Castrovillari (CS), scaturite a conclusione di complessa attività info-investigativa, anche di tipo tecnico, condotta dal personale in forza al Norm-Aliquota Operativa della Compagnia di Castrovillari, sotto la direzione della Procura Circondariale di Castrovillari.

Malvito, incendio arriva a lambire alcune abitazioni

MALVITO - Un improvviso incendio, scoppiato nel pomeriggio di lunedì, è arrivato a lambire alcune abitazioni ed il deposito di un’azienda di autotrasporti sita in località Vadolati. Fortunatamente non ci sono stati danni né alle cose né tanto meno alle persone con diversi abitanti che hanno comunque preso un bello spavento. Sembra che le fiamme siano divampate poco più a monte a causa della ripulitura di un terreno dalle sterpaglie.

Protesta dei migranti ad Amendolare, traffico bloccato

AMENDOLARA – Intervento dei Carabinieri questa mattina al Centro di Accoglienza di Amendolara Marina, sito presso l’ex Hotel Enotria, gestito dalla cooperativa Senis Hospes. I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro e della caserma di Roseto Capo Spulico, guidati dal Maresciallo Marco Carafa, con il supporto di altri militari e dell’unità cinofila hanno ispezionato le camere dove alloggiano gli immigrati africani. A operazione conclusa, alcuni ospiti sono scesi per strada, bloccando il passaggio delle auto per protesta, quasi sicuramente innervositi dalla presenza delle forze dell’ordine all’interno del Centro. In un clima abbastanza teso e sotto gli occhi di tanti curiosi in una cittadina non abituata a tali scenari, i militari hanno placato la protesta in breve tempo deviando il traffico e circoscrivendo l’area adiacente all’ex Hotel.

Incastrato dalle telecamere, i carabinieri arrestano un uomo per essere indiziato di furto aggravato

ROGGIANO GRAVINA – (Comunicato stampa) Nella prima mattinata odierna, i militari della Stazione Carabinieri di Roggiano Gravina hanno tratto in arresto un pluripregiudicato di Castrovillari, Bevilacqua Francesco classe 60, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari firmata dal GIP, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza. Il reo è gravemente indiziato del delitto di furto aggravato. Le indagini dei Carabinieri erano state avviate nel mese di maggio scorso, dopo che i militari erano intervenuti all’interno di una abitazione della cittadina roggianese, richiamati dal proprietario che aveva subito il furto.

Roggiano, 71enne muore schiacciato dal suo trattore

ROGGIANO GRAVINA - Una terribile tragedia quando la giornata afosa di ieri stava volgendo al termine. È accaduto nei pressi della località Santa Lucia, zona poco distante dalla provinciale Roggiano – Altomonte, dove – per cause in corso d’accertamento – un uomo di circa 71 anni, F. P., già pensionato dopo aver lavorato diversi anni in Germania ma agricoltore anche per passione è stato sfortunatamente schiacciato dal suo trattore. I soccorsi sono arrivati appena qualcuno se n’è accorto ma purtroppo non c’è stato nulla da fare per evitare il decesso.

Arrestati coniugi per detenzione e spaccio di stupefacenti

CASSANO - La mattina del 26 giugno i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Corigliano Calabro, nel corso di un predisposto servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, hanno arrestato F. G. di 37 anni e R. D. di 34.
La coppia è stata sorpresa a coltivare, in un terreno di proprietà in contrada Murate (Comune di Cassano allo Jonio), 163 piante di canapa indiana dell’altezza media di circa un metro.

Trovato morto un cinquant'enne lungo la strada a Spezzano

SPEZZANO ALBANESE - Un uomo è stato trovato morto, domenica sera intorno alle 20, lungo la strada che porta all'Apollinara nel territorio di Spezzano Albanese. Si tratta di un rumeno, classe 1967, residente nella cittadina arbëreshe per ragioni di lavoro. Questo, infatti, era arrivato qui per lavorare nei campi e a quanto pare era stato assunto da qualche proprietario terriero. Sta di fatto che domenica si era allontanato dalla sua dimora per raggiungere un supermarket allo scalo spezzanese e qui pare abbia fatto la spesa.

Truffa agli automobilisti, fermato un furbetto lungo la Ss283

SPEZZANO ALBANESE – Sono diversi giorni che nel territorio di Spezzano Albanese e nei dintorni è scattato l'allarme, anche sui social, della truffa agli automobilisti. Le segnalazioni, arrivate da ogni dove, dicono di auto ferme lungo la strada, in particolare sulla SP 241 dallo scalo spezzanese fino al territorio di Castrovillari e sulla SS283 dalle Terme allo svincolo autostradale di Tarsia Nord, pronte ad adescare gli sfortunati passanti. Il metodo è sempre lo stesso: usano qualcosa tipo un sassolino lanciato contro l'auto in corsa in modo da far fermare gli automobilisti e poi pretendono i risarcimento di un fantomatico danno che può essere sia allo specchietto o alla fiancata.

Incensurato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

MONGRASSANO - Nella mattinata odierna, in Mongrassano, i militari della Compagnia Carabinieri di San Marco Argentano, a conclusione di una mirata attivita’ info-investigativa unitamente svolta ad altro reparto territoriale dell’Arma dei Carabinieri e finalizzata alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato C. F., incensurato ed insospettabile 35enne cosentino residente nel territorio dell’Esaro, poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Rubano in abitazione Aterp, arrestate due persone a Castrovillari

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Il 21 giugno 2017, alle ore 20:00 circa, in Castrovillari, i Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di questa Compagnia hanno tratto in arresto due soggetti, sorpresi mentre depredavano un’abitazione ATERP  (Azienda Territoriale Edilizia Residenziale Pubblica), dopo aver divelto la porta d’ingresso. Si tratta di un uomo del 95 (R.N.) ed di una donna del 66 (D.S.). Gli stessi sono stati colti nella fase del trasporto della refurtiva verso il luogo di dimora. Pensavano di poter agire indisturbati e, approfittando dello stato di abbandono del luogo in cui giacciono gli alloggi ATERP in attesa delle assegnazioni agli aventi diritto, facevano più viaggi per trasportare gli arredi e gli oggetti a loro graditi (tra questi, elettrodomestici di valore, divani, stoviglie etc).

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners