Redazione

Redazione

URL del sito web:

Terranova, ricordato il compianto avvocato Caracciolo

TERRANOVA DA SIBARI - Nei giorni scorsi è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari l’Avv. Raffaele Caracciolo, apprezzato e stimato avvocato oltre che giornalista e corrispondente della Gazzetta del Sud, ma soprattutto politico attento e sensibile delle vicende che hanno interessato Terranova da Sibari negli ultimi 50 anni. «Come Primo cittadino di questa comunità a nome mio personale e dell’intera Giunta, nel porgere le più sentite condoglianze ai suoi familiari, mi corre l’obbligo di ricordarlo oltre che come una delle figure politiche di riferimento della ex Democrazia Cristiana a Terranova da Sibari, ma soprattutto come intellettuale e professionista serio che, pur da posizioni ideologiche diverse ha sempre contribuito alla crescita sociale e culturale della nostra comunità», ha detto il sindaco Luigi Lirangi. «Negli anni 70 e 80, quando i partiti avevano una grande valenza all’interno della società italiana, ma soprattutto nei piccoli paesi come il nostro, figure come l’Avv. Caracciolo erano esempi da seguire e da imitare, ma soprattutto punti di riferimento imprescindibili del vivere quotidiano. Essi sapevano incarnare con il loro impegno non solo culturale, ma anche politico, quell’idea di società che attraverso i partiti avrebbe potuto emanciparsi da una condizione di minorità e di cui la politica ha rappresentato per decenni, lo strumento di questa metamorfosi. L’impegno dell’avv. Caracciolo all’interno del nostro Comune, si è sempre tradotto in una partecipazione attiva alle dinamiche culturali e sociali che per anni hanno interessato il territorio. Non a caso diverse iniziative lo hanno visto protagonista all’interno del paese, nel tentativo di scuotere e stimolare le coscienze, specie quelle giovanili, ad avere un nuovo e diverso approccio con la realtà che essi vivevano, affinché fossero protagonisti di una nuova stagione di rinascita a Terranova da Sibari e promuovere un nuovo concetto di società che tendesse anche alla solidarietà verso le fasce più deboli. Forse da questa idea che ha sempre animato il suo vivere, pregnante di spiritualità e di valori etici, negli anni 2000 fu promotore e fondatore dell’Associazione culturale “IL DIALOGO” di cui divenne Presidente e che promosse diversi incontri coinvolgendo personalità importanti della cultura, della religione e dell’arte e che rappresentarono non solo per Terranova da Sibari, ma per l’intero comprensorio, un momento di confronto e di riflessione alti, verso tematiche universali e straordinariamente attuali. La scomparsa dell’Avv. Caracciolo lascia un grande vuoto nella nostra comunità che non sarà facile colmare per tutto ciò che ha rappresentato la sua vita, non solo all’interno dei suoi affetti familiari, ma per il fattivo contributo che ha saputo dare ai propri concittadini ed amici di Terranova da Sibari, anche a quelli che non condividevano le sue idee politiche».

Paura a Mottafollone: tamponata l’auto di una 21enne, è grave

MOTTAFOLLONE - È di due feriti, uno sicuramente più grave, il bilancio del violento incidente avvenuto questa mattina sulla provinciale Roggiano – San Sosti. Ad avere maggiori conseguenza è purtroppo una ragazza di 21 anni, F.I. residente a Malvito, che alla guida della sua utilitaria sarebbe stata violentemente tamponata da un veicolo di grossa cilindrata che viaggiava nella stessa direzione.

San Lorenzo, tamponi tutti negativi sulle persone in quarantena

SAN LORENZO DEL VALLO – nota stampa – Sul presunto caso di Coronavirus nella cittadina sanlorenzana, che aveva tenuto finora la cittadinanza con il fiato sospeso, è arrivata una bella notizia. È il sindaco Vincenzo Rimoli che ha comunicato «Con immenso piacere di aver appreso che l'esito dei tamponi effettuati sui nostri concittadini che si trovavano attualmente in stato di quarantena risultano tutti “negativi”». 

Mottafollone, vasto incendio distrugge piante d'ulivo

MOTTAFOLLONE - Ci sono voluti un elicottero ed un canadair della Protezione civile per domare le altissime fiamme propagatesi nelle scorse ore su una collinetta situata nel comune dell'Esaro. Le fiamme ben visibili dalla Provinciale che collega Roggiano a San Sosti hanno praticamente distrutto diversi ettari di vegetazione mista a macchia mediterranea dove peraltro erano piantati molti alberi di ulivo.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners