fbpx

A Cantina Cosentina


Si riparte con i  nostri percorsi del gusto, un pranzo all'aperto quasi col sapore di un pic-nic  in un luogo insolito. Mangiamo alla Cantina Cosentina sotto gli alberi cittadini di via Plebiscito con lo scorrere del fiume sottostante a fare da colonna sonora. 
Oltre le rustiche salette, pulitissime e ben arredate, calde e accoglienti come si conviene al nome del locale, il dehors permette di gustare ed apprezzare questo locale anche in estate sia a pranzo che a cena con il complesso monumentale di San Domenico a fare da sfondo.
Un solo ingrediente non muta mai: la calda accoglienza che riservano agli ospiti il proprietario e le sue figlie. Quando ci si siede ad uno dei tavoli si viene da subito coccolati con  una ciotolina di deliziosa 'nduja e dell'ottimo pane di Cuti, il vino non può che scattare in automatico così come le coccole dell'antipasto composto come da tradizione di assaggi caldi e freddi, salumi, verdure, polpette, tortini e insalate che variano secondo la stagione e che restano immutati nella qualità. 
Il sig. Felice può narrare la storia e l'origine di qualunque cosa venga servita. Troviamo tutto davvero molto gustoso e poiché abbiamo deciso di accomodarci ad uno di questi tavoli non possiamo non assaggiare la golosa lagana e ceci di tradizione e i  paccheri della Cantina che con il fuoco della 'nduja, la freschezza dei pomodorini e il sapore di olive nere e ricotta sono un piatto tutto da assaporare.
Per il secondo ci lasciamo tentare dal tartufo nero del Pollino che accompagna un tortino di patate con cuore di caciocavallo su fonduta di Caciocavallo silano, ci viene presentato come eccezionale e noi nel gustarlo non possiamo che confermare. 
Ci sarebbero i dolci tradizionali come le varchiglie di cui ci parla il sig. Felice che si possono degustare in questo locale dove nulla viene lasciato al caso, ma noi oggi ci fermiamo al caffè.


A Cantina Cosentina
Corso Plebiscito 12
87100 Cosenza CS

Tel. 0984 21469

https://www.facebook.com/acantinacosentina/

 

Ristorante Mareluna 2.0

Che si parli del nostro territorio come set cinematografico è davvero raro, eppure per un paio di mesi Cosenza e Rende si sono viste piacevolmente invadere da una nutrita troupe di attori e maestranze impegnate nella realizzazione del film  “Ostaggi”di Eleonora Ivone.
Un cast d'eccezione tra cui spiccano i nomi di artisti del calibro di: Alessandro Haber, Gian Marco Tognazzi, Francesco Pannofino, Vanessa Incontrada, Jonis Bascir ed Eleonora Ivone stessa. 
Abbiamo scoperto che preferivano un localino di nostra conoscenza per le loro soste culinarie e siamo andati, meno di due settimane fa, a curiosare al Ristorante Mareluna 2.0 dove spesso a cena li si poteva incontrare (a pranzo erano quotidianamente alla sede di Rende del Mareluna, quella di via Pertini vicino al Metropolis). 
Non siamo ottimi segugi per quanto riguarda gli attori perché l'ultima sera (quando finalmente ci siamo  decisi ad andare) erano ahimè impegnati altrove nella festa finale.
Siccome però siamo straordinari segugi in fatto di cibo con l'occasione del cinema abbiamo scoperto un'ottima cucina di pesce. 
Una cucina semplice e allo stesso tempo accattivante con cui la chef Giulia Carmela Montalto ci ha conquistato e deliziato così come ha fatto con gli attori che ci hanno preceduti. 
Signori è nata una stella ed è lei la chef Giulia, una donna inarrestabile che tiene a bada non uno ma ben due locali.
Ci hanno accolto con antipasti a gogo, i crudi: dalle semplici alici marinate alle  ostriche e i cotti, tra cui spiccavano insalate di polpo, insalata di baccalà e sauté di cozze a formare una carrellata, completa di fritti, che da sola faceva cena.
Abbiamo proseguito la cena con un gustoso risotto ai frutti di mare e concluso con uno dei piatti forti del locale il baccalà che abbiamo scelto ovviamente fritto con le patate e che era così buono da non poterlo lasciare anche se eravamo pieni all'inverosimile. 
Una liquirizia della casa per concludere e la voglia di scoprire anche l'altro Mareluna di Rende (magari per un gustoso e leggero pranzetto di pesce).
Ristorante Mareluna 2.0  
Via Carlo Carrà, 5 
87036 Saporito CS
Telefono: 0984 465349
https://www.facebook.com/marelunaduepuntozero/
  Ristorante Pizzeria Mareluna a Rende  

 

Hami & Pimi Bistrot - Sapori del Pollino

Si respira una magica atmosfera tra i vicoli di Civita, a due passi dalla piazza, lì dove quando tutto tace si riesce a sentire il Raganello, le viuzze di sera si animano e risuonano di buona musica.
Abbiamo seguito la scia in una calda serata di fine estate e ci siamo ritrovati da Hami&Pimi per mangiare e bere come suggerisce il nome di questo piccolo e caratteristico locale ma anche per ascoltare ottima musica (nella fattispecie la trombettista Maria Pia Console) ed immergerci in un'atmosfera incantata.
Una serata da ricordare in cui abbiamo goduto appieno della convivialità. Hami & Pimi è aperto tutte le sere  (d'estate anche a pranzo) ma non lo riesco a classificare come un vero e proprio ristorante  e neppure come un semplice bistrot, è un club in cui appassionati di buon cibo e vino, oltre che di musica e cultura possono riconoscersi e vivere le loro passioni.

L'Oasi del Gabbiano a Saporito di Rende (CS)

Ai tempi del Covid si ricomincia ad uscire per locali, ma per molti resta il timore e allora è il caso di scegliere la stabilità, quei locali che anno dopo anno, lustro dopo lustro e magari decennio dopo decennio hanno dimostrato il loro valore sul campo continuando a servire il pubblico con serietà e competenza superando difficoltà e crisi, rinnovandosi e innovandosi senza dimenticare il punto di partenza e soprattutto nutrendosi della voglia di fare. 

Al pesce fuor d'acqua Quattromiglia di Rende (CS)

Uno dei settori che ha particolarmente risentito del lockdown è quello della ristorazione e la ripresa non è affatto semplice per gli operatori del settore. Tante sono le limitazioni, tra divieti e condizioni poste per la riapertura, anche a causa dell'aumento dei costi di gestione sono purtroppo tanti i locali che in questo periodo hanno deciso di non rialzare la saracinesca. Questo ci duole e da avventori "esperti" non possiamo che farvi notare che chi ha riaperto con le nuove condizioni merita davvero una nota di lode. Da consumatori avveduti poiché in rischio c'è la salute, decidiamo ancor più da questo momento di scegliere sempre e solo il meglio a ulteriore garanzia di preservazione della nostra preziosa salute. 

I percorsi del gusto ricominciano lettori per consigliarvi sono il meglio di quanto il nostro territorio può offrire. 

Wine Art a Rende (CS)

Ci sono molti modi di fare ristorazione e uno di questi è l'home cooking, chef super organizzati che portano il ristorante a casa tua restituendoti il piacere d'invitare gli ospiti a casa sollevandoti tuttavia dall'impegno e dal lavoro che ciò richiede. Una di queste belle realtà è portata avanti nel nostro territorio da Carmine Brescia  e dai suoi soci che da tempo operano in questo settore con successo.

OL3 Griglieria friggitoria a Villapiana

Con l'arrivo del nuovo anno decidiamo di andare "oltre" e allora ci sembra opportuno iniziare da OL3 (OLTRE appunto) un locale giovane e molto accogliente a Villapiana Lido.
E' un esercizio a conduzione familiare, che negli arredi richiama un po' lo stile industriale. Tre ragazzi giovani e fattivi coadiuvati dalla mamma chef e dal papà ex macellaio hanno deciso di sfruttare questo bagaglio di esperienza per dare vita a un gradevole localino che nasce come griglieria per le carni accuratamente selezionate e si arricchisce di tante altre proposte di friggitoria e non solo (d'estate sfornano croissant e altri dolci lievitati fino a notte fonda). 

Le 3 Forchette Ristorante

A Cosenza in fatto di ristorazione ci sono tante proposte interessanti.
In pieno centro siamo stati a visitare Le 3 Forchette un locale semplice ed estremamente curato che la squisita e calda accoglienza dei proprietari rende speciale.
Nulla è lasciato al caso nell'ambiente così come nei piatti ed accomodarsi ad uno dei tavoli per assaggiare qualche prelibatezza proposta dal giovane e pur competente chef Antonio Totera e dallo staff di cucina diventa un'esperienza godibile a tutto tondo.

Officina dei Sapori

Molti di voi conosceranno il luogo di cui vi parlo in questo mio nuovo percorso del gusto perché è a due passi da casa, perché è un luogo in cui regnano sovrani cortesia e pulizia e perché vi si mangia una gustosissima pinsa anzi una delle prime pinse del nostro territorio. Sto parlando dell'Officina dei Sapori di San Marco dove io stessa ero stata a mangiare la pinsa più di una volta prima di questa ultima visita. Ho deciso di parlarvene perché l'Officina dei Sapori è ottima pinsa ma non solo, è anche un  ottimo ristorante nato proprio con l'intento di proporre il nuovo: tanti sfizi, golosi hamburger e carne alla griglia soprattutto. 

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners