fbpx

Approvato progetto di riqualificazione del rione Ferrovie di Sibari

SIBARI - L'organo esecutivo, riunitosi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistito dal segretario generale, Antonio Fasanella, ha discusso e approvato, tra l'altro, l'elaborato tecnico riguardante la riqualificazione urbanistica del rione delle ferrovie di Sibari. L'opera, elaborata dall'Ingegnere Giuseppe Lanzillotta, rientra nel programma dei Contratti di Quartiere II, finanziati dal Ministero delle Infrastrutture con oltre 5 Milioni di Euro, prevede una spesa pari a 300 Mila Euro. L'intervento, prevede, in particolare, il rifacimento delle reti idrica e fognaria, nonché la sistemazione esterna del rione delle ferrovie. L'area su cui si andrà a incidere, di circa ventiduemila metri quadrati, è ubicata a ridosso della strada statale - viale Magna Grecia - e fra un tratto di questa arteria viaria e la ferrovia.

Papasso su Sibari: "Impegno costante"

CASSANO – (Comunicato stampa) Accompagnato da quasi tutti i consiglieri di maggioranza, il Sindaco di Cassano All’Ionio, questa mattina ha provveduto ad effettuare un sopralluogo per constatare lo stato dei lavori su alcuni cantieri del territorio comunale.
Prima tappa è stato il ricovero dei ferrovieri nell’immediata vicinanza della Stazione di Sibari. Su quella stessa area un tempo sorgevano delle abitazioni che sono state abbattute e ai loro abitanti è stato assegnato dal Comune un nuovo alloggio. Al posto delle costruzioni oggi sorge, dopo lavori di riqualifica ed ammodernamento, un parcheggio ampio che può essere di servizio anche alla Stazione Ferroviaria e degli edifici costruiti con materiali di nuova generazione che potranno essere utilizzati come uffici. Soddisfatto il Primo Cittadino della messa in opera dei lavori che sono ormai terminati. Mancano le ultime rifiniture e poi potranno essere consegnati.

Lettera di Papasso all'Anas per la messa in sicurezza della Ss106 nel parco archeologico di sibari

CASSANO – (Comunicato stampa) Lettera del sindaco della Città di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, al Capo Compartimento ANAS S.p.A. per la Calabria, ingegnere Vincenzo Marzi, per invitarlo ad attivarsi per la messa in sicurezza, ai fini del traffico veicolare che attraversa la SS. 106, del sistema di accessi al Parco Archeologico di Sibari. Nello scritto, il primo cittadino, ha ricordato la tragica esondazione del Crati, che nel gennaio del 2013 inondò con centinaia di migliaia di metri cubi di acqua e fango il sito archeologico dell’antica Sibari.

Approvato a Cassano il gemellaggio fra Sybaris e Kroton

CASSANO - Sybaris vuole gemellarsi con Kroton per riannodare in pace i fili della storia antica. L’assemblea civica della Città di Cassano All’Ionio, ha discusso e approvato, all’unanimità dei presenti, tra l’altro, nel corso della più recente riunione, l’iniziativa di sottoscrivere un accordo di gemellaggio istituzionale tra l’ente locale sibarita e il Comune di Crotone da sancirsi attraverso una cerimonia ufficiale,  con giuramento di fraternità, che sarà in seguito organizzata, demandando al sindaco Gianni Papasso, la firma dell’atto. Copia del deliberato, sarà presto trasmesso al sindaco di Crotone, per quanto di competenza.

Allagamenti a Marina di Sibari, La Calabria che Vuoi incalza l'amministrazione

SIBARI – (Comunicato stampa) «Ancora allagamenti a Marina di Sibari, stamattina 30 minuti di pioggia e via Erodoto è un catino pieno che riversa la sua acqua nelle case. 30 minuti di pioggia innocente, la classica nuvola di Fantozzi, nessuna famigerata bomba d’acqua. Basta poco per allagare le case». Così Coordinamento Cittadino “La Calabria che Vuoi” in una nota in cui prosegue: «L’Amministrazione comunale continua a non dare spiegazioni sensate. Non si nasconda la testa sotto la sabbia sulla vicenda Marina di Sibari. È un atto dovuto, di trasparenza e legalità dare spiegazioni agli oltre 2000 proprietari di abitazioni e attività commerciali del villaggio.

Motta sulle Olimpiadi a Sibari: "Perché no?"

SIBARI – (Comunicato stampa) «In merito alla proposta del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, accolta benevolmente da quello di Cassano Allo Jonio Gianni Papasso, di proporre Sibari e l’area della Magna Grecia quale sede delle prossime Olimpiadi, mi sento in dovere di affiancarmi al loro pensiero, sottolineando che potrà anche essere una “provocazione”, ma in realtà non è affatto un’idea da sottovalutare».
Lo afferma in una nota Pasquale Motta, Responsabile settore turismo Confesercenti Regionale e Nazionale che aggiunge: «Del resto, solo pochi mesi fa la Lombardia ha avuto l’Expo a Milano. Per ospitare questo evento, ci si è preparati per tempo e l’Expo è stata un motivo in più per muovere l’economia e far confluire migliaia di visitatori da tutto il mondo in Italia. Stesso discorso si potrebbe fare per il Mezzogiorno d’Italia.

Bomba d'acqua a Marina di Sibari. Papasso: "Tutto ha funzionato bene"

CASSANO IONIO – (Comunicato stampa) Si è tenuta nel salone di rappresentanza Gino Bloise la conferenza stampa del Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso sul tema: “Marina di Sibari: bomba d’acqua, emergenza, rinnovato impegno”. Presente oltre al primo cittadino, gli assessori Tricoci, Grosso e Iuele, la consigliera comunale Fasanella, il responsabile della protezione civile dottor Fiorillo, i responsabili delle associazioni di volontariato che hanno partecipato alle azioni di soccorso durante l’evento meteorologico di domenica 7 agosto.
“Quello che si è verificato domenica 7 agosto” ha dichiarato Giovanni Papasso, durante la sua relazione dettagliata e circostanziata “è stato un evento straordinario ed eccezionale. Non scendo certo in polemiche se rispondo affermando con sicurezza che  tutto ha funzionato alla perfezione visto che dopo poche ore dalla fine della pioggia il livello dell’acqua è rientrato anche se in alcune parti del villaggio ancora c’erano situazioni di disagio”.

Nubifragi a Sibari: l'Area Civicamoderata vicina ai commercianti di Marina di Sibari

CASSANO - (Comunicato stampa) L’area civicamoderata non può e non deve rimanere in silenzio dopo quanto successo a Marina di Sibari. «Esprimiamo piena vicinanza ai commercianti e ai residenti di Marina di Sibari. La situazione odierna è molto molto grave. Occorre accertare le reali responsabilità di quanto è accaduto, soprattutto alla luce del fatto che la stazione idrometrica di Sibari (cod. 1295) segna come valore di pioggia qualcosa come 53mm di pioggia (caduta dalle ore 14.00 alle ore 19.00) e lo dicono i dati Arpacal, non meteorologi improvvisati».

Nubifragi sullo Jonio, a Sibari disagi per i turisti

CASSANO – (Comunicato stampa) I metereologi avevano avvisato e con l'arrivo della perturbazione denominata Circe sul litorale jonico si è abbattuto un forte nubifragio dalla portata storica ed eccezionale. In dodici ore sono caduti ben 90 millimetri di acqua. Il fiore all'occhiello turistico del Comune di Cassano All’Ionio, Marina di Sibari, è stata interessata da non pochi disagi. Tutto ha funzionato alla perfezione ma la portata eccezionale dell'acqua caduta dal cielo però non si è riuscita a smaltire a dovere poiché il canale di raccolta dove collettano le acque del Villaggio, saturo, non è riuscito a smaltire il flusso dell'acqua.

Papasso scrive a Franceschini per sollecitare la fruizione dell'antica Sibari

CASSANO – (Comunicato stampa) Per sollecitare la pubblica fruizione del Museo e del Parco Archeologico dell’antica Sibari, il sindaco di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, ha trasmesso una missiva al ministro ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo, Dario Franceschini e al sottosegretario Dorina Bianchi. Il primo cittadino, dopo avere rappresentato la situazione, ha chiesto un incontro al Ministro Franceschini, da tenersi proprio nel Parco archeologico di Sibari. Dopo avere esordito, evidenziando il suo ruolo istituzionale e che sul territorio cassanese, nell’Alta Calabria della provincia di Cosenza, insiste l’area archeologica più vasta della Calabria, che racconta il mito dell’antica Sybaris, che nel tempo ha affascinato e affascina tuttora visitatori e studiosi in ogni tempo, il sindaco Papasso, ha scritto che il Parco Archeologico di Sibari, in particolare, dopo la disastrosa vicenda dell’esondazione del Fiume Crati, è stato interessato da consistenti lavori, finanziati con i Fondi Por, che hanno consentito non solo l’eliminazione della coltre di fango, che ricopriva le vestigia della Polis più importante  del mondo magno greco,  ma anche la realizzazione di interventi strutturali,  atti a migliorare la fruibilità del sito.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners