fbpx

Partita la campagna antincendi boschivi 2020 In evidenza

Si cerca di domare un incendio Si cerca di domare un incendio

CATANZARO - E’ partita lo scorso 15 luglio, e si protrarrà fino al 30 settembre, la campagna antincendi boschivi 2020 a cura di Calabria Verde.

Uomini e mezzi sono pronti ad intervenire  ma l’appello, ha sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura e Welfare, Gianluca Gallo,  “sta a noi calabresi avere rispetto di un grande patrimonio boschivo che quasi mai è stato usato a vantaggio di tutti, ma che invece deve essere una risorsa affinché i nostri figli possano utilizzarla  per favorire un turismo esperienziale, ambientale  e  possa essere un’occasione di crescita.  Noi siamo i garanti di noi stessi e del nostro patrimonio naturalistico e boschivo  rispettiamo e  amiamo i nostri boschi”. “Gran lavoro - ha continuato Gallo - si sta facendo sulle strade provinciali per prevenire gli incendi. Abbiamo pensato insieme all’assessore ai Lavori Pubblici, Domenica Catalfamo, di fare un intervento straordinario in base ai dati degli anni passati. Infatti secondo i dati dello scorso anno,  il 50% degli incendi boschivi parte, poiché appiccato, dalle strade provinciali. Su 8 mila chilometri  circa gestiti dalle province interverremo su circa 2.500 chilometri. In alcune province puliremo quasi due terzi delle strade provinciali. Il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, ci ha dichiarato che un intervento di questa natura  mai era stato fatto a servizio delle strade provinciali e delle province - possiamo dire che questa fase di prevenzione dagli incendi gestita da Calabria Verde. Quindi, con orgoglio - dice ancora l’assessore Gallo dai consorzi di bonifica, è un’azione di prevenzione virtuosa che sarà al servizio del decoro de territorio ma anche come prevenzione agli incendi boschivi”. Lo scorso anno, grazie ad un’efficiente organizzazione e integrazione del sistema, le sale operative regionale e provinciali hanno gestito ben 6.883 incendi che hanno richiesto 7.250 interventi di cui 3.169 dall’azienda ‘Calabria Verde’, 1.486 dai Consorzi di bonifica, 125 dal Parco naturale delle Serre Vibonesi, 298 dalle associazioni di protezione civile e 2.172 dal Corpo nazionale dei Vigili del fuoco. Quest’anno l’intesa, siglata per Calabria Verde dal commissario straordinario dell’azienda, Aloisio Mariggiò; dal direttore dell’UOA Forestazione della Regione, Salvatore Siviglia, oltre che dal viceprefetto vicario di Catanzaro, Anna Maria Famiglietti, e dal direttore regionale dei Vigili del Fuoco, Emanuele Franculli, punta a garantire, nel periodo della campagna antincendio un dispositivo di potenziamento dell’assetto ordinario per gli ambiti operativi, gestionali e di pianificazione relativi alla campagna stessa. In particolare, attraverso un investimento di 1.300.000 euro garantiti dalla Regione Calabria, si assicurerà l’implementazione del personale della sala operativa unificata e dei centri operativi provinciali Aib, come pure un incremento del numero delle squadre operative dei Vigili del Fuoco attive nelle diverse aree di presidio ricadenti all’interno delle cinque province calabresi. A completare il quadro, oltre ad uno scambio di informazioni in tempo reale attraverso la condivisione di banche dati e software gestionali, anche il potenziamento del servizio operativo 115 e l’attività di formazione che il Dipartimento dei Vigili del Fuoco svolgerà in favore degli operatori del sistema Aib regionale. “Essenziale - conclude l’assessore regionale Gallo - in ogni caso, sarà la collaborazione dei cittadini, non solo nell’osservanza delle regole di prudenza e comportamento, quanto anche nella tempestiva segnalazione alle autorità competenti di ogni atto o situazione di potenziale pericolo. Anche per questo si è puntato, su un maggior coinvolgimento delle associazioni di volontariato: sarà, comunque  fondamentale il contributo di tutti e di ciascuno in quella che è una sfida di civiltà”.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners