fbpx

Luzzi, l’appello di Giorno a deputati e senatori del M5S: “Revocare Zuccatelli altrimenti togliete la fiducia al Governo”

LUZZI - “Revocare subito l’incarico di commissario a Zuccatelli, a costo di togliere la fiducia al Governo”. E’ il consigliere comunale del M5S Giuseppe Giorno a chiederlo ai deputati e senatori calabresi ed in particolare a quelli pentastellati. “Si può rimediare per non continuare a sbagliare, - afferma il portavoce del M5S in seno al civico consesso luzzese -  ma questo dipende solo ed esclusivamente dai parlamentari eletti in Calabria,

Ospedale S.Marco, il sindaco Mariotti scrive a Conte e Speranza

S.MARCO ARGENTANO - “E’ urgente avviare una stagione nuova per la sanità calabrese. Che sia un commissario, o la Regione, o l’Asp a gestire la materia, l’importante è che giungano risposte concrete a una popolazione a cui non viene garantito il diritto alla salute e che, dopo la chiusura degli ospedali, non ha visto alcun rafforzamento della medicina territoriale”.  Lo scrive a chiare lettere il sindaco di S. Marco Argentano, Virginia Mariotti, al Premier Conte ed al Ministro della Salute, Speranza. 

Corbelli:”Vinta una battaglia di civiltà.I familiari possono incontrare i parenti ricoverati in ospedale”.

COSENZA - La battaglia del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, che va avanti ininterrottamente da un mese, per far cancellare la disumanità dei poveri malati (non Covid), che continuano a morire negli ospedali senza un familiare accanto, dà i primi, importanti e significativi risultati. I familiari possono infatti, su formale richiesta e regolare autorizzazione delle autorità sanitarie, vedere i loro congiunti ricoverati tre volte la settimana.

Roggiano, incontro in Comune sul Poliambulatorio Asp

ROGGIANO GRAVINA - La situazione del Poliambulatorio roggianese, dove i cittadini si vedono privati di servizi essenziali quali pagamento del ticket, scelta del medico, prelievi di sangue, ecc. solo perché non c’è personale addetto al controllo anti-Covid sta creando problemi all’utenza.

Protesta Oss all’Asp, UIL FPL: “Subito provvedimenti o lotta serrata”

COSENZA - (Comunicato stampa) La Uil Fpl di Cosenza ed una rappresentanza di lavoratori, in rispetto alle norme anti-covid, hanno protestato davanti alla sede dell’Asp di Cosenza alla presenza di giornalisti della stampa e della televisione. In particolare gli ausiliari che sono stati riqualificati in Oss negli anni 2008- 2013, a spese della Regione Calabria, che ancora oggi sono inquadrati come ausiliari hanno riportato, in segno di protesta, i propri attestati di riqualificazione al commissario straordinario.

Ospedale Castrovillari, Fratelli D’italia chiede con forza i posti promessi per decreto

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) La regione Calabria con il decreto 91 del 18 Giugno ha aumentato i posti di terapia intensiva di altri 8 e trasformato gli altri posti di medicina d’urgenza in sub-intensiva deliberando il costo di 2 milioni a cui si aggiungono altri 300mila per adeguamento del pronto soccorso alle nuove normative anti Covid. Il sindaco Lo Polito ha fatto suo questo aumento dei posti appuntandosi una medaglietta di merito, dimenticando che i posti reali in più sono solo quelli di terapia intensiva ma NON 8 in più ma dovrebbero essere 16 in più!!!! la legge 64 del 2016 già ci dava 10 posti letto ma di questi se ne erano attivati solo 2.

Rischia la chiusura il Poliambulatorio Asp di Roggiano

ROGGIANO GRAVINA - Il Poliambulatorio di località Cardoso rischia di chiudere perché la struttura non sarebbe stata adeguata alle norme anti-Covid. La protesta e contestualmente la proposta di parlarne in un incontro arriva dal “Comitato civico a sostegno di De Maio sindaco”.

Mobilitazione a Catanzaro dei sindaci e delle associazioni per i diritti sullo Spoke di Castrovillari

CASTROVILLARI - Verso una grande mobilitazione decisa per le ore 11 del 23 luglio presso l’Ufficio del Commissario per il rientro del debito sanitario in regione e finalizzata ad incontrare il generale Saverio Cotticelli, con il direttore dell’ASP di Cosenza Sergio Diego, nell’intento di affermare e riscattare, con appositi procedimenti che rafforzino le Unità Operative in pieno affanno da tempo nonché le legittime istanze del comprensorio Esaro - Pollino, bisognoso di immediate risposte, servizi e personale, a tutela della salute e dell’assistenza non più rinviabili.

Cosentino il primo chirurgo al mondo ad usare una particolare tecnica chirurgica per una rara patologia della mano

COSENZA – È calabrese il primo chirurgo ortopedico al mondo ad aver utilizzato una particolare tecnica chirurgica per il trattamento di una rara patologia della mano, nota come necrosi dell'osso capitato. Si chiama Patrizio Leone ed è originario di Mandatoriccio, comune del basso Jonio cosentino, e da diversi anni lavora presso l'ospedale Bolognini dell'Asst Bergamo Est di Seriate (BG).

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners