Concerto bandistico per San Domenico di Doria

Concerto bandistico per San Domenico di Doria

DORIA – (Comunicato stampa) Per martedì 30 Maggio è stato organizzato a Doria, frazione di Cassano, il 1° Raduno bandistico in onore di San Domenico patrono della piccola ma accogliente cittadina sibarita che situata su un ameno pianoro da dove la vista domina la piana fino al fiume Coscile. La tradizione bandistica a Doria è viva e fortemente sentita già da molti anni dagli abitanti, grazie anche alla presenza attiva dell’Associazione Gioacchino Rossini diretta dal M° Alessandro Esposito, giovane e brillante musicista diplomato in direzione presso il Conservatorio Giacomantonio di Cosenza, che raccoglie e sprona giovani e anziani a trascorrere il tempo libero con l’arte meravigliosa della musica.

L’idea del raduno è nata all’interno dell’associazione, ma il parroco don Joseph Amewouho l’ha fatta subito sua ed ha spronato gli organizzatori della festa patronale a realizzarla. Così è stato. All’appello hanno risposto subito entusiasticamente la banda dell’Associazione Santa Cecilia di Cassano diretta dal M° Antonio Scorza e l’Associazione Stella Maris Band di Villapiana diretta dai Maestri Giuseppe Lufrano e Maria Pia Console. Come prima volta è già un buon risultato.
La tradizionale festa di San Domenico sarà allietata quindi dalle tre formazioni bandistiche che inizieranno a sfilare per le strade del paese alle 18, per ritrovarsi più tardi nella bella Piazza Roma dove terranno il loro concerto di fronte alla chiesa intitolata a San Domenico in ricordo dei frati domenicani che vi fondarono il loro monastero diversi secoli fa. Ogni formazione avrà a disposizione 30 minuti per presentare i brani prescelti al pubblico di appassionati che certamente accorreranno per una bella serata all’insegna della buona musica, accolti dalla popolazione locale di cui il viaggiatore Giuseppe Orioli, amico del più noto Norman Douglas così scriveva: “…avevamo percorso, di sera, la strada che dalla stazione di Cassano sale verso l’alto, con un’unica piacevole pausa nella frazione di Doria, la quale non dista molto dalla stazione, dove trovammo della gente gradevole, con la quale parlammo e bevemmo il vero vino calabrese, quello con il gusto di viola che rimane cosi piacevolmente sul palato. Ci fermammo a Doria quasi fino a notte…”. Questo accadeva nel 1929 ma siamo sicuri che anche martedì prossimo a Doria insieme alla gradevole musica delle tre bande si potrà sorseggiare dell’ottimo vino per accompagnare altre prelibatezze locali. Martedì 30 Maggio siete tutti invitati a Doria.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners