fbpx

Violenza di genere e nuovi incarichi nel Consiglio Comunale di Castrovillari

Violenza di genere e nuovi incarichi nel Consiglio Comunale di Castrovillari

CASTROVILLARI – (Comunicato stampa) Il Consiglio comunale di Castrovillari ha votato all’unanimità, al termine della discussione sul punto all’ordine del giorno, aperto alla partecipazione di tutti (come sollecitato anche dall’ANCI), in merito la violenza di genere, l’istituzione di una Commissione interistituzionale, demandando alla conferenza dei capigruppo la predisposizione di un documento che stabilisca la composizione, le modalità di funzionamento e gli obiettivi stessi per sviluppare azioni di sensibilizzazione sociale e adeguati supporti professionali ai disagi ed urgenze che presenta la problematica.

La proposta è stata lanciata, durante il confronto, e nello specifico da Cristina Cosentino, delegata del primo cittadino al Progetto “Verticalia”; ciò per dare una mano concreta alle varie situazioni. Stessa preoccupazione era stata rappresentata un attimo prima, come formazione di gruppo operativo di lavoro e di aiuto alle persone, dalla docente Francesca Marino e richiamata poi in più modi -con valutazioni a partire da più angolazioni di lettura e giudizio, senza perdere di vista azioni, esperienze in atto e prossime a realizzarsi o a rimettere a fuoco per promuovere la dignità delle persone- anche dai consiglieri Sara Astorino, Nicola Di Gerio, Gerry Rubini e Giuseppe Santagada. Quest’ultimo nel suo contributo ha proposto pure che l’Amministrazione, proprio nell’ambito educativo e scolastico in cui bisogna porre l’attenzione maggiore, istituisca un riconoscimento per uno studente dell’elementare o della media che si cimenti con uno scritto riflessivo su questo tema. In realtà il problema educativo, la cultura, il coraggio, la prevenzione, l’informazione, il lavoro di rete tra enti, istituzioni ed organismi e la scuola come luogo primario di sensibilizzazione sono stati gli elementi portanti dell’intero approfondimento avviato dalla consigliera Era Rocco, che ha posto con forza l’importanza di combattere tali fenomeni perché la violenza -ha detto- è una faccenda che interessa tutti, e concluso dal Sindaco Domenico Lo Polito il quale ha rilanciato che il vero problema di questa ed altre violenze ed intolleranze è la non accettazione da parte della società di chi è diverso. Da qui il suo appello a lavorare seriamente a 360° su questo valore per ricomprendere e riguardare l’altro come “bene per Me”. Questa in effetti è la scommessa e sfida etica richiamata, a sintesi, dal primo cittadino e che è emersa a termine della discussione che, come è stato affermato, non si esaurisce qui, e per la quale il presidente Riccardo Vico, intervenendo, ha ringraziato tutti i capigruppo per aver accolto l’intenzione di affrontare il problema e, quindi, rendere la città più consapevole contro violenza di genere: una violazione dei diritti umani, un deterrente contro l’uguaglianza.
Durante la stessa Seduta il Consiglio ha preso atto, come in ordine del giorno, della cessazione dalla carica di consigliere comunale di Maria Silella, nominata Assessore al Bilancio, e della surroga di Gaetano La Falce a consigliere. Questi hanno ricevuto gli auguri dalla maggioranza e minoranza. La Falce, in particolare, intervenendo ha sottolineato la sua volontà di lavorare rispettando il ruolo di tutti. Questi, su proposta del capogruppo dei Progressisti, Peppino Pignataro, insieme al consigliere comunale Giuseppe Oliva hanno sostituito i neo Assessori Francesca Dorato e Maria Silella nella prima e seconda commissione permanente consiliare, rispettivamente Finanze e Lavori Pubblici. Più avanti il consigliere Oliva è stato eletto -sostituendo il consigliere Dorato- nella Commissione Elettorale ricevendo otto voti (5 sono state le bianche), mentre il suo collega La Falce è stato eletto con 7 voti -sostituendo la consigliera Silella- nella Commissione per la tenuta degli elenchi dei giudici popolari (nella votazione ci sono state 3 schede bianche, 2 voti per la consigliere Maria Antonietta Guaragna e1 per Gerry Rubini).
Il consiglio si è occupato pure di due interrogazioni delle Civiche (Castrovillari Solidale, Solidarietà e Partecipazione e Castrovillari Città Viva), entrambi illustrate dal consigliere Giuseppe Santagada e riguardanti la produttività dell’Ufficio legale con responsabile -nel 2013 e fino a metà 2014- l’avvocato Angelina Giordano e sui problemi che crea l’inosservanza del divieto di transito, sollevato anche dai residenti, che si registra sul Vicolo Camporota.
Sulla prima istanza tendente a conoscere l’efficacia del Servizio in quegli anni rispetto gli impegni assunti dall’Amministrazione (contestando forma, scelta e procedura subito rinviati al mittente dal primo cittadino) con la nuova figura (poi non rinnovati nella gestione commissariale), il Sindaco Lo Polito ha precisato che questa era stata nominata essendo un dipendente pubblico, unica possibilità per gli enti in particolari situazioni finanziare, come lo è il Comune di Castrovillari, di utilizzare dipendenti di altre amministrazioni per corroborare i propri Uffici. In merito poi al particolare servizio il primo cittadino ha enumerato gli impegni prodotti da questo in quegli anni tra contenziosi, transazioni ed altro, precisando pure l’intenzione che di potenziare questo Ufficio al fine di mutare l’esperienza non piacevole come hanno segnato per il Comune i debiti fuori bilancio provenienti da sentenze esecutive di cause perse. Lo stesso, comunque, si è riservato di dare ulteriori informazioni appena gli uffici reperiranno tutti i dati e gli elementi che la minoranza richiedeva. Da parte sua Santagada pur non esprimendo soddisfazione per la risposta ricevuta ha rilanciato la preoccupazione sulla materia che deve interfacciarsi meglio con i contenziosi in cui viene a trovarsi l’Ente, ribadendo l’attesa per quel lavoro annunciato dal Comune.
Durante la risposta il primo cittadino ha informato il Consiglio anche di aver nominato lo staff alle sue dirette dipendenze per dare ulteriori risposte ed attenzionare al massimo le problematiche e questioni importanti per la cittadinanza.
L’altra interrogazioni sul divieto di transito nei due sensi sul Vicolo Camporota ha fatto ribadire al Sindaco l’importanza di questa interdizione per i residenti su quell’arteria, che verrà -ha assicurato- continuamente vigilata, nelle disponibilità del Corpo di Polizia Municipale, perseguendo chi non rispetterà le regole anche se non è possibile -ha aggiunto pure- mettere 24 ore al giorno per sempre un agente a vigilare la zona. E qui si è appellato al senso civico ciascuno richiamando chi non vuole accorgersi dei segnali, segno e simboli di regole e rispetto altrui.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners