fbpx

Luzzi piange Alida, la 69enne morta nel rogo in casa. Oggi i funerali

Luzzi piange Alida, la 69enne morta nel rogo in casa. Oggi i funerali

LUZZI – Tutta la comunità luzzese incredula e sgomenta per la tragedia consumatasi ieri, prima di mezzogiorno, a causa di un incendio all'interno di un'abitazione nella campagne di Luzzi. Le fiamme - da una prima ricostruzione - si sarebbero sviluppate nel vano cucina, situato al piano terra di un fabbricato, in contrada Destre, dove viveva la coppia di coniugi, Alida Lirangi e Emilio Montalto, rimasti coinvolti nell’incendio.

A perdere la vita è stata la donna che in quel momento era alle prese con i fornelli essendo quasi ora di pranzo. Ancora non è chiaro cosa abbia potuto innescare l’incendio. Esclusa, in ogni modo, l’ipotesi circolata subito dopo l’accadimento circa una probabile fuga di gas ed il conseguente scoppio di una bombola. La sfortunata pensionata, Alida Lirangi, 69 anni, è stata così avvolta dalle fiamme che hanno danneggiato tutta la casa e che non le hanno dato scampo. A soccorrerla, nell’immediatezza, purtroppo inutilmente, è stato il marito, Emilio Montalto, pensionato, che è stato trasportato da un’ambulanza del 118 all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. L’anziano ha riportato ustioni al viso ed intossicazione da fumo e, per fortuna, non è in pericolo di vita. Un incidente domestico, quindi, trasformatosi in una tragedia, le cui conseguenze potevano essere ancora più gravi, che ha sconvolto l’intera comunità luzzese, suscitando cordoglio e sgomento.  Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Cosenza e i Carabinieri della stazione di Luzzi per i rilievi del caso. Oggi pomeriggio l’ultimo saluto alla sfortunata donna che oltre al marito Emilio lascia quattro figli (Valerio, Donato, Mario e Luca) due dei quali sono emigrati in Germania. I funerali si terranno alle 16 nella parrocchia dei Sacri Cuori di località Gidora.  

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners