fbpx

CALCIO PROMOZIONE - Respinto il ricorso sul match Corigliano-Luzzese. Gli jonici perdono a tavolino

CALCIO PROMOZIONE - Respinto il ricorso sul match Corigliano-Luzzese. Gli jonici perdono a tavolino

CORIGLIANO - L’atteso responso della giustizia sportiva, sullo scontro diretto del 20 febbraio scorso del girone A di Promozione tra Luzzese e Corigliano, è stato emanato nelle ultime ore. Per la gara in oggetto, sospesa anzitempo e nei minuti di recupero del secondo tempo dall’arbitro sull’1 a 0 per i silani, perché a suo avviso non sussistevano più le condizioni necessarie per la regolare disputa della stessa, il Corigliano presentò ricorso avverso il risultato. Reclamo motivato per l’errore tecnico che sarebbe stato commesso dall’arbitro per il fallo laterale assegnato ai coriglianesi ma battuto dai luzzesi sulla cui susseguente azione scaturì il gol dei padroni di casa. Come prova provata la società jonica presentò anche le immagini televisive articolando il ricorso con chiare motivazioni tutte respinte in primo grado.

Oltretutto, si paga a caro prezzo l’intemperanza dei tifosi durante la gara per avversione contro un guardalinee e per un cancello divelto. Le decisioni arrivate sono consistenti e perentorie soprattutto per il club coriglianese. “Il Giudice Sportivo Territoriale -si legge nel comunicato- a scioglimento della riserva di cui al Cominicato n. 117 del 25 febbraio 2016, delibera di infliggere alla società Corigliano la punizione sportiva della perdita nella gara con il punteggio di 0-3; l'ammenda di € 500.00 e squalifica il campo di gioco del Corigliano con decorrenza immediata per due gare effettive da disputarsi “a porte chiuse”. Infligge alla società Luzzese l’ammenda di € 300.00 e rigetta il reclamo proposto dalla società Corigliano e incamerare la relativa tassa; fa obbligo alla società Corigliano di tenere indenne la società Luzzese dei danni causati alle strutture dell'impianto sportivo da parte dei propri giocatori non identificati e sostenitori se richiesti e documentati”. La società di patron Guccione è già alle prese con l’appello che dovrebbe presentare nei prossimi giorni. Sul fronte tecnico, invece, la squadra biancazzurra dopo aver riacquistato la vetta domenica scorsa sta preparando nel dettaglio la delicata trasferta di Cariati. Cariatesi che proprio nell’ultimo turno hanno offerto una buona prova proprio contro la Luzzese in trasferta e che anche contro il Corigliano non vorranno demeritare. Alta concentrazione per i ragazzi di mister Cipparrone a cui servirà una prestazione impeccabile per far risultato nel derby jonico di Cariati. Tornerà disponibile bomber Sarli dopo aver scontato le due giornate di squalifica mentre per il resto dovrebbero essere tutti a disposizione. Da capire se sarà vietata la trasferta ai tifosi coriglianesi a Cariati dopo il primo divieto già arrivato per la precedente gara fuori casa contro l’Mke a Catanzaro Lido. Frattanto, in attesa di capire se ci sarà e quale sarà il responso dell’eventuale appello, conti e calendario alla mano il Corigliano non dovrebbe più disputare gare casalinghe. I conti, in effetti, sono chiari: restano da disputare tre match fuori e due in “casa” ma in campo neutro e a porte chiuse, da stabilire oltretutto dove si disputeranno. Tante le sedi al momento al vaglio. Da evidenziare, invece, il successo nel proprio raggruppamento A, con 41 punti alla fine della regular-season, nel torneo Juniores calabrese della squadra coriglianese allenata dal giovane ma vincente allenatore Luca Aloisi con la qualificazione alla fase finale regionale in attesa della disputa dei play-off in corso. Compagine biancazzurra che anche nella post- season potrà dire la sua grazie ad un organico under ben assortito e guidato da un ottimo e competente mister.

© Riproduzione riservata

Sostieni dirittodicronaca.it: ora abbiamo bisogno di te.

Nonostante la pandemia, questo giornale continua ad offrire una informazione gratuita, svolgendo, di fatto, un servizio pubblico. Questo ci rende orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini nuovi contenuti con il fine di dare uno sguardo scrupoloso sul Territorio. Tutto ciò ha un costo economico e la pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi pari quasi a zero. Per poter andare avanti, lo abbiamo scritto già a giugno, abbiamo bisogno di essere sostenuti con un contributo minimo, anche libero.
Per queste ragioni, quindi, vi chiediamo di diventare nostri sostenitori, solo così permetterete a questa testata di proseguire la propria attività iniziata nel lontano 2009.
Grazie a tutti,
Emanuele Armentano

Fai una semplice donazione

____

BONIFICIO BANCARIO IBAN: IT97T3608105138902538002552 intestato a Expressiva Comunicazioni


Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners