Bombola di gas rinvenuta davanti al portone del municipio di Oriolo In evidenza

Il Municipio di Oriolo Il Municipio di Oriolo

ORIOLO - Una bombola di gas, piena ed efficiente, di quelle in uso per alimentare i fornelli delle cucine, è stata fatta trovare da ignoti, ieri mattina, dinanzi al portone d’ingresso principale del municipio  di Oriolo. A rinvenirla, un operaio comunale che si era recato, intorno alle sette di mattina, presso il municipio per timbrare il cartellino ed iniziare la sua giornata lavorativa. L’operaio che probabilmente era in possesso delle chiavi d’accesso alla struttura comunale, ha immediatamente avvisato gli amministratori che, increduli e basiti, hanno constatato la veridicità di quanto affermato dal dipendente comunale. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale Stazione, distante poche decine di metri dal municipio, che hanno posto sotto sequestro la bombola di gas ed avviato le indagini per scoprile l’autore o gli autori di quello che si teme possa essere un atto intimidatorio nei confronti dell’amministrazione comunale.

E’ stato il vicesindaco Vincenzo Diego a recarsi presso la caserma dei carabinieri per verbalizzare la denuncia contro ignoti per quella bombola di gas che non fa dormire sonni tranquilli perché è la prima volta che un episodio simile viene registrato nella tranquilla comunità di Oriolo. “Ci auguriamo tutti – ha detto nell’immediatezza dell’accaduto Vincenzo Diego -, che si sia trattato di uno scherzo di cattivo gusto da parte di un buontempone e non di un atto intimidatorio nei confronti dell’amministrazione comunale”. Stupore e apprensione per quanto accaduto sono palpabili tanto che il vicesindaco Diego aggiunge: “Noi stiamo operando con coscienza e trasparenza e non abbiamo nulla da rimproverarci. Anzi, stiamo gestendo nel migliore dei modi possibili il grave dissesto idrogeologico da sempre verificatosi ad Oriolo”. Il riferimento è alle frane della zona urbana dei Cappuccini ed a quella della zona periferica di Santa Marina che richiedono grande impegno per risolvere definitivamente un problema che ad oriolo si ripresenta in modo ciclico. “E’ la prima volta a memoria d’uomo – riferisce Vincenzo Brancaccio, capogruppo di maggioranza in consiglio comunale – che il paese di Oriolo registra un così grave gesto nei confronti di un’istituzione”. “Noi – aggiunge – stiamo lavorando per il bene comune e quanto accaduto non rispecchia la mitezza e la correttezza della nostra comunità”. Al momento, quanto accaduto, ove si dovesse appurare che si tratta di atto intimidatorio nei confronti degli amministratori comunale, non ha spiegazioni né risposte su eventuali cause.  Infine, l’attività investigativa delle forze dell’ordine non sarà agevole in quanto l’esterno del municipio non gode di alcun sistema di videosorveglianza in grado di fornire elementi utili all’indagine.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners