fbpx

Rischi e prevenzione dei terremoti. Se n'è parlato a Luzzi

Rischi e prevenzione dei terremoti. Se n'è parlato a Luzzi

LUZZI - “Terremoto: rischi e prevenzione”. E’ stato questo il tema dell’interessante convegno organizzato a Luzzi dall’associazione Prociv Tutela Civium, di cui è presidente Mario Altomare. Dopo i saluti dell’assessore comunale alla protezione civile, Salvatore Garritano, ha introdotto i lavori Amalia Cundari la quale, tra l’altro, ha ricordato le attività del sodalizio luzzese nonché il progetto portato avanti nelle scuole della cittadina finalizzato a promuovere la cultura della prevenzione e della sicurezza in caso di calamità naturali, Esaustiva ed apprezzata la relazione della geologa Daniela Distilo che si è soffermata sulla situazione della Calabria dal punto di vista sismologico.

E’ toccato poi al comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Cosenza, l’ingegner Massimo Cundari, il quale ha ribadito l’importanza della prevenzione e ricordato l’impegno ed il lavoro che svolgono i vigili del fuoco in caso di terremoti. Le conclusioni sono state affidate a Francesco Gervasi, funzionario della Protezione Civile della Regione Calabria che si è soffermato sul ruolo e sui compiti dei volontari di protezione civile prima durante e dopo una scossa sismica. Dal convegno è emersa in modo unanime la necessità di promuovere la cultura della prevenzione e della sicurezza soprattutto nelle scuole, partendo in particolar modo dalle classi del primo ciclo. In questa direzione si sta muovendo l’associazione “Prociv Tutela Civium” che sta condividendo questa tematica con il circolo Didattico “G. Marchese”, guidato dal dirigente scolastico Umile Montalto, nell’ambito del Pino Triennale dell’Offerta Formativa. Collaborazione che si estenderà anche nell’Istituto Omnicomprensivo (scuola secondaria di primo grado, Liceo Classico e Liceo Artistico).

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners