Libriamoci riscuote successo a Luzzi

Libriamoci riscuote successo a Luzzi

LUZZI - Gli alunni luzzesi protagonisti attivi e consapevoli di “Libriamoci”, appuntamento dedicato alla lettura nelle scuole. Riuscita ed apprezzata, appunto, l’iniziativa svoltasi nell’auditorium di località San Leo che ha interessato gli studenti della scuola media e dei licei (classico ed artistico), autori di interessanti lavori sul rispetto delle risorse ambientali del territorio luzzese, frequentato sin dall'antichità e crocevia di culture diverse. Tema scelto dal gruppo di lavoro “Sos Natura: Tutela, Salvaguardia e Valorizzazione dell’ambiente”.

I percorsi illustrati dagli alunni, coordinati dai docenti, sono stati preceduti da un ampio e articolato dibattito, introdotto e moderato dalla dirigente scolastica dell’Omnicomprensivo, Clementina Iannuzzi, che si è soffermata sulla funzione imprescindibile che la scuola deve assolvere in un società sempre più liquida e frammentata. Presenti all’evento il sindaco Umberto Federico e l’assessore all’istruzione Graziella D’Acri. Tra gli intervenuti anche Umile Montalto, dirigente scolastico del Circolo Didattico “Marchese”, Amalia Cundari della Prociv Tutela Civium, Vincenzo Garofalo, presidente Pro Loco, Antonio La Marca, docente Unical, e Francesco Longo, presidente dell’associazione “Totonno Palermo”. L’iniziativa, ormai alla sua quarta edizione, ha suscitato grande entusiasmo tra gli studenti che hanno offerto un percorso attualizzato, uno spaccato di microstoria, arte e tradizioni popolari palpitante e ricco di fascino, attraverso la rappresentazione di uno spettacolo, accompagnato anche da brani musicali. La promozione della lettura ad alta voce è stata affidata al lettore d’eccezione, lo scrittore Francesco Fucile chiamato ad assolvere il ruolo determinante del “dar voce alle parole scritte”. E’ da sottolineare la lettura di alcune poesie del professor Salvatore Pepe, illustre luzzese, conoscitore del mondo classico, saggista e viaggiatore, da parte della figlia Bernadette, docente del liceo classico, la cui interpretazione si è rivelata commovente e istruttiva. Bel lavoro anche il video realizzato dagli alunni della scuola media che propone - attraverso la ricostruzione di un matrimonio tra due giovani di un’antica Luzzi - usi, costumi e tradizioni ormai estinte nel tempo. Una giornata, quindi, “piena di contenuti, entusiasmo e consapevole partecipazione, - è stato ribadito - che testimonia ulteriormente come la comunità scolastica rappresenti oggi un baluardo di democrazia e cultura insostituibile”.

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners