fbpx

Vaccinazione anticovid. A Corigliano 7 ore di attesa

CORIGLIANO – A quanto pare la storia si ripete. L'hub vaccinale istituito presso il PalaBrillia di Corigliano ancora una volta è teatro di file interminabili, disagi, tensioni (da richiedere l'intervento delle forze di Polizia) e malumori. Siamo stati, nella giornata di lunedì 24 maggio, in prima persona a vivere l'esperienza di chi deve vaccinarsi e abbiamo registrato che per farlo ci sono volute solo 7 ore! Sì, avete letto bene: sette ore il tempo che abbiamo impiegato per fare il vaccino e tornare a casa. La cronaca di questa assurda giornata può essere sintetizzata in quanto segue. Prendiamo appuntamento sulla piattaforma online e scegliamo (lunedì 17 maggio) la data di lunedì 24 maggio nella fascia oraria dalle 11 alle 12.

Corbelli:”Spirlì adesso non perda altro tempo. Test salivari per tutti, subito in Calabria”

CATANZARO - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, interviene “dopo l’ok del Governo all’utilizzo dei test salivari, nelle scuole, per gli anziani, per l’accesso nelle Rsa e, anche, per tutte le altre categorie”, afferma che “si va finalmente nella giusta direzione”, ma si chiede anche “quanti contagi si sarebbero evitati tra i bambini e i ragazzi, nelle classi, se l’autorizzazione fosse arrivata un mese fa quando Diritti Civili la sollecitava fortemente chiedendo al Presidente Spirlì di acquistarli per le scuole calabresi, sull’esempio di quando aveva fatto la Lombardia”!

Corbelli. “L’ultimo report settimanale dell’Iss è netto: i bambini i più colpiti! Perchè si sacrificano i bimbi?"

CATANZARO - Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, continua “la sua solitaria battaglia per la chiusura delle scuole per scongiurare il diffondersi della epidemia tra i più piccoli, bambini, ragazzi e i loro insegnanti”. Corbelli cita “l’ultimo report settimanale dell’Iss, che sconfessa…i loro stessi colleghi del Cts, che appena tre giorni fa avevano parlato di irrilevanza dei contagi nelle classi”, ed evidenzia invece “un dato allarmante, ovvero che con la riapertura delle scuole l’impennata dei contagi si è registrata soprattutto nella fascia d’età 0-9 anni”! 

Corbelli:”Servono la Dit ed i testi salivari per salvare le scuole e la Calabria”

 CATANZARO -“L’ordinanza del presidente Spirlì non serve a nulla. Servono la Dit(come ha fatto da ieri sera La Puglia, con una nuova ordinanza) per tutte le scuole, di ogni ordine e grado, e “test salivari (come ha iniziato a fare la Lombardia). Test semplici, meno invasivi e non dolorosi (per soprattutto i bambini). Solo così siamo ancora in tempo per salvare le scuole e la Calabria”!

Malvito, «i test rapidi non sono stati fatti al cimitero»

MALVITO - Il sindaco Pietro Amatuzzo replica sulla presunta "storia dei tamponi fatti al cimitero" per «smentire categoricamente le farneticanti accuse lanciate dall’ex sindaco Fulvio Callisto a riguardo della giornata di screening di tamponi rapidi dello scorso 16 aprile.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners