Luzzi, caos nel Partito Democratico dopo le Primarie

LUZZI - I Giovani Democratici chiedono il commissariamento del circolo del Partito Democratico e nel frattempo cinque iscritti al partito si dimettono. E’ bufera nel PD di Luzzi dopo quanto accaduto domenica scorsa al termine delle Primarie. Alla chiusura del seggio allestito presso la delegazione municipale valliva sono risultate scrutinate 368 schede, mentre nei registri di sezione erano stati annotati solo 269 cittadini che avevano votato. Immediata la reazione dei GD che con il loro segretario Mattia Lupinacci parlano di una “brutta pagina di democrazia” scritta a Luzzi.

Progetto Unicef - Miur. Il Circolo Didattico di Luzzi "Scuola Amica"

LUZZI - Al Circolo Didattico "G. Marchese" di Luzzi il riconoscimento di "Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti". Il progetto, promosso da UNICEF e MIUR, ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel contesto educativo.

Luzzi, scuole illuminate a giorno dopo i continui furti

LUZZI - Tutti gli edifici delle scuole dell’infanzia e della primaria, ad iniziare dai plessi di Valleleotta e Gidora, saranno illuminati a giorno. Lo ha deciso l’amministrazione comunale di “Palazzo Vivacqua” per fronteggiare il fenomeno dei continui furti nelle scuole. A renderlo noto attraverso i social è il dirigente scolastico del Circolo Didattico “Giuseppe Marchese”, Umile Montalto, dopo averlo appreso dall’assessore alla Pubblica Istruzione Graziella D’Acri e dal funzionario comunale Italo Marino.

Luzzi. Ancora furti nelle scuole. L'indignazione del preside Montalto

LUZZI - “Non c’è azione più spregevole, da parte di un adulto, che rubare ad un bambino”. Il dirigente del Circolo Didattico “G.Marchese” di Luzzi non usa mezzi termini per esprimere la propria indignazione dopo l’ennesimo furto all’interno della scuola. “Non c’è limite alla vigliaccheria dei delinquenti”, afferma Umile Montalto rivolgendo un “appello al sindaco ed ai cittadini di buon cuore”.  Si ripetono, infatti, i furti all’interno dei plessi dislocati sul territorio comunale nonostante l’impegno delle forze dell’ordine.

"C'era una volta", il romanzo di Giuseppe Giorno

LUZZI - “Un romanzo, dove il protagonista racconta la storia della sua vita, ambientata nel territorio della media valle del Crati, in un periodo storico che segue la caduta del fascismo e la fine della seconda guerra mondiale”. Così il docente-poeta luzzese Salvatore Corchiola ha presentato il libro del professor Giuseppe Giorno. “C’era una volta”, edito da Pellegrini, racchiude ventitré capitoli in cui le “vicissitudini si intrecciano con le avventure dell’anima, fra dubbi e incertezze, delusioni e speranze”.

Oggi i funerali di don Franco Fiore, parroco emerito di Luzzi

S.MARIA LE GROTTE - Si terranno oggi, primo gennaio, a S. Maria Le Grotte, popolosa frazione del comune di S. Martino di Finita, i funerali di Don Franco Fiore. L’anziano sacerdote si è spento serenamente all’età di 85 anni, anelando l'ultimo respiro nella sua terra natia, all'ombra del campanile della Chiesa di S. Maria Assunta, ai piedi dell'antico Convento, dov’era tornato a vivere l'ultimo scorcio della sua esistenza dopo aver dedicato quasi tutto il suo ministero sacerdotale alla gente della ''sua'' Luzzi. Don Fiore, infatti, è stato alla guida della parrocchia di San Biagio per ben 38 anni.

Luzzi, Rifondazione chiede cittadinanza onoraria per Mimmo Lucano

LUZZI - La  cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano ed un gemellaggio della cittadina luzzese  con Riace. A chiederlo è il Partito della Rifondazione Comunista di Luzzi. I dirigenti del partito Camillo Borchetta e Francesco Montalto hanno chiesto al sindaco Umberto Federico, al presidente del consiglio comunale Gino Palermo e ai capigruppo consiliari di inserire nel primo consiglio utile, un ordine del giorno per discutere del conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Luzzi a Mimmo Lucano.

Festa a Luzzi per l'inaugurazione del parco inclusivo

LUZZI – Clima di grande festa e immensa gioia per l’inaugurazione del nuovo parco inclusivo di Luzzi. Tanta la gente e soprattutto, tanti bambini, infatti, per il taglio del nastro della struttura realizzata nell’area dell’ex fornace “Dima”, a valle del territorio luzzese, denominata “Un parco per amico Giancarlo D’Andrea“. L’opera è sorta su un’area di 1400 metri quadri che il Comune ha messo a disposizione. A volere fortemente il parco inclusivo è stata l’associazione “Giancarlo D’Andrea Onlus” che  ha portato avanti l’ambizioso progetto che ha previsto, per l’appunto, la realizzazione di un parco cittadino inclusivo, attrezzato anche per l'accoglienza di persone e bambini in carrozzina.

La risorsa del fiume Crati

LUZZI - “La scommessa sulla quale bisogna lavorare è che la cultura dell’ambiente, cioè la sua difesa e promozione attiva sia il cardine del territorio luzzese e non solo”. A sottolinearlo è l’architetto Filippo Giorno di Legambiente. “Il Crati e le sue anse per il nostro paese e per l’intero comprensorio, - afferma il professionista luzzese -   è un elemento naturale strategico dalle alte potenzialità, in grado di poter rovesciare lo stato di degrado nel quale si trova l’intero comparto territoriale che si snoda lungo le sue rive.

Sottoscrivi questo feed RSS

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners